Regionali, Caldoro a De Luca: «Bugie? Ecco la verità»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Stefano_Caldoro_newStefano Caldoro replica alla nota in cui Vincenzo De Luca stamane annotava “le bugie di Caldoro nel confronto su Sky Tg 24″

* Caldoro: “Sono d’accordo
sul reddito di cittadinanza”. De Luca: ”Dimentica che quando è arrivato 5 anni fa il reddito di cittadinanza c’era e lui lo ha tolto”.

“In Campania non c’era il reddito di cittadinanza. Era una finzione, una misura clientelare della vecchia sinistra e di De Luca. Per pochi e non per tutti, lasciava fuori almeno 108.000 nuclei familiari che, come riconobbe la Cassazione (sent. 10884 del 2010), ne avrebbero avuto diritto. Fra altro mancava la copertura finanziaria. Una copertura ‘taroccata’ perché si indebitava l’Ente. Una legge dello Stato lo impedisce”.

* Caldoro: “Ho abbassato le tasse”. De Luca: ”Con Caldoro la Campania vive la stagione della fiscalità di svantaggio. Abbiamo l’addizionale IRPEF più alta d’Italia e l’aliquota IRAP più alta d’Italia”. “Anche l’addizionale IRPEF e la maggiore aliquota IRAP sono state introdotte da De Luca e i suoi amici, quando, nel 2009, si è accertato il dissesto del bilancio sanitario e lo sforamento del patto di stabilità lasciando oltre 16 miliardi di debiti. La giunta Caldoro non ha mai alzato addizionali e aliquote. Inoltre non è vero che quelle campane siano oggi le più alte d’Italia. Come chiarito dal Corriere della Sera già il 15 gennaio, almeno 6 Regioni hanno alzato le aliquote oltre il limite, arrivando fino al 3,33% (in Campania l’aliquota è il 2,03%)”.

* Caldoro: “Trasporti: abbiamo rimesso i conti in ordine”. De Luca: ”A partire dal 2010 la Giunta Caldoro ha bloccato tutti gli investimenti nel settore, dando vita a 4 anni di immobilismo. Solo a febbraio 2014 vengono riprogrammati gli investimenti; si tratta però degli stessi investimenti che erano stati sospesi in precedenza. Il blocco dei cantieri ha generato costi straordinari per arbitrati pari a 300 milioni di euro”.

“La Giunta Caldoro ha reperito risorse per 780 milioni di euro per sanare i debiti dell’EAV lasciati dal centrosinistra. Ad oggi sono già stati pagati 280 milioni ai creditori e il bilancio dell’EAV è per la prima volta in pareggio. Le delibere della vecchia sinistra erano programmatiche ovvero senza disponibilità reale dei soldi, ed hanno portato alla firma di contratti che non avevano la copertura finanziaria totale. Tanto che abbiamo dovuto, con senso di responsabilità dare priorità agli interventi bloccati in corso, non per la mancanza di un programma di investimenti ( infatti era operativo l’ottavo di cui successivamente) ma per l’esigenza di trovare i soldi necessari.

Questa è la ragione per cui la maggior parte degli investimenti è andata a coprire quelli già partiti con la giunta Bassolino. L’ottavo programma attuativo del programma generale degli investimenti è restato vigente senza soluzione di continuità fino alla delibera 39 del 2014. Dal nostro arrivo nel 2010 fino al 2014 è stato pagato di cassa un totale di 1 miliardo e 168 milioni di euro!!!!! I contenziosi quindi nascono per colpa della sinistra che ha consentito all’EAV e alle strutture commissariali di firmare contratti senza fare l’impegno totale dei soldi come richiesto obbligatoriamente!!!”.

* Caldoro: “Trasporti: abbiamo migliorato i servizi”. De Luca: ”Viene negato ai cittadini campani il diritto alla mobilità, tant’è che nel 2014 ben 600 mila persone al giorno sono state lasciate a piedi: nel 2010, 1 milione 560 mila persone al giorno utilizzavano il trasporto pubblico, oggi soltanto 960 mila. A Napoli circolano oggi 300 autobus contro i 600 del 2010. Cumana e circumvesuviana hanno dimezzato corse ed utenti”.

Prosegue Caldoro. “Bisogna fare sempre di più in ogni settore. Innanzitutto va tenuto conto dell’andamento nazionale che viene ben riassunto da quanto affermato nel seguito da ANAV e ASSTRA (le associazioni di tutte le ditte che forniscono trasporto in Italia: Una considerazione di natura trasportistica più generale determinata dall’aggravamento della crisi e dai tagli del Governo e illustrata dalla seguente figura tratta dal “Rapporto ANAV ASSTRA (Bologna 14 maggio 2013) 10° rapporto sulla mobilità in Italia”: Il dato del 1 milione e 560000 è relativo all’anno 2006, fonte Unico Campania, riportato anche nel rapporto ACAM (quando c’era la sinistra ). Nel 2011 sempre dalle stesse fonti risulta che i passeggeri totali erano circa 1 milione. Nel Rapporto si legge che, in base all’indagine dell’Osservatorio “Audimob” di ISFORT,  “l’Italia si è fermata e il 2012 è il quarto anno di crollo della domanda di mobilità. È il quarto anno consecutivo in cui si verifica una contrazione degli spostamenti, scesi dai 128 milioni del 2008 ai 97,5 milioni del 2012, una riduzione pari quasi ad un quarto del totale (-23,9%).

La crisi economica e l’abbassamento dei livelli di consumo e di reddito delle famiglie si stanno dunque pesantemente ribaltando sulla domanda di trasporto e di mobilità dei cittadini”.

* De Luca, “A Napoli circolano oggi 300 autobus contro i 600 del 2010”. Caldoro: “Non siamo a conoscenza di questo dato perché l’azienda ANM è gestita dal Comune di Napoli che appoggia De Luca. L’ANM, come la CSTP di Salerno di cui il Comune è socio di maggioranza, è stata lasciata dalle giunte di sinistra piena di debiti come noto a tutti. Noi non abbiamo tagliato un euro per i servizi a partire dal 2012 ad oggi per un importo totale di 2 miliardi 674 milioni, anzi abbiamo investito sia per le tecnologie per circa 29 milioni di euro (biglietto elettronico, acquisto obliteratici per tutti i sistemi di trasporto ecc.) e sia per nuovi autobus per un totale di 23 milio9ni di euro e sia per i treni per un totale di 198 milioni di euro.

Oltre a 98 milioni per i treni della metropolitana del comune di Napoli!!!. Per sanare i debiti dell’EAV abbiamo aggiunto 10 milioni all’anno, più 30 milioni per non farla fallire, più 37 milioni per la manutenzione straordinaria, più attualmente stiamo versando altri 30 milioni”. * Caldoro: “Sono garantista e non cambio idea”. De Luca: ”Garantista a giorni alterni. Sui suoi condannati in lista si, ma su De Luca condannato per reato linguistico no”.

“Caldoro è da sempre garantista. Con De Luca non ha sollevato la questione giudiziarie ne il tema della sua condanna. Il problema è il trasformismo che lui alimenta. Non può prendere gli ex dc in una notte, i fascisti e gli amici di Cosentino che hanno il solo obiettivo di fare la guerra al Governatore”

* Caldoro: “Sanità: abbiamo il bilancio in attivo e ridotto i ticket”. De Luca: ”Abbiamo i ticket più alti d’Italia, le liste di attesa più lunghe, le corsie degli ospedali piene di barelle. I conti dei cittadini non tornano”. “Anche l’introduzione dei ticket sanitari è stata provocata dal dissesto creato da De Luca e dai suoi amici. Con la Presidenza Caldoro la Regione Campania ha finalmente abbassato i ticket per i meno abbienti, alzando le fasce di esenzione con i decreti commissariali nn. 50, 51, 52 e 53 del 2010, nn. 141 e 147 del 2014 e n. 32 del 2015”.

* Caldoro: “Terra dei fuochi: abbiamo avviato la rimozione delle ecoballe, stanziato fondi per le bonifiche , i prodotto campani sono i più controllati d’Europa”. De Luca: ”Nel periodo 2010-2015 sono state rimosse 200 mila ecoballe su 7 milioni, facendo un rapido calcolo, continuando a questo ritmo, per risolvere il problema ci vuole un secolo. Negli ultimi cinque anni l’agricoltura è stata distrutta da una campagna d’immagine pessima svolta dalla Regione: il massimo che ha saputo fare è stato regalare 4 milioni e mezzo di euro alle società di calcio”.

“Le ecoballe le ha prodotte e accumulate il centrosinistra fino al 2009. E’ vero che la Giunta Caldoro (oltre ad eliminare 800.000 tonnellate di rifiuti sfusi) ne ha smaltite 200.000 imballate: vale a dire il corrispondente delle ecoballe prodotte dal Comune di Salerno con De Luca sindaco. Per il resto la Giunta Caldoro ha messo in Campo misure moderne ed innovative per la difesa dei prodotti. Sui controlli con il Qr code e con misure di valorizzazione dei nostri prodotti”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. I GIORNALISTI, QUELLI VERI, ANDASSERO DA MORETTI (AMMINISTRATORE TRENITALIA) E GLI CHIEDANO LA REGIONE CAMPANIA QUANTI MILIONI GLI DEVE IN QUESTI CINQUE ANNI DI GIUNTA CALDORO. E TU STAI ANCORA QUI A DIRE CHE E’ TUTTO A POSTO.? VA FATIC

  2. Ma se sei contro De Luca, se lui ha sbagliato, tu hai FATTO IL GOVERNATORE DELLA CAMPANIA PER 5 ANNI avresti potuto migliorare e importi su TUTTO. Ci lasci addirittura senza sanità da ottobre a gennaio perché la regione Campania non ha soldi per pagare e le prestazioni dobbiamo pagarcele noi… vuoi fare lo scemo per davvero?!

  3. C’è una delibera di febbraio 2015 sul burc che parla del riordino delle UCCP cioè le case di prevenzione primaria della salutè
    .. capolavoro di politichese…non c’è nessuna strategia di sanità sul territorio… dovrebbero essere 1 ogni 30000 abitano per decongestionare gli ospedali
    .ne hanno aperta solo una a secondigliano la settimana scorsa: preticamente solo il cartello vuota e non si sa chi ci lavori

    E questa è strategia per la sanità

    Vogliamo gente competente …vogliamo De Luca

  4. De Luca, sei un personaggetto…
    Tanto asino da imbarazzare un salernitano.
    La politica dell’indebitamento non funziona più e non è manco più tecnicamente possibile. Del resto il nuovo principio dell’armonizzazione contabile impone la gestione combinata del bilancio sviluppata per competenza e per cassa. Tanto spendi per quanto puoi spendere in relazione alla disponibilità di cassa. I buchi di bilancio del comune di Salerno verranno definitivamente fuori a fine anno e sarà un brutto risveglio per i salernitani (e non solo). Tutti gli amministratori “spreconi”…si vedranno la Corte dei Conti bussare alla loro porta. Speriamo che a pagare siano loro e non i malcapitati cittadini salernitani che dovranno poi ricredersi sulla grande verità della gestione De Luca e accollarsi le conseguenze.

  5. Guardi che le ecoballe le avete prodotte anche voi del comune di Salerno e non certo Berlusconi.Al massimo Bassolino ha dovuto ammassarle x smarlirle

  6. Ma nessuno capisce che dice de luca dice solo palle? Basti pensare che a sky tg 24 ha detto che il suo unico immobile è ” a rufoli di ogliara, una frazione di salerno”… e allora sul carmine chi ci abita? Topolino?

  7. se vai un poco su internet e digiti in google dichiarazione dei redditi De Luca, vedrai se ha solo un immobile o più di uno…ovviamente quelli ufficiali…poi chi vo capì capisc!!!

  8. Parlate solo per invidia e cattiveria, quante stronzate tirate fuori solo per aprire la bocca! Non vedete che Caldoro e i 5 stelline distruggono letteralmente De Luca infamandolo in maniera indecente perché ne hanno paura?! Non sanno come attaccarlo per fargli perdere punti ai nostri occhi. Ma che campagna elettorale stanno facendo? Caldoro dice che “nelle liste di De Luca ci sono gli impresentabili”, la Ciarambino dice “non lo votate perché decadrà subito”…i figli di De Luca sono stati “sistemati” dal padre…perché noi nel nostro piccolo non sistemiamo i nostri figli? Che male c’è a voler pensare ai nostri figli? De Luca è un padre anche lui, a noi non ha tolto niente anzi, ha fatto arrivare dall’Europa tanti soldi che prima, nella storia di Salerno, non sono mai arrivati

  9. Ma che ti frega della dichiarazione dei redditi di De Luca?! De Luca ha lavorato? Ti ha mai fregato soldi? Ha operato per il bene di Salerno? Il sindaco è stato eletto per curare gli interessi di Salerno, se lui ha lavorato non ci interessa sapere se ha uno o più immobili, non deve mica diventare povero per farvi stare zitti?!
    Ma quante stronzate vengono tirate fuori, io non ci posso credere che ci sia una tale ignoranza, cattiveria e scemità in giro… Non è possibile che noi salernitani siamo così stupidi, ma che dite? Ma valutiamolo per quello che ha fatto…e lo sappiamo tutti che ha fatto TANTOOOOO!!!!!! Siamo, finalmente, sinceri con la nostra coscienza e con gli altri, vivremo sicuramente meglio

  10. Da quello che si ricava da internet de luca è proprietario di un appartamento cat C 3, poi di un possibile box o garage ed una cantina ed un usufrutto su un immobile cat A2, quindi non ce nulla da capire. Sei tu che non capisci o fai finta di non capire per spargere fango.

  11. C3 = laboratorio per arti e mestieri = un’attività commerciale trasformata in laboratorio per pagarci meno tasse, no appartamento
    immobile A2 = appartamento
    la storia dell’usufrutto si fa per non farsi fottere gli immobili dal chi ha la nuda proprietà…quindi già non è un solo immobile come da lui dichiarato…

    asino!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.