Campania: G.De Mita,De Luca? Decisionista con virtù e limiti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
22
Stampa
giuseppe_de_mita“Piglio decisionista, con virtù e limiti”. Giuseppe De Mita, vicesegretario nazionale dell’Udc e commissario regionale della Campania, parla così dell’avvio della legislatura di Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.

“La virtù – spiega – è sicuramente quella di trasmettere alla pubblica opinione quello che si fa”. “Io ho un’Idea diversa – afferma – su cui mi confronterò con De Luca”. “La mia idea è che per realizzare il bene comune occorrono più punti di vista – conclude – più ce ne sono più si aiuta a prendere la decisione migliore”.

L’Udc é “un partito che per due volte consecutive è stato determinante nella vittoria delle regionali: l’altra volta abbiamo fatto vincere Caldoro, ora De Luca” ha detto Giuseppe De Mita, vicesegretario nazionale dell’Udc e commissario regionale in Campania. “Un partito che è determinante e si consegna alla logica di esprimere qualche mediocre assessore non è un partito”.

L’Udc deve avere il “coraggio di esprimere una classe dirigente da spendere per guidare i processi politici non per essere ultima ruota del carro”. “E questo senza avere paura di osare – ha concluso – andando anche oltre quella quota che ci fa essere determinanti”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

22 COMMENTI

  1. DE Luca è sempre stato un arrogante accentratore, soprattutto dove ci sono grandi interessi, a lei e a suo zio in ogni caso è interessato vincere, e avete ben pensato di allearvi con il megalomane. A De Luca piace mangiare tutta la torta, poi, le briciole, forse, le lascia agli altri…..
    Ora, ovviamente, gli state presentando il conto….., ne vedremo delle belle……
    Ribadisco fino alla nausea povera Campania, in che mani è capitata, tra l’uno e l’altro c’è proprio un’ampia scelta…
    Ah, dimenticavo, gli siete serviti per vincere, ora cosa gli offrite ancora e cosa potrà avere ancora in cambio dai De Mita, sa il Presidente è insaziabile…..
    Chiedete ai consentiniani, anche loro lo hanno aiutato a vincere, forse vi potranno consigliare come soddisfare il Presidente….

  2. X rita
    Cantava Mina ai tuoi tempi
    Non cambi mai non cambi mai..proprio mai..
    RILASSATI…VAI A MARE…FA CALDO!!!!!!!

  3. Io sono libera di dire quello che voglio. E poi sotto questo sole divento ancora più intelligente per poter dire tutto ed il contrario di tutto. Ricordatevi che tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Ma sopratutto sono maestra per le frasi fatte perchè a voler essere obiettivi per arrampicarsi sui vetri ho la sindrome del genio incompreso.

  4. xguly58
    Ma non riesci a fare un minimo di analisi come fa Rita?
    Invece di attaccarla ed insultarla, esprimi il tuo pensiero se ne hai uno. Non te lo aspettavi che i De Mita chiedevano il conto dopo? Adesso che succederà? Ti rendi conto che tutto ciò danneggerà la Campania? Spero solo che il condannato lucano che tanto ammiri, e mi piacerebbe sapere perchè, riesca a liberarsi di questa zavorra per il bene della Campania e di Salerno. Poi se il tribunale deciderà che potrà governare, lo farà, altrimenti vedremo ed aspetteremo l’esito degli altri processi dove dovrà ripsondere. Nel frattempo tirate la volata al figlio anch’esso indagato nel crack Amato tanto per non perdere l’abitudine.

  5. X guly 58

    Ti preoccupi sempre di Rita che vi frusta e vi fa cantare.
    Io canto volentieri: Meno male che Rita c’é.
    Noi secessionisti del Cilento siamo molto preoccupati di questo De Luca che ha tutta sta smania di aumentare le tasse come già fatto a Salerno ma noi non siamo una mandria di cammelli,noi siamo il Popolo del Cilento.

  6. Certo un inneggiatore ai patrioti del Cilento ci mancava proprio.

    Forse l’amico cilentano dimentica che questa meravigliosa Italia unita gli ha portato la corrente elettrica soltanto negli anni ’50 e che se non fosse per la natura meravigliosa lui e i suoi compaesani farebbero ancora la fame come i suoi nonni.

  7. Lei sig.gianluca non sa che il Cilento è completamente isolato dall’Italia:Strade interrotte,servizi che non esistono,sciacalli di politici che saccheggiano e sfruttano la ricchezza del Cilento spostandola in altre zone italiane e di interesse elettorale politico.Un Cilento svuotato da menti produttive che per sopravvivere sono emigrate in Italia impoverendo e schiacciando il Cilento come se fosse una riserva di Selvaggi ” Ed io sono un Selvaggio del Cilento”Pronti da sfruttare e spremere mentalmente.Ricordo quando ero bambino un certo politico fervende e cattolico DC si chiamava De Mita circondato sempre da preti e portabastoni che ne sapevano molto,ma molto meno di me che ero un pastore di capre Cilentane.Oggi l’idea di vedere un figlio di De Mita che forse crede di sfruttare il libero pensiero dei Cilentani x imbambolarli con chiacchiere da sacrestia mi Indigna e Indigna noi Cilentani che non possiamo essere comprati per un po di corrente arrivata dall’Italia negli anni 50.Preferisco le fiaccole del fuoco per avere luce ed essere un popolo libero e Indipendente dall’Italia.
    Un Patriota del Cilento.

  8. Vado in vacanza a casa mia nel Cilento.Lidea di un Cilento nazione mi entusiasma molto.Chiedo a Gianluca : Ma a casa tua la corrente è arrivata?????? Sono avvocato in Roma,sono romano ma con forti radici Cilentane e quando rivedo i selvaggi mi sento un uomo libero e fuori dai salotti convenzionali del potere di Roma.

  9. x Patriota del Cilento

    La vostra identità l’avete persa quando avete deciso di votare De Luca. Eravate isolati e adesso siete ancora più isolati. Ma il cilento ormai è perduto. Una terra bella rovinata da gente come voi.

  10. X salernitano 64 e il patriota
    NON SPRECO LA MIA INTELLIGENZA X GENTE COME VOI (CON MASSIMO RISPETTO).E’ INUTILE

  11. Premetto che non sono cilentano ma amo il Cilento con la sua natura e la sua gente.

    La mia ironia sul fatto di definirsi patriota cilentano nasce solo da un’analisi storica. Il Cilento, terra isolata e martoriata per secoli, dall’Unità d’Italia è stata penalizzata come e più dell’intero meridione.

    I patrioti cilentani nei primi anni dell’800 avevano ragioni per combattere, oggi invece, ragioni per esaltare quelle battaglie, purtroppo inutili, ne sono rimaste ben poche.

  12. per rita delle 8.47 e delle 11.51 la diverte tanto farmi il verso? le riesce male, è puerile…..
    Ho ampio rispetto per il Cilento e la sua gente, anzi per tutto il territorio di Salerno e della provincia salernitana.
    Salerno e provincia sono fonte di ricchezza culturale, bellezze naturali, storia, siamo invidiati sia a livello nazionale che internazionale, purtroppo negli anni si sono succeduti amministratori locali, provinciali e regionali che non hanno mai esaltato le nostre bellezze che potevano renderci ricchi e farci vivere di rendita.
    Abbiamo sempre avuto amministratori che hanno mortificato il territorio, la cultura e la storia, si sono distinti alcuni sindaci come Vassallo che hanno dato persino la vita per salvaguardare la propria terra.
    Qui a Salerno abbiamo avuto un ventennio (dura ancora, il facente funzione è un fantoccio dell’ex sindaco emerito ed eterno, come lo era De Biase) che ha mortificato e oltraggiato il nostro splendido golfo e entroterra, un sindaco che per la natura non ha avuto alcun rispetto, anzi, sostiene che la natura deve assoggettarsi all’uomo, ora è alla regione, ha tenuto per sé l’assessorato per la cultura e turismo, il solo pensiero mi fa tremare……visto la cementificazione selvaggia a Salerno e non si è tenuto conto neanche del corso dei torrenti di cui Salerno è piena……
    infatti ci sono cantieri bloccati (e non mi riferisco al Crescent) perché inondati dall’acqua dei torrenti nonostante la deviazione in nome del cemento a tutti i costi…..ma la natura fa il suo corso e i torrenti tornano nel loro letto originario…… con danni maggiori, la natura non si fa domare dal Presidente!

  13. Se quello di Rita è un pensiero stiamo freschi. Solo chiacchiere di gente da bar dello Sport che – ancora oggi- non sa farsi capace come abbiano potuto perdere le elezioni i compagni di merende che hanno portato l’Italia sull’orlo della bancarotta. B. docet. E come abbiano perso le regionali i famosi grullini, Partito del Ricorso, che fino a qualche giorno fa osannavano i greci perchè dovevano uscire dall’Europa.

    Il problema dell’Italia è che tutti possono dire di tutto (nel nome di una falsa libertà di pensiero) ma pochi hanno l’onestà intellettuale di accettare la sconfitta in uno stato democratico.

  14. Accetto volentieri il tuo senso critico,pur vero che una quota di Cilentani ha votato De Luca-De Mita che contribuiscono a isolare e impoverire il Cilento,però sta emergendo una nuova coscienza nei cilentani,ed è quella di non essere italiani ma di essere un popolo di Cilentani che vuole riprendersi il proprio futuro proclamando una secessione per fondare una nuova nazione Il Cilento.

    x guly
    Stia fermo e non sprechi energie mentali ne hai pochissime.

  15. RITA, non mi vuoi proprio ascoltare, te lo dico sempre non polemizzare ,poi ti attaccano e a me dispiace,ma ti sei dimenticatache 5 anni fa chi ha fatto vincere le elezioni al chirichetto,oltre all’UDC, c’era Cosentino, Cesareo,Bocchino,gli amici di CASAL DI PRINCIPE, è normale che stà volta De Mita abbia scelto,non per vincere,non era scontato , ma una coalizione piu gradita ai Campani,i danni fatti sono stati enormi,i vecchi dovevano andare a casa e il popolo ha avuto ragione. Vorrei tranquillizzare tutti gli amici del Cilento,non vi preoccupate e non date agio a questi denigratori,De Luca ci tiene moltissimo per la vostra terra,se un giudizio dovete dare lo farete nel 2020,voi siete persone molto inteligenti,fino a oggi la Regione vi ha abbandonato,abbiate fiducia, dovete giudicare solo l’operato del Governatore ,altre sono solo chiacche infamanti,ricordandovi che anche voi fate parte della Campania.

  16. X marcos 2, non sono chiacchiere da bar vada al supermercato Iper Sidis aperto da meno di un anno nell’are ex Sita, veda i danni provocati dall’acqua che spinge dalla pavimentazione e il famoso palazzo, che doveva essere un centro direzionale, fermo perché nonostante che il torrente sia stato deviato, ha ripreso il corso originario ed ha invaso il suolo sottostante.
    Dove vive? Fuori Salerno?
    X salernitano doc originale, non piangere, che i clientani conoscono bene De Luca, diversi abitano a Salerno da anni ormai!
    Siate obiettivi, non difendendelo a prescindere, guardate, osservate Salerno con occhi critici e non manipolati dal re sole.

  17. X RITA

    Non capisco, cosa c’entra l’amministrazione con il palazzo ex sita.

    Allora il il Tg 4 sbaglia a dare una notizia la colpa è di Berlusconi. Stat ‘nguaiat

    L’errore, ammesso che ci sia, è dei tecnici non del Comune.

  18. Le tue sono chiacchiere da bar di disoccupati seduti ai tavolini a bere la solita birra senza bicchiere.Barrista,portatemi un’altra birra e sempre senza bicchiere.

  19. X QUELLO DI SOPRA

    Fossi un chiancarellaro, ex forzista, starei fresco-fresco in un bar del teatro Verdi, magari con birra e patatine nel barattolo di vetro… Ma siccome sono un lavoratore (mi occupo di informatica, ecco perchè sto sempre vicino al computer) le birre me le bevo solo la sera tardi. Ma non solo quelle. Saluti indistinti

  20. Non sono invidioso degli altri,conosco molti simpatizzanti di forza Italia che lavorano tantissimo non bevono birra e non mangiano patate e patatine,tutta gente che produce e la sera va a riposare perchè stanchi e soddisfatti del duro lavoro.Lei Marcos 2 bevi pure tutte le birre che vuole,spero che usi il bicchiere e non esageri.Moderazione.
    Sono sempre Io quello di sopra,sopra.

  21. Gente con la schiena dritta, insomma. Lei conosce le persone con i cosiddetti attributi. Io invece bevo birra, nel boccale, e fumo Marlboro. In attesa che qualcuno mi elemosini un posto fisso. Non sono mai stato un forzista e tantomeno un chiancarellaro grullino mascherato da ambientalista. Mo a nanna, che è giunta l’ora del post carosello

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.