“La camorra è un dato costitutivo di Napoli”. L’accusa della Bindi scatena bufera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
rosy_bindiLa presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi al termine delle prime due audizioni della missione iniziata oggi a Napoli: ‘la camorra è un dato costitutivo di questa società, di questa città, di questa regione. Siamo particolarmente preoccupati in questa fase’. La frase di ieri ha sollevato un vespaio, primo a reagire il procuratore della città:  ”La camorra non è nel Dna dei napoletani che non hanno una propensione al crimine. La criminalità rappresenta una minima percentuale della popolazione rispetto ai cittadini che vogliono vivere in pace”. Così il procuratore Giovanni Colangelo in merito alle posizioni espresse ieri dal presidente dell’Antimafia, Rosy Bindi. ”La criminalità è una manifestazione patologica e non fisiologica della società napoletana”, ha aggiunto Colangelo.

de_magistris_napoliDe Magistris, camorra non è dato costitutivo“Sono saltato sulla sedia quando ho sentito quella frase che non condivido per nulla”. Non ci sta il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a quanto detto ieri dalla presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, in merito alla camorra che “è un dato costitutivo di Napoli”. Ma Rosy Bindi con una dichiarazione di oggi rincara: ‘Se qualcuno si è offeso non posso chiedere scusa perché ne sono convinta. Non ho mai parlato di dna. Non negare la camorra è il primo atto per combatterla”.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. La verità …? Ha ragione. Lei nn ha parlato di DNA. Ha parlato di sistema intrinseco alla società perché antico , secolarizzato, e per questo con propaggini nelle istituzioni civili. Ha perfettamente ragione. E nn ha detto che i Napoletani sono camorristi per vocazione. Vogliamo negare l’innegabile?? Nn serve . A nulla. Napoli , ed in parte buona parte della Campania, nn è dissimile dAl Venezuela e da altre realtà sudamericane . Punto. Quando dicono che Milano è pericolosa come Napoli, mi fanno ridere. Mescolando i crimini sommando le patate alle cipolle. A Napoli nn se ‘po c campá. Ok. Detto questo, impegniamoci nel trovare rimedi. E badar ebbene, ci vorranno, partendo da subito, 2/3 generazioni. Saludos

  2. perchè nel tuo sistema dimentichi le migliaia di persone che vivono onestamente, che combattono, che mouiono anche per affrancarsi dalla delinquenza….curati!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.