La Salernitana si risveglia ma nel finale il Cesena la gela: all’Arechi è 1-1

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Salernitana_Cesena_2015_42Termina con un pareggio all’Arechi la sfida tra Salernitana e Cesena. Granata che giocano  un bel primo tempo dove colpiscono due legni e vanno in gol alla mezz’ora con Andrea Bovo,  respingendo le sortite offensive romagnole con uno Strakosha in giornata. Nella ripresa Drago inserisce Ciano (a lungo corteggiato in estate da Fabiani) al posto dell’ex Ragusa e la partita cambia. E’ proprio l’ex Crotone che prima impegna Strakosha con due calci piazzati e poi al 35’ trova il pari rubando in area il tempo ad Empereur e battendo l’incolpevole portiere albanese. La Salernitana non ci sta e prova la riscossa ma nel finale Coda e Troianiello (con Gabionetta già sostituito) sono troppo stanchi per trovare il guizzo decisivo, anzi al 95’ è Lucchini del Cesena che di testa sfiora la beffa finale.

Sotto lo sguardo attento di Marco Mezzaroma e Claudio Lotito Torrente si gioca dunque la panchina contro il Cesena. Impegno difficilissimo contro la squadra più in forma del momento ovvero i romagnoli di Drago. I granata sono reduci da tre sconfitte di fila e si trovano di fronte la seconda forza del campionato.  Come se non bastasse, il trainer granata deve fare i conti con emergenze in tutti i reparti del campo. Colombo ancora out e forfait di Donnarumma. Assenze che si aggiungo a quelle di Pestrin per squalifica, e con una infermeria affollata: Trevisan Eusepi, Nalini e Tuia. In campo gli acciaccati Lanzaro, Bovo e Gabionetta. Uomini contati dunque per Torrente.

Il tecnico di Cetara all’ultim’ora si affida nuovamente al portiere albanese Strakosha per non bocciarlo definitivamente. Fiducia dunque al portierino scuola Lazio con Terracciano che scivola in panca. In difesa Pollace a destra non convince ancora e al suo posto viene adattato Lanzaro. I centrali sono Schiavi ed Empereur con Rossi che agirà lungo l’out sinistro. Centrocampo a tre orfano del capitano Pestrin. Le chiavi della mediana affidatate a Sciaudone appoggiato da Bovo e Moro. In attacco scelte obbligate: ritorna Gabio-gol anche se con qualche acciacco e Troianiello. Punta centrale il chiacchieratissimo Coda che vuol far ricredere tutti sul suo conto. In panchina presente la baby punta Cappiello. Si gioca in un Arechi con larghi spazi vuoti. Appena 1500 i biglietti staccati fino a ieri con circa 150 suppoters da Cesena

Il Cesena ha realizzato 15 gol nelle prime otto giornate di campionato, secondi a pari merito con il Cagliari. Statistica tenuta in piedi dal gran rendimento dellʼex granata Ragusa senza dimenticare le prestazioni in crescendo del gigante Djuric e di Garritano. Konè e Cascione affiancheranno Kessie in mediana. Perico, Lucchini, Caldara, Renzetti faranno da scudo a Gomis.

LA PARTITA. Pinzani di Empoli alle 15 dà l’inizio delle ostilità. Terreno in buone condizioni e sole primaverile sull’Arechi. Parte subito aggressivo il Cesena di Drago con i granata che sembrano ben equilibrati in campo. Al 2’ tegola per Torrente: dopo un contatto in area Schiavi Ragusa, il centrale granata è costretto a uscire in barella per un colpo al volto. Il difensore granata viene medicato e ritorna in campo. Romagnoli che nei primi minuti adoperano un pressing molto alto costringendo a Moro e compagni a giocare di rimessa. Al 7’ si vede la Salernitana: cross dalla sinistra per Coda che di sponda serve Sciaudone chiuso in corner. Dalla bandierina la sfera termina a Bovo che conclude debolmente fuori.

Primo corner anche per gli ospiti un minuto dopo: solo mischia in area campana. Al 10’ sugli sviluppi di un altro corner, Kone calcia verso la porta granata e Schiavi intercetta nettamente con la mano: l’arbitro Pinzani lascia correre. Al quarto d’ora scambio Rossi-Coda con quest’ultimo che scarica per Sciaudone che di prima intenzione colpisce bene ma è impreciso. Al 20’ la prima vera occasione è granata: Coda lanciato sul filo dell’offside si presenta tutto solo dinanzi a Gomis, ma la sua conclusione debole viene ribattuta da Caldara in corner. Al 22’Gabionetta calcia alto dal limite a conclusione di una bella pressione offensiva della Salernitana. Alla mezz’ora si fa vedere l’ex Ragusa: bello slalom sulla sinistra con il mancino e conclusione di destro a giro che termina alta. Al 32’ granata in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Coda colpisce il palo di testa e sulla seconda palla Perico invece di allontanare serve Bovo che batte a rete: deviazione decisiva di Lucchini e Gomis battuto per l’1-0 campano.

L’Arechi espolde e gruppo che abbraccia mister Torrente. Al 35’ reazione del Cesena con colpo di testa di Djuric che a pallonetto impegna Strakosha che con un colpo di reni sventa in corner. Gli uomini di Drago non ci stanno e si gettano a capofitto in avanti rischiando le ripartenze locali. Al 41’ fallo di frustrazione di Kone che si becca il primo giallo del match. Sul finale di tempo ancora Djuric di testa dopo un bel cross di Perico impegna Stakosha in presa alta che blocca. Negli ultimi minuti di recupero due occasionissime per entrambe le squadre: al 48′ Garritano solo davanti a Strakosha colpisce il palo, Perico sulla respinta non è reattivo e la manda fuori.

Un minuto dopo da un calcio d’angolo Empereur colpisce di testa a botta sicura con la sfera che si infrange sul palo, la sfera termina sui piedi del brasiliano che manda incredibilmente fuori. Dopo 4 minuti di recupero termina la prima frazione all’Arechi con una combattiva Salernitana in vantaggio ma con il Cesena certamente non sottomesso.

SECONDO TEMPO. Comincia la ripresa con gli stessi schieramenti invariati. Subito Bovo tenta la botta dalla distanza con Gomis che controlla. Al secondo una bella combinazione Coda – Troianiello non trova l’ex Sasssuolo pronto all’impatto. Ancora pungente la Salernitana di rimessa al 5’ con Gabionetta servito da Coda che di sinistro non trova lo specchio. Al 6’ Drago gioca la carta Ciano per Ragusa: non cambia niente tatticamente nel Cesena. Al 12’ gli uomini di Torrente sfiorano il raddoppio: Lanzaro in una delle rare incursioni offensive scambia con Coda e dal limite dell’area lascia partire un destro che sfiora il palo destro di Gomis.

Al 13’ Bovo trattiene Kone e si becca il giallo: punizione cesenate come un corner ravvicinato che Ciano batte diretto in porta ma Strakosha si oppone magistralmente con i pugni. Drago si gioca il jolly Succi rilevando uno spento Kone. Torrente risponde con Perrulli che rileva Gabionetta ammonito e sottotono rispetto le precedenti apparizioni all’Arechi. Al 22’ un cross dalla destra trova la difesa granata coperta con Lanzaro che di testa sbroglia la minaccia di Succi e Garritano già in agguato. Dopo una buona palla che Coda sciupa, al 25’ punizione pericolosa per i romagnoli con Ciano che di destro a giro impegna Strakosha che blocca.

Dopo un minuto uno scontro a centrocampo non viene redarguito dall’arbitro e permette a Djuric di involarsi verso Strakosha ma Lanzaro e Schiavi recuperano in extremis, con quest’ultimo che protesta con l’arbitro che gli sventola il giallo sotto al naso. Il Cesena inserisce anche Mazzotta a sinistra per Renzetti per aumentare le incursioni laterali. Proprio Mazzotta si procura subito una punizione che Ciano pennella per Succi che di testa manda incredibilmente fuori. E’ solo il Cesena in campo è al 35’ un bel cross dalla sinistra pesca Ciano in area che anticipa Empereur e batte stavolta Strakosha per l-1. La Salernitana non ci sta e prova la riscossa sottoponendosi al contropiede ospite che potrbbe diventare micidiale al 37’ quando Djuric sciupa una ghiotta opportunità. Al 40’ si fa male Schiavi ed entra Franco nei granata con Lanzaro che passa a centrale. Ultimi minuti con i granata che cercano più con il cuore che con le gambe la via del raddoppio ma Troianiello e Coda non ne hanno più. Al 5’ di sei minuti di recupero calcio piazzato di Ciano e palla a Lucchini che sfiora il clamoroso 1-2 in zona Cesarini. Termina tra qualche applauso e qualche fischio quello che per Torrente sa di un brodino caldo. Ora i granata sono attesi dall’impegno di Lanciano martedi.

TABELLINO SALERNITANA-CESENA 1-1

 SALERNITANA (4-3-3): Strakosha; Lanzaro, Schiavi (42′ st Franco), Empereur, Rossi; Sciaudone, Moro, Bovo; Troianiello; Coda, Gabionetta (20′ st Perrulli). A disp: Terracciano, Pollace, Trozzo, Milinkovic, Odjer, Nappo, Cappiello. All: Torrente.

 CESENA (4-2-3-1): Gomis; Perico, Lucchini, Caldara, Renzetti (31′ st Mazzotta); Kessie, Cascione; Garritano, Koné (19′ st Succi), Ragusa (7′ st Ciano); Djuric. A disp: Agliardi, Magnusson, De Col, Gasperi, Moncini. All: Drago.

 Arbitro: Sig. Riccardo Pinzani di Empoli (Bellutti/Chiocchi; IV uomo: Strippoli)

 NOTE Marcatori: 33′ pt Bovo (S), 34′ st Ciano (C); Ammoniti: Bovo, Gabionetta, Schiavi, Lanzaro (S), Kone, Perico, Gomis (C); Angoli: 7-8; Recupero: 5′ pt – 6′ st; Spettatori: 9520 di cui 100 circa provenienti da Cesena.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Commenterò cercando di mantenere la calma, ma vi prego, faccio un appello ai giornalisti e al Direttore: Potete chiedere a Fabiani perché PERRULLI nella rosa della Salernitana e soprattutto potete chiedere al signor Torrente, perché LO SCHIERA!? Ha fatto entrare Perrulli, ha abbassato la squadra ed ha fatto pareggiare il Cesena, come il più dilettante degli allenatori che c’è!

  2. senza decisione e cattiveria ( vedi Empereur nell’occasione del pareggio ) non si va’ da nessuna parte,dispiace dirlo pero’ Fabiani quast’anno non ci ha preso per niente

  3. Ho seguito la trasmissione su telecolore,poco fa,24/10/2015 ore 20.00 e ho dovuto assistere a un pseudotifoso,intervistato che chiedeva ai tifosi di riempire lo stadio invece di andarsi a mangiare la pizza,probabilmente questo egregio giovanotto,di cui non cito nome e cognome che si vanta di recarsi allo stadio…ha i suoi business,perchè per andare allo stadio o abbonarsi,costa!!!!E probabilmente il presidente gli ha comprato l’abbonamento,che culo!!!!Tra cui… stringergli la mano e dirgli “A disposizione”!!!! Ma de chè!!!! Manco fosse o professor e vesuvian!!!
    Ridicolo,forse il giovanotto non lo sa che la fede non ha prezzo,forse il giovanotto non lo sa che certa gente quando non fa il proprio dovere piglia i pakkr,forse non lo sa che la realtà della vita è cambiata,la pizza me la mangio quando voglio e con chi voglio,quando vedrò i risultati della mia squadra…semmai li vedrò….pago e ringrazio,non vado a leccà il culo a nessuno!!!! Io!!!!!!! Pseudotifoso cresci e ricordati quando si andava al Vestuti,quando ogni domenica era sangue e arena,quando si tornava a casa contenti anche se si perdeva.Per Lotito presidente,per favore,non venire a fare cassa a Salerno,se si omm,lasci la Lazio e ti trasferisci qui,a Salerno.Ma non ti conviene….perchè tutt fa brodo!!! Allora sai cosa ti consiglio???Prenditi lo stadio!Allora si che sei padrone!!!Ma ora tu per me sai cosa sei??? puntini puntini puntini!!!!Caccia i danari….e noi sapremo ricompensarti.La gallina non è sempre da uova d’oro,si fa vecchia e diventa buona per il brodo!!!;-)

  4. Cosimo…tu nun stai buon!!!a pizz u tifos a bbonament i gallin….ma che dici ??manlo sai che se non era per questo signore tu ancor faciv u tif pu saliern calcio???ancora deve cacciare soldi??per cosa??per poi vedere che allo stadio vanno 4 gatti??apri i distinti lotito…così diceva la gente…ma iatev a curca’…poi mettono gli striscioni dicendo che non gli importa in che serie e con che risultati…bah

  5. Cosimo…tu nun stai buon!!!a pizz u tifos a bbonament i gallin….ma che dici ??manlo sai che se non era per questo signore tu ancor faciv u tif pu saliern calcio???ancora deve cacciare soldi??per cosa??per poi vedere che allo stadio vanno 4 gatti??apri i distinti lotito…così diceva la gente…ma iatev a curca\’…poi mettono gli striscioni dicendo che non gli importa in che serie e con che risultati…bah

  6. ah il difensore della patria è uscito,magari stess facenn o tifo per il Salerno Calcio…almeno non mi montavo la testa,tanto Salerno è stata sempre così…quando le cose vanno bene tutti presenti,quando le cose vanno male tutti a casa.Ribadisco il concetto a gallina s fà vecchia e non è buona più da spremere…arriva un altro pseudo presidente e bla bla bla bla…chi ci aveva portato in seria A sta ancora pagando perchè era arrivato troppo in alto…quello venuto dopo…nun ne parlamm proprio…la politica…e il calcio….due estremi opposti.Questo che è subentrato è nu pok peggio…tanto si sa che è tutto un business,quindi per favore smettetela di dire che la gente deve andare allo stadio,fare l\’abbonamento ecc,quando le partite torneranno ad essere giocate solo la domenica alle 15 allora,forse me faccio l\’abbonamento,ma pè piacer!!! Sò tutte scuse,facessero risultato in campo e in società,se gli sta bene…bene!!!Sennò se ne pò pur turnà a Roma….ciao ciao incazzatissimo.

  7. Il casertano Terracciano fuori, il cavaiuolo Schiavi fuori due mesi… Dai Eusepi e Donnarumma tornate in campo e cacciamo via pure l’altro caviuolo Coda….spiace dirlo ma a Salerno Casertani,Cavaiuoli e Nocerini alla Chianese ha sempre fatto i tifosi quindi sabotatori che i professionisti! Non si tratta di essere provinciali ma certa gente non può indossare la maglia granata come chiedere a Totti quanti gol avrebbe regalato alla Lazio se fosse stato un suo calciatore vi avrebbe risposto Zero visto che Odia “sportivamente” la Lazio, Terracciano Coda e Schiavi questo fanno, soprattutto quello che si è fatto espellere a Pescara lo hanno visto sabato sera al San Paolo per Gnapule-Gnuve come fece Mendicino l’anno scorso vi ricordate si inventò un infortunio e la sera poi si fece il selfie allo stadio per Gnapule-Lazie semifinale Telefonia Cup…..ma a chi volete prendere in giro…non censurare

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.