Ambiente, rischi e salute: se ne parla all’Ordine dei Medici di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
medici_medico_generico_salerno_sanità“Ambiente, rischi e salute” è il tema del convegno, organizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, in collaborazione con l’Associazione Italiana Donne Medico e la Commissione Nazionale Formazione Continua, che si terrà DOMANI giovedì 29 ottobre alle 9, nella Sala Conferenze dell’Ordine, in via Santi Martiri Salernitani, 31 a Salerno. Dalla città inquinata alla foresta incontaminata, la relazione tra l’individuo e diversi fattori ambientali può risultare significativa, sia in stato di benessere che di malattia. I dati epidemiologici cominciano a evidenziare l’incidenza dell’inquinamento, quale significativo fattore di rischio, anche per l’insorgenza di tumori. Solo l’inquinamento atmosferico è responsabile ogni anno in Italia di circa 30 mila decessi.

Il convegno intende richiamare l’attenzione sulla necessità del mantenimento dell’equilibrio ambiente/salute tramite l’incrocio tra dati ambientali, territoriali ed urbanistici, epidemiologici, della mortalità così come di altri indicatori sanitari, demografici, culturali e sociali. Introdurranno il Presidente dell’Ordine Bruno Ravera e la Presidente dell’Associazione Italiana Donne Medico Caterina Ermio. La mappa dei rischi ambientali sarà tracciata dalla Presidente dell’Associazione Italiana Donne Medico della provincia di Salerno Giuseppina Plaitano. Di inquinamento ambientale e interno parlerannoGiovanni De Feo (professore aggregato di Ingegneria Sanitaria e Ambientale all’Università di Salerno), Natalino Barbato (Dirigente Pneumologo all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno) e Mario Infante (Endocrinologo).

Sull’ozono si soffermerà Anna Spada (docente a contratto sulla sicurezza del lavoro all’Università di Salerno); sul ruolo delle radiazioni Cristina Ripoli, fisico dottorando all’Università di Salerno; sui cibi spazzatura e i cibi transgenici Elena Lombardi, farmacista, biologa, nutrizionista. Nel pomeriggio, dalle 14, parlerà di Epidiemologia dei tumori Clementina Savastano, responsabile del DH oncologico dell’ospedale di Salerno; illustrerà i dati del registro tumori della Campania, in relazione all’inquinamento ambientale l’oncologoMario Fusco, direttore del Registro Tumori Asl Napoli 3 Sud; su territorio e agricoltura, il caso della piana campana, relazionerà l’agronomo Antonio Di Gennaro; la patocenosi delle malattie umane e la lezione di terra dei fuochi, saranno oggetto della relazione di Antonio Marfella, dirigente medico di farmacologia. I moderatori saranno i medici e dirigenti Caterina ErmioMaddalena CuofanoGiuseppina CirannaAnnamaria CasconeBruno Ravera,Gaetana Melchiorre.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.