Ospedale Cava, Cirielli: «Dov’e’ finito De Luca?»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
ospedale-cava-tirreni“Dov’è finito De Luca? Cosa sta facendo per dare dignità all’ospedale di Cava de’Tirreni? Ginecologia è chiusa. È questo il lavoro serio che ha promesso ai cavesi? Smetta di fare lo struzzo e dia le risposte di cui il nostro territorio ha bisogno.

La campagna elettorale è finita ormai da un pezzo. Qualcuno glielo dica. È l’ora dei fatti”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

“I ridimensionamenti degli ospedali di Cava de’Tirreni e di Mercato San Severino – spiega – hanno determinato una situazione gravissima. Il Ruggi, designato da Caldoro quale grande polo ospedaliero universitario, riferimento non solo per Salerno e provincia ma per tutto il Sud, è praticamente al collasso”.

“Per le donne cavesi – continua Cirielli – oltre al danno, c’è la beffa. Non solo non potranno partorire al Santa Maria dell’Olmo, ma dovranno farlo tra gravi disagi, in una struttura, purtroppo ridimensionata e ingolfata, quale è oggi il Ruggi”.

“De Luca non offenda e non mortifichi la nostra comunità – conclude-. Dimostri di non essere venuto a Cava de’Tirreni a prendere i voti, ingannando con falsi proclami i cittadini”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Caro Formisano,
    De Luca è sempre stato al di sopra di ogni colore politico e per ora è tra i pochi alla Regione, a fare il tifo per Salerno e provincia. Cava, ma anche l’agro nocerino e il Cilento, sono poli importantissimi per l’intera provincia salernitana. Unica pecca della nostra straordinaria provincia è che c’è una minoranza di persone, che semina attrito tra Salerno e la sua stessa provincia. Questi provincialismi lasciamoli solo nello sport e non nella vita reale. Anzi, eliminiamoli anche dallo sport. Salerno è una sola bandiera, da Scafati a Sapri. In Regione abbiamo un Governatore straordinario, che dopo aver ripulito dalla munnézza la parte marcia della Campania, speriamo possa dedicarsi un po’ anche alla sua amata provincia.

  2. Cirielli è veramente curioso. Parla proprio lui che non ha fatto nulla per Salerno, favorendo Nocera. Si vergognasse

  3. Ricapitolando se non aprano più il reparto di ginecologia a Cava, i cavaiuoli saranno costretti a far nascere i propri figli a Salerno hahahahahah ben gli stà, tanto i cavaiuoli sono Caldoriani adesso che fanno vanno appresso al Nocerino Cirielli hahhhahh

  4. Cirielli io se fossi in te mi vergognerei di quello che dici per arrivare a DE LUCA devi mangiarti pagnotte di pane
    Grande ZI’ Vicienz

  5. i cavaiuoli avranno sulla carta d’identità Salerno quale luogo di nascita… ahahahahahah ben gli sta a votare Cirielli

  6. i cavaiuoli hanno anche altre possibili alternative rispetto a Cava… per esempio Nocera o Battipaglia

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.