Al Teatro Diana di Salerno “Toledo Suite” di e con Enzo Moscato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Toledo_SuiteQuarto appuntamento al Teatro Diana di Salerno, nell’ambito della stagione di Casa del contemporaneo, con Enzo Moscato uno dei suoi abitanti. In Toledo Suite sulle note delle musiche – eseguite dal vivo da Claudio Romano, Paolo Sasso  e Paolo Cimmino – Moscato interpreta da raffinato e colto chansonnier, brani di Bertolt Brecht, Marguerite Duras, Raffaele Viviani, Kurt Weill, Nino Taranto, E. A. Mario, Farfariello…  tracciando l’itinerario di un viaggio musicale, messo a punto da Pasquale Scialò. Canzoni popolari della tradizione e arrangiamenti preziosi e originali per uno spettacolo\recital emozionante e suggestivo. Sullo sfondo le immagini create appositamente da Mimmo Paladino.

Titolo dello spettacolo – che rappresenta e sintetizza il senso, l’intensità e la voce del lungo percorso teatrale di Enzo Moscato – è Toledo suite, un appassionato omaggio al suo quartiere dell’infanzia – Toledo – e alla sua città: Napoli culla di visioni e canzoni, di purezza e contaminazioni “di anìmiche o corporali prigionie, così come di accese, libertarie fantasie – entrambe espresse da figure marginali e imbastardite: prostitute, sognatori, pazzi – che con la musica hanno in comunanza la splendida gratuità e la stranita perdita, sempre in bilico precario tra memoria e nostalgia o tra voglia di riscatto e ribellione”.

La canzone napoletana è poi il mezzo più appropriato per narrare, uno dei generi più ibridi e vicini al concetto di teatro, una sorta di drammaturgia sonora, un vincente amalgama di canto scenico, recitazione e musica. Suite di parole e suoni, di accenno di racconto e suo morire, la cui meticcia lingua è, al contempo, passato e reinvenzione, ferite e loro oblio, rispetto e travalicamento di un’antica, gloriosa tradizione (Petito, Scarpetta, De Filippo, Taranto, Viviani…) e spazio nuovo, utopico, per inediti, possibili universi. Da far baluginare – in un tempo di meteora – nell’aura eternizzante della scena.

Lo spettacolo sarà in scena venerdì 19 e domenica 21 febbraio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.