Europa, Italia (di Cosimo Risi)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

cosimo risiScrive Woody Allen: Marx è morto, Dio è morto, ed io non mi sento tanto bene. La battuta si può applicare all’Unione europea e al nostro paese.

L’Europa non sta passando un buon momento e l’Italia non è da meno. Questo riguardo alle relazioni internazionali.

In Europa accade che il Governo olandese, sempre in cerca di conferme, sottopone a referendum la ratifica dell’accordo di associazione UE – Ucraina. L’accordo fu il detonatore nel 2014 della crisi con la Russia, che sospettò che l’associazione di Kiev all’UE preparava la sua adesione alla NATO. Una minoranza dell’elettorato olandese vota a maggioranza contro la ratifica. Il referendum è consultivo e a rigore il governo può soprassedere.

I commentatori dubitano che lo farà. A che serve consultare il popolo se poi non ci curiamo del verdetto? E’ pure opinione che l’accordo entrerà in vigore lo stesso (una parte lo è già) grazie agli artifici giuridici di Bruxelles. Ma il segnale resta e suona l’allarme per il referendum, quello sì potenzialmente dirompente, che si celebrerà in giugno nel Regno Unito: il cosiddetto Brexit. Uscire dall’Unione o starci dentro?

L’Italia si trova, suo malgrado, nella crisi diplomatica con l’Egitto. Lo scenario è noto, l’esito è quanto meno incerto. Di sicuro c’è che il nostro Ambasciatore al Cairo è richiamato a Roma per consultazioni. La formula è volutamente anodina. Sta a significare che io manifesto il mio malcontento abbassando il rango delle relazioni diplomatiche. Queste restano  al livello dell’Incaricato d’Affari, il sostituto dell’Ambasciatore quando sta fuori sede per qualsiasi ragione. La misura s’intende come provvisoria. Se la situazione si chiarisce, l’Ambasciatore rientra in sede, altrimenti la vacanza può durare un certo tempo.

Fra le altre mosse da contemplare è quella del raffreddamento dei rapporti commerciali, culturali, turistici.  Ora che l’ENI ha avviato una cooperazione nel settore petrolifero che si annuncia fruttuosa, la misura può comportare conseguenze nei due sensi. Per non parlare dei movimenti turistici, già messi a repentaglio dagli attacchi terroristici nella località più amata sul Mar Rosso. Una partita “lose – lose”, dove ambedue i giocatori perdono e il danno sarà duro da risarcire.

La formula residuale è del “business as usual”. In pratica: circoscriviamo la divergenza affinché non influisca sul ciclo degli affari. Ma questa opzione non funziona nel caso in specie Volendo evitare il ripetersi di un’altra crisi internazionale, la determinazione è di rigore. E non è detto che non dia i suoi frutti, al di là dell’effetto che produce sulla nostra popolazione per i risvolti mediatici e umanitari.

Cosimo Risi

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.