Fonderie Pisano: individuato il suolo industriale per la delocalizzazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Fonderie_PisanoNei giorni scorsi la proprietà delle Fonderie Pisano & C. SpA ha definito l’atto di compravendita di un suolo in area industriale in provincia di Salerno. Si è, quindi, proceduto al reperimento del sito alla luce del percorso di delocalizzazione di cui si è diffusamente discusso nella riunione dello scorso mese di luglio presso il Ministero delle Attività Produttive a Roma.

In considerazione dell’acquisto del suolo, nei prossimi giorni la proprietà dell’azienda inoltrerà formale richiesta di incontro ai rappresentanti delle Istituzioni – Sindaco del Comune sul cui territorio insiste l’area acquisita; Presidente della Regione Campania ed Assessori interessati per Deleghe afferenti; Presidente della Provincia, Sindaco di Salerno – ed al dirigente competente del Ministero delle Attività Produttive.

Il reperimento in proprietà del suolo si configura come il passaggio fondamentale per delineare con chiarezza il destino delle Fonderie, ma è del tutto evidente che diventa ora necessaria la collaborazione istituzionale – di cui, peraltro, non vi è motivo di dubitare – al fine di cogliere l’obiettivo, nel più breve tempo possibile, di salvaguardare l’attività produttiva e, naturalmente, i posti di lavoro che essa fino ad oggi ha garantito.




“E’ per queste motivazioni – dichiara il Presidente delle Fonderie Pisano, Mario Pisano – che rivolgiamo un vero e proprio appello alle Istituzioni e a tutte le forze sociali – al fine di essere accompagnati e sostenuti nei prossimi giorni nel percorso che ci accingiamo ad attivare, sottolineando che l’impianto produttivo che intendiamo realizzare nell’area acquistata fornisce tutte le garanzie dal punto di vista dell’impatto ambientale con prioritario riferimento alla salvaguardia della salute della popolazione e dei cittadini residenti, secondo la nostra costante consuetudine. Le tecnologie individuate consentono di potere affermare che ogni emissione sarà ampiamente al di sotto dei parametri indicati dalla normativa europea ed italiana vigente”.

“E’ estremamente importante – ha concluso il Presidente Pisano – ribadire quanto affermato anche in sede ministeriale: per la sopravvivenza dell’azienda è da ritenersi sostanziale la continuità del ciclo produttivo: solo con queste modalità sarà possibile conservare il portafoglio clienti con relative commesse e mantenere i livelli occupazionali. Naturalmente, riconfermiamo la più totale disponibilità alla piena collaborazione con le Autorità inquirenti al fine di realizzare un ciclo di monitoraggio delle emissioni con l’obiettivo di continuare a perseguire  la minore invasività possibile, nel costante e pieno rispetto delle leggi vigenti, del processo produttivo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Carissimo signor Pisano il suo discorso non fa una piega e sarebbe pienamente condivisibile se nel mese corrente,quello in cui avete chiesto di essere revisionati dall arpac non avreste reso insostenibile la vita agli abitanti della valle dell’irno.Gentile Signor Pisano deve sapere che le condizioni di vita che lei ci costringe a sopportare per mantenere il portafoglio clienti non è tollerabile in quanto con due bimbi piccoli e con 40 gradi all esterno siamo stati costretti a barricarci in casa. Lei capirà signor Pisano che la nostra disponibilità a non buttare in mezzo a una strada i tanti operai che le stanno “improvvisamente”a cuore non può misurarsi nel tollerare per altri due anni la sua negligenza nel non aver preso provvedimenti prima. Ci perdoni se a oggi non vogliamo più sentire fandonie sulle vostre prevenzioni o richieste di pazienza anche da parte delle istituzioni per far si che la fonderia sopravviva fino al trasloco. Siamo stanchi persino di questo ennesimo appello, la prego ci lasci in pace ci lasci vivere

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.