Salerno, musica e sosta selvaggia a Largo Plebiscito: residenti esasperati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa

largo_plebiscito-1Luci d’Artista gioie e dolori. Mentre da un lato la città si riempie con migliaia di visitatori che prendono d’assalto il fenomeno invernale tra i più forti a livello nazionale, dall’altro lato la rabbia di residenti su un evento che a causa dell’inciviltà di qualcuno e degli spazi troppo stretti di una città poco ampia soprattutto per ciò che concernono strade e parcheggi si sta trasformando in un vero e proprio incubo. I residenti di largo Plebiscito nel centro storico di Salerno sono infatti stanchi, anzi, esasperati di tale situazione.




E dopo aver visto cadere nel vuoto appelli, denunce, richieste di intervento, hanno deciso di tirare in ballo direttamente la Procura, firmando un esposto-denuncia contro un parcheggio selvaggio che ha trasformato la piazza antistante il museo diocesano, in una sorta di garage abusivo.  Le macchine dei residenti restano così ostaggio, mentre l’arrivo di un eventuale mezzo di soccorso sarebbe totalmente precluso. Qualcuno che ha protestato contro i cafoni motorizzati si è ritrovato il finestrino della propria auto in frantumi. In più si registrano schiamazzi, urla e musica alta dei locali della movida fino a tarda ora. I residenti assicurano che non sono contro la movida, anzi.

Il problema è che bisogna rispettare e far rispettare le regole, sia in termini di inquinamento acustico,  sia sul fronte del Codice della Strada. Per scoraggiare posteggiatori abusivi e automobilisti incivili, poche settimane fa il consigliere comunale di Giovani salernitani Dante Santoro, insieme con un gruppo di abitanti del centro storico, fu protagonista di una “ronda” nella piazzetta, «scongiurando almeno una trentina di parcheggi e scoraggiando la presenza di abusivi». Tutto questo, in una fascia oraria, dove quella zona, come altre di Salerno, diventa terra di nessuno.

Fonte La Città di Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. A Salerno i vigili urbani non fanno niente. Niente di niente di niente. Il nulla. Il nulla assoluto. Ma come cavolo è possibile? Sulla carta sono centinaia!! Ma dove sono???

  2. Io l’ho detto un sacco di volte,nei giorni feriali le strade principali sono soggette a parcheggi incivili,figuriamoci nel fine settimana nelle ore notturne,totale anarchia e controlli zero. Ma il famigerato street control già è andato in pensione?

  3. basterebbe fare più multe a chi parcheggia lì…io prima, sbagliando, lo facevo ma dopo aver ricevuto una bella multa preferisco fare 2 giri in più e parcheggiare normalmente. Ma il problema principale è che i vigili non hanno voglia di lavorare e preferiscono sequestrare i palloncini piuttosto che combattere questi fenomeni.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.