Tramonti va in scena con la pizza e i prodotti simbolo che esaltano i sapori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
tramonti-comuneUn viaggio attraverso i sensi, i sapori e i saperi, in cui il filo conduttore è la pizza, prodotto storico della cucina tramontana esaltata in Margherita e le sue sorelle, la trasmissione di Gambero Rosso ideata da Lello Sansone e condotta da Monica Piscitelli.

Un affascinante viaggio nel paese della pizza attraverso i prodotti simbolo di un territorio vocato all’agricoltura eroica, tra cui il Fior di Latte e il Pomodoro Re Umberto.

Tramonti è la patria del Fior di Latte: i monti Lattari si chiamano così perché una volta erano pascolati da mandrie di vacche dalle quali si ricavava la materia prima per produrlo, un latte dalle qualità organolettiche e nutritive così straordinarie da far diventare la zona un punto di riferimento per tutta l’attività casearia della Campania: da qui il Fior di latte di Tramonti si è diffuso nel mondo come latticino d’eccellenza, sinonimo di bontà e di genuinità.

Una piccola curiosità: nel 1889 in occasione della visita a Napoli della Regina Margherita di Savoia, Raffaele Esposito infornò tre diverse pizze.  La preferita della Regina era una pizza che evocava i colori della bandiera italiana – verde (foglie di basilico), bianco (mozzarella) e rosso (pomodori). Quello che si sa è che questa combinazione fu battezzata Pizza Margherita in suo onore; ciò che pochi sanno, invece, è che il Fior di latte usato da Raffaele veniva direttamente dai Monti Lattari, precisamente dalla nostra Tramonti.

Il pomodoro Re Umberto, invece, è un antico ortaggio che risale al XIX secolo. La storia racconta di come questo nome sia un omaggio a Umberto I di Savoia, quando da Re d’Italia visitò Napoli per la prima volta nel 1878. E’ un’eccellente varietà di pomodoro da sugo o conserva, conosciuto anche con il nome “Fiascone”. A Tramonti iniziò ad essere coltivato nei primi anni del ‘900, e i suoi semi vennero diffusi di mano in mano in tutte le tredici contrade.

Non mancheranno, però, curiosità e colpi di scena che esalteranno ancora di più la Divina Montiera.

«Un momento emozionante che scalda il cuore all’indomani del Santo Natale: narrare la storia dei tramontani nel mondo è un orgoglio e un onore che esalta le radici del nostro amato territorio – ha dichiarato l’Assessore alla promozione turistica Vincenzo Savino. La pizza diventa il palcoscenico ideale per presentare il paniere gastronomico e le nostre eccellenze. Un altro momento di grande spessore per Tramonti e la nostra splendida comunità».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.