La Salernitana non decolla: un solido Cesena impone il pari all’Arechi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Termina con il risultato di 1-1 il match all’Arechi tra Salernitana e Cesena. Partita sonnacchiosa fino al ventesimo dopodichè la squadra granata trova il vantaggio con Minala che sfrutta un tiro cross di Coda per depositare con facilità in rete. Ma la gioia campana dura appena 5 minuti perché Cocco al 27’ sfruttando la solita amnesia difensiva ristabilisce il pari. I granata accusano il colpo e sfiorano l’harakiri con Cocco che centra la traversa. Bollini corre ai ripari sostituendo un imbarazzante Tuia con Vitale spostando Perico centrale e Bittante a destra. Nella ripresa gli inserimenti di Donnarumma per uno spento Rosina e di Sprocati negli ultimi dieci minuti non sortiscono gli effetti sperati, anzi è il Cesena in ripartenza a mettere i brividi agli ottomila dell’Arechi che tornano a casa nuovamente con l’amaro in bocca.

Salernitana-Cesena dunque poteva essere la partita della svolta. Tra granata e romagnoli alla vigilia ci sono tre punti di vantaggio a favore dei ragazzi di Bollini. Salernitana 31, Cesena 28. Ospiti a tre punti dall’aggancio, padroni di casa a tre punti dalla Virtus Entella che occupa l’ottavo posto utile per la zona play off.  Per la squadra di Bollini, vincendo, si può ipotizzare un altro scenario (Trapani, Spal e Benevento dopo la gara di oggi). I padroni di casa devono però rinunciare ad un pilastro della difesa, Bernardini, a Della Rocca in mezzo al campo e a Donnarumma in avanti che parte ancora dalla panchina per un fastidio al polpaccio.

La squadra parte con il 4-3-3 per cambiare eventualmente a partita in corso senza attingere dalla panchina. Davanti a Gomis agiscono Perico sulla destra con Tuia e Schiavi al centro e Bittante a sinistra a sorpresa al posto di Vitale che scivola in panca. A centrocampo tutto confermato con Minala e Busellato ai lati di un redivivo Ronaldo in cabina di regia.

In attacco invece Rosina e Improta saranno gli esterni con Massimo Coda punta centrale. Sprocati nuovamente in panchina mentre Odjer spera in qualche altro spezzone di gara stavolta dinanzi ai propri tifosi che anche quest’oggi non arrivano ai canonici 10mila.

Il Cesena di Camplone invece si schiera con l’ormai solito e collaudato 3-5-2, modulo che ha sostituito il 4-3-3 adottato dai romagnoli fino a qualche tempo fa. In porta c’è Agliardi, con Rigione, Perticone e Ligi in difesa. Centrocampo formato da Balzano, Garritano, Crimi, Konè e Renzetti, con la coppia Ciano-Cocco davanti.

Arbitra La Penna di Roma.

LA PARTITA

Cielo grigio sull’Arechi in un pomeriggio dalle temperature comunque più primaverili che invernali. Squadre in campo con i propri colori ufficiali. Romagnoli che partono senza timori ma Schiavi fa buona guardia.  Al 10’ primo squillo granata: Coda va via in slalom e serve al centro l’accorrente Rosina. Conclusione ciccata e palla che termina altissima sulla traversa. Risponde il Cesena. Renzetti sul secondo palo per la testa di Garritano. Vola Gomis e alza in angolo togliendo il pallone dall’incrocio.

Dopo una fase di studio granata in vantaggio al 22’: Busellato apre sul secondo palo per Coda, che si coordina per la conclusione al volo. Il tiro non è perfetto e si trasforma in assist per Minala, solo in area di rigore che di petto deposita la palla in rete. Esplode l’Arechi e il Cesena subisce il gol nel suo momento migliore ma non si disunisce e dopo cinque minuti trova subito il pari: Cross di Balzano, Cocco tutto solo in area elude la marcatura di Tuia e colpisce di testa superando Gomis non irreprensibile.

La Salernitana inizia a soffrire ed ancora Cocco sfiora il raddoppio ma stavolta Gomis devia in angolo. Dalla bandierina Cocco anticipa tutti sul primo palo e colpisce in pieno la traversa. Sul susseguirsi dell’azione ancora traversone al centro con l’attaccante romagnolo che colpisce con la mano e viene ammonito. Bollini corre ai ripari inserendo Vitale al posto di Tuia con Perico che passa a centrale e Bittante a destra. Intanto anche Crimi viene ammonito per fallo su Busellato.

Ci provano Rosina e Improta ma Agliardi fa buona guardia. Tentativo nel finale di Coda ma senza fortuna mentre allo scadere non viene sanzionato un fallo di Crimi (già ammonito) per fallo su Ronaldo. Proteste e giallo per Minala prima del fischio finale di primo tempo con il camerunense che sul foto finish prende anche il palo.

SECONDO TEMPO  

Seconda frazione che parte con un volitivo Cesena nell’area granata. Al 7’ ci prova Bittante con un tiro forte ma impreciso. Risponde Balzano ma la sfera è fuori. Anche Coda ci prova ma la sua conclusione non fa male ad Agliardi mentre Perico finisce sul taccuino per fallo sull’indemoniato Cocco dopo una palla persa da Vitale.

Bollini si gioca la carta Donnarumma al quarto d’ora al posto di uno spento Rosina ma è ancora Cocco all’altezza del dischetto a ciabattare la sfera con Gomis che si ritrova la palla tra le braccia. In ripartenza la sfera termina a Coda che dinanzi ad Agliardi tenta lo scalino che non gli riesce. Konè ferma con la mano Ronaldo e si becca il giallo. Ma è ancora la Salernitana pericolosa: Coda si ricorda di Donnarumma e lo serve al bacio, il tiro di piatto del biondo centravanti fa solo imprecare i tifosi con la sfera sul fondo.

Entra Vitale nel Cesena al posto di Crimi al 26’. Alla mezz’ora Ciano da posizione impossibile e su punizione prova a sorprendere Gomis che è ben attento stavolta. Dopo un gol annullato a Donnarumma per fuori gioco Camplone inserisce Laribi per Garritano. La Salernitana spinge: Ronaldo prova la botta dalla distanza con Agliardi che si distende in corner. Uno stanchissimo Improta commette fallo su Konè e termina sul taccuino dell’arbitro romano. Bollini tenta il tutto per tutto inserendo Mattia Sprocati al posto proprio di Improta. Cesena pericoloso prima con un cross di Balzano con Minala che ci mette una toppa e con Ciano non abile a sfruttare un indecisione sull’asse Bittante-Schiavi. Tre minuti di recupero ma i granata non ne hanno più nelle gambe e termina con un giusto 1-1 e con un campionato che ancora non prende una svolta.

SALERNITANA-CESENA 1-1

SALERNITANA (4-3-3): Gomis; Perico, Schiavi, Tuia (34′ pt Vitale), Bittante; Minala, Ronaldo, Busellato; Rosina (15′ st Donnarumma), Coda, Improta (41′ s.t. Sprocati). A disposizione: Terracciano, Luiz Felipe, Mantovani, Odjer, Zito, Joao Silva. Allenatore: Alberto Bollini

CESENA (3-5-2): Agliardi; Rigione, Perticone, Ligi; Balzano, Garritano (34′ st Laribi), Crimi (25′ st Vitale), Kone, Renzetti; Ciano, Cocco. A disposizione: Agazzi, Donkor, Falasco, Capelli, Di Roberto, Panico, Setola. Allenatore: Andrea Camplone

Arbitro: Federico La Penna di Roma 1

Assistenti: Lorenzo Gori (sez. Arezzo) – Edoardo Raspollini (sez. Livorno).

IV uomo: Luigi Carella (sez. Bari).

Reti: 22′ pt Minala, 27′ pt Cocco

Note: Ammoniti: Cocco, Crimi, Ronaldo, Minala, Perico, Kone

Calci d’angolo: Salernitana: 2 – Cesena: 6

Recupero: 1′ pt – 3′ st

Spettatori: 8990

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Una buona partira tra due squadre che meritano la classifica attuale
    e che sinceramente non possono ambire di piu’.

  2. La partita di oggi credo che abbia detto due cose incontrovertibili.la prima e’ che Coda e Donnarumma devono giocare insieme sempre.
    Con i due in avanti abbiamo avuto le possibilita’da gol che non abbiamo avuto nel primo tempo;
    la seconda e’ che Rosina ed Improta sono un equivoco tattico, insieme non possono giocare.
    Rosina svaria molto e a volte va a rompere le uova ad Improta e perfino a Ronaldo. Sara’ un caso, ma uscito Rosina, i due sono saliti di tono.
    Per finire se Gomis e’ stato preso perché Terraciano era debole nelle uscite mi sa che abbiamo fatto un buco nell’acqua. A volte Gomis mi da l’idea di essere addirittura piu’ scarso.
    Detto cio’. Pensiamo a salvarci il prima possibile .

  3. D’accordo sull’analisi fatta da Marco soprattutto sul portiere (ma sulle palle alte sa uscire? a me pare proprio di no )anche su Improta avrei qualche dubbio, mi sembra scarsino.

  4. Oggi 2 punti persi contro una squadra sicuramente molto più forte della salernitana.Formazione sbagliata,solite amnesie difensive,cambi in ritardo e giocatori fuori condizione,questa squadra ancora non ha trovato.una sua fisionomia e formazione tipo,poi anche oggi il campo ha detto che coda e donnarumma a prescindere dal modulo devono giocare insieme solo così si può vincere.E meglio guardarci dietro hanno vinto avellino Novara e il trapani prossimo ns avversario ha preso un punto a la spezia,pensiamo a fare i punti per la salvezza al più presto possibile e poi dopo vediamo se i play off sono alla nostra portata ma credo che obiettivamente siano un traguardo difficile.

  5. un passo avanti ,un passo indietro,una settimana puntiamo ai playoff l’altra pensiamo a salvarci…la realtà è che siamo mediocri sia di rosa che di allenatore,solo fabiani esce dalla mediocrità perchè lui è totalmente incompetente

  6. La differenza tra noi e le altre squadre e che noi l’anno prossimo siamo regolarmente iscritti senza alcuna preoccupazione mentre altre squadre tra chi si chi no e chi non si sa…personalmente salire per poi fare la fine del Crotone…no grazie!

  7. Ma che dici, in estate si diceva che Brescia,Vicenza,Pisa avrebbero avuto problemi ad iscriversi, invece si sono iscritte regolarmente e non hanno avuto nessun punto di penalizzazione, è caduta pure questa favola che ci vuole raccontare Lotito che lui paga gli stipendi e non ci sono problemi finanziari, finiamola con questo finto vanto della solidità societaria! Lotito avesse mandato via Fabiani avrebbe risparmiato anche un bel po di soldi, guarda i soldi buttati per Rosina, i prestiti di Terracciano,Improta, lo stipendio di Schiavi ecc. tutti soldi buttati!

  8. Come si vede che sei uno che segue la salernitana da un paio d’anni…la favola è quella che vi fate raccontare dai giornalai salernitani

  9. Portiere: senza nulla togliere al bravo Terracciano, Gomis ha una sicurezza e una padronanza, con le mani e con i piedi di livello diverso.
    Io noto – al di là di ottimi ed evidenti interventi in queste 5 partite (ma li avete visti)- un tasso tecnico superiore. E questo da maggiore sicurezza al reparto arretrato, si è notato. E anchei numeri (3 goal subiti in 5 partite) sono dalla sua parte.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.