Sarno: sicurezza scuola Serrazzeta dopo crollo, avviate verifiche

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Siamo i primi ad essere indignati per quello che è successo, prima da genitori e poi da amministratori. Abbiamo atteso anche l’esito dei sopralluoghi dei vigili del fuoco per avere maggiore cognizione dell’accaduto e soprattutto, di ulteriori possibili ripercussioni. Abbiamo avviato serrate verifiche interne perché, se esistono responsabilità per quanto successo, esse andranno perseguite. Siamo accanto ai genitori e, con forza, abbiamo avviato le attività anche sugli interventi a farsi, sui quali saremo estremamente vigili”. Questo il pensiero dell’Amministrazione Comunale di Sarno guidata dal Sindaco Giuseppe Canfora dopo il crollo di calcinacci in due aule della scuola Serrazeta.

“Saranno immediatamente avviati lavori di manutenzione, d’accordo con la dirigenza scolastica, anche sulla scorta di quanto evidenziato dai vigili del fuoco del comando provinciale, che non hanno messo in dubbio la tenuta strutturale, affermando testualmente “che è stato riscontrato un rilevante rigonfiamento all’intradosso della scala che permette l’accesso dall’androne al piano superiore, per cui si è proceduto alla rimozione parziale degli elementi di fabbrica dell’intradosso (pignatte, intonaco e rimozione  di armature delle travette), con la precisazione che comunque tale opera non è da ritenersi un utile risanamento del soffitto per consentire il transito di avventori; che non sono state rilevate condizioni di criticità della struttura portante; che comunque le aule interessate dall’evento non sono da ritenersi fruibili; che l’accesso al piano superiore può avvenire esclusivamente dall’esterno, rimandando tale incombenza al responsabile della struttura scolastica”.

Sulla base di tale dichiarazione, questa mattina è stata firmata un’altra ordinanza sindacale nella quale si ordina alla dirigente scolastica di interdire il transito di avventori dalla scala che dall’androne conduce al primo piano dell’edificio. Nel contempo, abbiamo avviato azioni di verifica su tutte le altre scuole appartenenti al patrimonio comunale che, nei prossimi giorni, ci daranno un ulteriore report, evidenziando, qualora dovessero emergere, criticità e rilevanza delle stesse. Auspichiamo che la vicenda sia affrontata con senso di responsabilità da parte di tutti.

In mattinata, dopo aver partecipato al funerale del sig. Adolfo Salvio, morto in circostanze tragiche sabato scorso, il Sindaco si è recato presso la scuola elementare di Serrazzeta, dove ha incontrato le mamme, la dirigente scolastica e le insegnanti, rassicurandole che l’Amministrazione non è affatto assente ed è vicina all’istituzione scolastica e alle famiglie dei piccoli alunni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.