I fatti del giorno: venerdì 5 maggio 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
LEGITTIMA DIFESA, VIA LIBERA ALLA CAMERA A NUOVE NORME
SI’ DEM E AP. NO CENTRODESTRA UNITO, SALVINI: UNA VERGOGNA

Via libera alla Camera alle nuove norme sulla legittima difesa.
Nel testo viene specificato che si considera legittima difesa la
reazione a un’aggressione in casa, in negozio o in ufficio
commessa di notte o all’introduzione con violenza, minaccia o
inganno. Resta comunque ferma la necessita’ che vi sia
proporzione tra difesa e offesa e l’attualita’ del pericolo. La
Camera ha espresso 225 si’, 166 no e 11 astenuti. A votare
contro tutto il centrodestra compresa Forza Italia, i partiti di
sinistra ed il Movimento Cinque Stelle. Via libera invece dai
Dem e Alternativa Popolare. Sit in di protesta in piazza
organizzati dalla Lega e da Fratelli d’Italia. Urla di Matteo
Salvini, espulso da Montecitorio: ”E’ una vergogna – dice il
leader del Carroccio -. Questa legge e’ l’ennesimo affronto di
un governo clandestino che arma i ladri e non difende i
cittadini”.
—.

SI POTRA’ GIRARE ARMATI IN UNIVERSITA’ PUBBLICHE GEORGIA
GOVERNATORE AUTORIZZA INGRESSO CON PISTOLE PURCHE’ NASCOSTE

D’ora in poi nelle universita’ pubbliche della Georgia, negli
Stati Uniti, si potra’ girare armati. Il governatore dello stato
Nathan Deal ha infatti firmato il provvedimento che autorizza
l’ingresso nei campus con pistole e altre armi da fuoco purche’
siano tenute nascoste. A nulla sono valse le proteste contro la
legge da parte degli stessi leader degli atenei. La legge
entrera’ in vigore il prossimo primo luglio.
—.

FRANCIA A TRE GIORNI DA VOTO. UOVA CONTRO MARINE LE PEN
MACRON LA DENUNCIA PER INSINUAZIONI PRESUNTO CONTO ESTERO

A tre giorni dal voto, la Francia ha vissuto un altro giorno di
fuoco nel rush finale tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen. Ieri
Le Pen e’ stata contestata con lanci di uova a Dol-de-Bretagna
da un gruppo di manifestanti, una cinquantina, al grido di
”fuori i fascisti”. Intanto la procura di Parigi ha aperto
un’indagine per le insinuazioni della Le Pen durante il
confronto tv sul presunto conto estero occulto del rivale.
L’inchiesta preliminare riguarda ”falso, uso di falso” nonche’
”diffusione di notizie false per orientare il voto”. Dagli Usa
e’ arrivato l’endorsement di Obama per Macron di cui – in un
apposito videomessaggio – l’ex presidente ha detto di
”ammirare” la campagna: Macron fa leva sulle ”speranze”
della gente, ”non sulle paure”, ha spiegato Obama.
—.

TRUMP FESTEGGIA PRIMA VITTORIA SU OBAMACARE, SI’ CAMERA
PRESIDENTE ANNUNCIA VISITA IN VATICANO PROSSIMO 24 MAGGIO

Donald Trump festeggia la sua prima vittoria sull’Obamacare, con
la Camera che ne approva l’abolizione. Un primo passo per
mantenere una delle promesse simbolo della campagna elettorale
del presidente, anche se ora la parola passa al Senato, dove il
futuro del provvedimento e’ piu’ che mai incerto, con i senatori
repubblicani pronti a riscrivere interamente il testo. Durante
un incontro con i leader religiosi Trump conferma la sua visita
in Vaticano. L’incontro tra Donald Trump e Papa Francesco e’
fissato per il 24 maggio, stesso giorno in cui il presidente
americano vedra’ a Roma il presidente della Repubblica Sergio
Mattarella, in vista del G7 di Taormina.
—.

CSM PRONTO A SOSTENERE ZUCCARO SU INDAGINI MA LO CONVOCA
SI PREPARA ANCHE STRETTA SU RAPPORTI TRA TOGHE E MEDIA

Il Csm e’ pronto a dare ”ogni sostegno possibile” al
procuratore di Catania Carmelo Zuccaro perche’ le sue indagini e
quelle di altre procure sul traffico di migranti possano
svolgersi ”con la massima efficacia e tempestivita”’. Ma
l”’opportunita”’ delle sue esternazioni alla stampa e in tv
sui presunti rapporti tra scafisti e ong impegnate nel soccorso
in mare dei migranti sara’ vagliata dalla Prima Commissione, che
la prossima settimana decidera’ quando convocarlo. E sull’onda
del caso che l’ha visto protagonista, al Csm si prepara anche
una stretta sui rapporti tra toghe e media.
—.

DI MAIO, AD HARVARD SPIEGA STORIA E OBIETTIVI CINQUE STELLE
DIRETTORE ASH CENTER LO PROMUOVE, E’ POLITICO TRADIZIONALE

Esame americano ad Harvard per il vicepresidente della Camera
Luigi Di Maio, tappa chiave della due giorni nell’East Coast.
Una ‘missione’ che vede Di Maio come possibile candidato premier
dei Cinque Stelle. All’Ash Center della Kennedy School of
Government Di Maio ha spiegato storia e obiettivi del Movimento
5 Stelle. Dibattito acceso e critiche, ma alla fine c’e’ chi lo
ha promosso. ”Mi ha colpito quale politico tradizionale
sofisticato e articolato” ha detto il professor Tony Saich,
direttore dell’Ash Center. ”Sono qui anche per ascoltare e se
ci sono dei contributi sono benvenuti” ha infine esordito Di
Maio rivolto alla comunita’ italiana e italoamericana presso il
consolato d’Italia a Boston, dove ha chiuso la visita in
America. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.