Deriso su Fb perché si sente donna, 14enne minaccia suicidio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Umberto 14enne di Eboli si sente donna e si veste come tale: non vive con sofferenza la sua condizione, la famiglia lo supporta, ha tanti amici, ma evidentemente non è così per tutti e, sui social viene deriso, tanto che alla fine, preso dallo sconforto, in un post ha espresso la volontà di farla finita.

A raccontare la sua storia, fatta di disagio ma anche di coraggio, ci ha pensato, con un video su Facebook, Rebecca De Pasquale, trans ebolitano ed ex ospite del Grande Fratello. La notizia é divenuta virale e anche i carabinieri sono intervenuti per comprendere cosa sia realmente successo.

Ad oggi non è stata aperta nessuna indagine, né vi sono denunce. Qualche tempo fa un ragazzo, sempre sui social, avrebbe deriso Umberto, prima di cancellare il post e scusarsi. Lui, angosciato anche da occhiate strane e commenti irriguardosi di parte della sua comunità, avrebbe lamentato il suo malessere, sempre sui social, e, con un post, espresso la volontà di suicidarsi.

Segue la vicenda anche il sindaco di Eboli Cariello

Sta seguendo la vicenda anche il sindaco di Eboli, Massimo  Cariello che lo ha definito ‘di una gravita’ assoluta e merita  l’intervento dell’amministrazione comunale, perche’ certi atti di bullismo e simili episodi discriminatori vanno condannati  sempre. A Umberto, alla sua mamma, alla famiglia la vicinanza  mia e della Citta’ di Eboli, comunita’ formata anche da tantissima  gente perbene che a Umberto non fara’ mai mancare il proprio  sostegno’.

Il primo cittadino ci tiene pero’ a sottolineare che ‘gli  episodi non sono avvenuti a scuola la quale, anzi, e’ una realta’  di eccellenza. Il liceo in questione – ha aggiunto – segue con
attenzione i suoi alunni ed e’ molto attento proprio su questo  argomento. In ogni caso la situazione va seguita con estrema  delicatezza e attenzione.

Non importa quanti episodi si siano  verificati in danno ad Umberto. Anche se fosse accaduto una sola  volta, andrebbe condannato. Le cronache ci hanno gia’ fatto  conoscere quanto il web possa essere brutale e quali potrebbero  essere le irreversibili conseguenze delle parole mal usate’.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.