In ospedale per il femore rotto muore dopo 10 giorni, venti indagati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Ci sono sanitari, parasanitari e anche tre consulenti esterni dell’azienda ospedaliera che erano stati chiamati per dei pareri medici tra i venti indagati per la morte di una anziana di circa 80 anni ricoverata al Ruggi per una frattura al femore.

La donna è deceduta il 19 maggio scorso a seguito di una serie di complicazioni sopraggiunte dopo il suo ricovero avvenuto 10 giorni prima.

Le persone indagate sono accusate di omicidio colposo. I familiari della donna ritengono che si sia ritardato troppo per eseguire l’intervento chirurgico. A darne notizia il quotidiano Il Mattino oggi in edicola. I medici non sono intervenuti in quanto l’anziana presentava alcuni problemi di salute che l’avevano debilitata.

Nel collegio difensivo, tra gli altri, gli avvocati Michele Tedesco, Mariano Salvio, Silverio Sica e Cecchino Cacciatore. Ora si studia la cartella clinica della donna e si attende l’esito dell’esame autoptico che dovrà chiarire le cause del decesso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Sono sicuro che i medici usciranno puliti da questa vicenda. Un’anziana che muore per complicanze dopo un intervento per femore rotto è un’evenienza normale. Ma a me non interessa solo che i medici escano puliti. A me interessa, sopratutto, che i familiari che hanno mosso questa causa vengano poi ridotti in miseria, così la si smette una volta per tutte con queste liti temerarie contro la classe sanitaria e parasanitaria. Ora la legge è cambiata e medici e paramedici hanno più tutele, mentre ci sono più guai per chi muove contenzioso e ha torto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.