Carmine Marrazzo: il bomber salernitano che fa volare la Nazionale Padana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Lo chiamano Carminator per due motivi: uno perché davanti alla porta dicono sia freddo come un ghiacciolo e due perché di nome fa Carmine. Il cognome poi è Marrazzo e quindi non ci si scappa: origine campana, nato a Nocera Inferiore, cresciuto a San Marzano sul Sarno, anni 34, attaccante titolare della Padania. Ma come, uno viene su a Salerno e poi gioca nella Padania? «Alt, le regole sono chiare, conta la residenza e io sto a Brescia da 14 anni, gioco per i miei figli nati al nord» spiega lui, che dopo il vivaio nella Salernitana e qualche stagione fra i professionisti è diventato un acclamatissimo (e ricercatissimo) giramondo del calcio dilettantistico: Brescello, Seregno, Rodengo Saiano dove appunto ha casa, Derthona, Valenzana, Marano, Alto Vicentino. «Sì, ma l’elenco è più lungo, quest’anno ero al Crema, abbiamo vinto il campionato e ho segnato 29 gol». In tutto cinque promozioni, tre dall’Eccellenza alla D e due dalla D alla LegaPro, «anche se l’impresa vera la voglio fare adesso, voglio l’Europeo che non esiste».

Intende la Conifa European Football Cup, l’Europeo fra gli Stati non riconosciuti (Stati de facto, territori contesi, regioni culturali, repubbliche separatiste): l’edizione 2017 si sta disputando in questi giorni a Cipro del Nord, repubblica autoproclamata nel 1983, e la sua Padania è la favorita numero uno. Due vittorie su tre nel girone eliminatorio (1-0 all’Isola di Man, 1-1 con la Terra dei Siculi di Transilvania, 2-0 all’Alta Ungheria). Ora siamo alla fase a eliminazione diretta, l’obiettivo è arrivare fino in fondo. «La settimana scorsa mi chiama un mio ex compagno, Tignonsini, e mi dice: senti, ti va di giocare con la Padania? Ho riso per venti minuti. Lui zitto. Lì ho capito che faceva sul serio. E ho accettato, spero solo mi passi il febbrone, la finale non voglio perdermela. Voglio vincere anche perché è un bel messaggio per i miei figli che sono tutti nati a Brescia. Ho pensato che lo sport serve a questo, a unire». Anche perché i tempi sono cambiati, non c’è più Borghezio che voleva ingaggiare Balotelli «anche se è scurettino» (un paio d’anni dopo però è arrivato il fratello, Enock, non la stessa cosa) e da qualche anno la Lega non passa più un soldo: «Roba da pirla, se la facciano loro» ebbe a dire il segretario del Carroccio, Salvini, evidentemente convinto che il movimento non abbia più bisogno di quel tipo di traino pubblicitario.

Oggi il club rinato da quelle ceneri ha abbattuto le spese pazze dei tempi gloriosi di Bossi e del Trota – quando certe spedizioni finanziate da Via Bellerio costavano anche più di 100mila euro – e si arrangia da solo con gli sponsor privati. Nel novembre del 2013 ha pure cambiato il nome: non più Associazione Sportiva Dilettantistica Padania ma Padania Football Association e ora il c.t. è Arturo Merlo. Spiega il presidente Fabio Cerini, di Acqui Terme: «Oggi la Nazionale della Padania vuole essere un modello di integrazione, oltre a Marrazzo c’è anche un ragazzo albanese. La politica non c’entra più, non è più importante, tra di noi c’è anche gente di centrosinistra, le idee non contano, conta giocare». «A me della politica non importa nulla – chiude Carminator – Io voglio solo vincere la coppa per i miei ragazzi».

Fonte Corriere della Sera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.