Baronissi, raccolta differenziata: pubblicato nuovo bando da 12,6 mln di euro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Pubblicato il bando per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, raccolta differenziata e servizi accessori per la tutela dell’ambiente per il Comune di Baronissi. La durata dell’appalto è di sette anni con un importo stimato complessivo, compresi gli oneri per la sicurezza, di 12,6 milioni di euro. Il bando di gara è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. Il nuovo appalto prevede, oltre alla raccolta dei rifiuti, il lavaggio e la sanificazione delle strade, la gestione dell’Isola Ecologica e dei rapporti con l’utenza, della comunicazione e della sensibilizzazione nei confronti della comunità che diventa elemento centrale per le politiche ambientali.

Il bando prevede l’assegnazione di premialità per l’utilizzo di automezzi a basso impatto ambientale e ridotto impatto acustico, l’aumento delle attrezzature (bidoni carrellati, contenitori), una migliore qualità nell’organizzazione del servizio di spazzamento, una complessiva riorganizzazione del servizio di raccolta, con riduzione delle interferenze del traffico veicolare e pedonale nelle ore diurno, con eventuale previsione di anticipo di inizio della raccolta e diversa modalità di svolgimento del servizio, ampliamento dei giorni e degli orari di apertura dell’Isola ecologica, e il Rating legalità.

“Il nuovo bando – spiega il sindaco Gianfranco Valiante – esplicita una serie di servizi che la società aggiudicataria dell’appalto dovrà assicurare. L’obiettivo è di aumentare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata, ridurre ancora di più nel tempo i costi del conferimento dei rifiuti in discarica e prevedere, ove possibile, una riduzione delle tariffe”.

“Il bando è un ulteriore decisivo passo per continuare nella gestione virtuosa dei rifiuti – fa eco l’assessore all’ambiente Serafino De Salvo – così come voluto da questa Amministrazione sin dal suo insediamento. Un bando che ricalca la linea della legalità, della trasparenza e che pone la nostra città come un modello virtuoso da seguire a livello nazionale”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. quello che ritengo assurdo, e allo stesso tempo indice dell’assoluta inutilità di queste raccolte differenziate, è proprio il fatto che bisogna fare un appalto e prevedere un esborso economico per farla! In altre parole, il cosiddetto rifiuto differenziato NON E’ un rifiuto, ma una risorsa che viene richiesta ed utilizzata da altre aziende per guadagnarci (giustamente)! Quindi, in teoria (ma non troppo), noi dovremmo ricevere un pagamento per dare il nostro rifiuto differenziato! e invece paghiamo.. prima con soldi pubblici per l’appalto per la raccolta.. poi con la tassa tari.. e infine con il fastidio di una raccolta piena di vincoli e nessun beneficio. Il cartonaio abusivo che raccoglie i cartoni non chiede nulla! e guadagna! così come pure i vari abusivi che recuperano materiali ferrosi..
    Se guadagnano loro, perchè non dovrebbe guadagnarci lo Stato con la raccolta di massa?
    Ovviamente non mi riferisco al comune di Baronissi, ma a tutti, visto che il sistema è uguale.

  2. Infatti i costi sono relativi allo spazzamento delle strade e la gestione del rifiuto indifferenziato, per cui noi cittadini paghiamo di fatto lo smistamento alle discariche. Che poi a Salerno se ne stiano approfittando un po’ troppo è risaputo, abbiamo la Tari più alta d’Europa, a Baronissi cala di anno in anno

    Mario

  3. Mario: smistamento nelle discariche che non dovrebbe esserci, o che dovrebbe riguardare giusto il 19% del rifiuto, visto che secondo sindaco e governatore Salerno ha l 81% di differenziata! quindi da quell 81 GUADAGNA! e il 81 a credito dovrebbe superare, se non almeno coprire i costi per il 19 a debito.. ma molti non riescono a ragionare e continuano a farsi prendere in giro da questa balla della differenziata porta a porta, nella quale mangiano partecipate e malavita locale e regionale.
    Oltre Salerno, anche Cava e altri comuni hanno tariffe che non sono MAI scese dall’avvento della porta a porta.. anzi. E comunque non sono costi relativi al solo spazzamento strade, ma ANCHE allo spazzzamento: “[..]prevede, oltre alla raccolta dei rifiuti, il lavaggio[..]”

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.