I fatti del giorno: venerdì 16 giugno 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
MORTA ERIKA PIOLETTI, FERITA IN RESSA A TORINO IL 3 GIUGNO
DOPO 12 GIORNI AGONIA, TRAVOLTA DA FOLLA IN PIAZZA SAN CARLO

E’ morta ieri sera, dopo 12 giorni di agonia, Erika Pioletti, 38
anni, di Domodossola, la piu’ grave delle 1.527 persone rimaste
a Torino in piazza San Carlo lo scorso 3 giugno, nella ressa
durante la trasmissione sul maxischermo della finale di
Champions tra Juventus e Real Madrid. Travolta dalla folla in
preda al panico, la donna aveva riportato un infarto da
schiacciamento. Sul fronte delle indagini c’e’ una pista che gli
investigatori seguono con interesse: quella delle persone che
hanno avvertito ”difficolta’ respiratorie” e sintomi simili a
quelli prodotti da ”sostanze urticanti”. Per questo la Procura
di Torino ha affidato ai vigili del fuoco degli accertamenti
sull’impianto di areazione del parcheggio sotterraneo, rimasto
aperto. ”In un momento di cosi’ profondo dolore, ogni parola
sarebbe superflua”, dice la prima cittadina Chiara Appendino.
—.

DECINE MORTI, FORSE 100, IN ROGO GRENFELL TOWER A LONDRA
BILANCIO PER ORA 17 VITTIME. RABBIA, POLEMICHE E INCHIESTA

Sono decine e decine, forse 100, i morti nel rogo della Grenfell
Tower, il grattacielo ‘popolare’ di North Kensington a Londra.
Il bilancio ufficiale aggiornato si ferma per ora a 17 morti, e
decine di feriti, 18 in condizioni ”critiche”. Nessuna
speranza di ritrovare in vita qualcuno dei dispersi, tra i quali
i due giovani architetti italiani Gloria Trevisan e Marco
Gottardi. A 48 ore dall’incendio rimangono la rabbia della gente
del quartiere, che parla di tragedia annunciata, e le polemiche.
La polizia ha aperto un’indagine penale. Un comitato di
cittadini denuncia il mancato funzionamento dei sistemi
d’allarme, delle norme di sicurezza, delle indicazioni di
emergenza, e l’effetto di un rivestimento in plastica
installato da poco. La premier conservatrice Theresa May prova a
rispondere con un”’inchiesta pubblica indipendente”. ”La
verita’ deve venire fuori, ci vogliono risposte”, le replica il
leader laburista Jeremy Corbyn.
—.

PROCURATORE RUSSIAGATE INDAGA ANCHE SU OPERAZIONI KUSHNER
TRUMP INDAGATO PER OSTRUZIONE GIUSTIZIA, STESSO REATO NIXON

Il procuratore speciale che coordina le indagini sul Russiagate,
Robert Mueller, sta indagando sulle operazioni finanziarie di
Jared Kushner, genero e consigliere di Donald Trump, di Michael
Flynn, ex consigliere alla sicurezza nazionale, e di Paul
Manafort e Carter Page, ex responsabili della campagna del
tycoon. Lo riporta il Washington Post, dopo lo scoop di ieri del
giornale riguardante l’indagine di Mueller sull’ipotesi che
Donald Trump possa aver ostruito la giustizia, il reato per cui
Richard Nixon si dimise nel 1974 evitando un sicuro impeachment.
Il tycoon ha reagito su Twitter rilanciato le consuete accuse:
”Stiamo assistendo alla singola caccia alle streghe piu’ grande
della storia politica americana, condotta da persone malvagie e
combattute”.
—.

SENATO, BAGARRE SU DDL IUS SOLI. SENATORI LEGA CONTRO GRASSO
MINISTRO FEDELI FERITA, VOTO SU DDL SLITTA DOPO BALLOTTAGGI

L’Aula di palazzo Madama ha incardinato il disegno di legge
sullo ius soli tra le proteste, all’esterno, di Casa Pound, e
all’interno dei parlamentari della Lega, che si sono avventati
sui banchi del governo lanciando insulti al presidente Grasso.
Una seduta di fuoco finita con dei contusi: la ministra della
Scuola Valeria Fedeli viene portata in infermeria. Lega e Cinque
Stelle avevano chiesto e ottenuto l’esame dei presupposti di
costituzionalita’ del decreto vaccini prima di quello sullo ius
soli. Escamotage che avrebbe consentito di far mancare il numero
legale sullo ius soli stesso. L’inversione dell’ordine del
giorno ha fatto scattare la bagarre. Il voto sul ddl slitta a
dopo i ballottaggi delle comunali.
—.

FMI, PAESI ALTO DEBITO COME ITALIA DEVONO CONSOLIDARE CONTI
SI’ SENATO A ‘MANOVRINA’, NON OTTIENE MAGGIORANZA ASSOLUTA

I Paesi ad alto debito dell’Eurozona come l’Italia devono andare
avanti con il consolidamento dei conti, avvantaggiandosi della
ripresa e di una politica monetaria accomodante. Lo afferma il
Fondo monetario internazionale nella dichiarazione conclusiva
della sua missione nell’area euro. Il pronunciamento arriva al
termine di una giornata segnata dall’appprovazione in Senato
della ”manovrina” con una fiducia ”di minoranza”: 144
senatori a favore, 17 in meno della maggioranza assoluta.
Mancano all’appello i 16 di Mdp, che non partecipano al voto in
dissenso sui voucher. Il testo ”mantiene gli impegni senza
nuove tasse”, dice il premier Paolo Gentiloni. Le norme vanno
dal fisco ai trasporti, dallo sport alla cultura, dal sostegno
alle aree del sisma alle banche.
—.

DELRIO: VENERDI’ NERO, CI SARANNO DIFFICOLTA’ PER TRASPORTI
SCIOPERO GENERALE COINVOLGE TRENI, AEREI, METRO E AUTOBUS

”Purtroppo sara’ un venerdi’ nero per i trasporti. Noi abbiamo
cercato di far ragionare, ma ci saranno difficolta”’. Parola
del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio,
che lascia poche speranze a chi oggi si deve muovere in treno,
in aereo ma anche in metro e in autobus. Uno sciopero generale
per l’intera giornata, indetto da alcuni sindacati autonomi e di
base, coinvolgera’ tutti i settori della mobilita’. La protesta
e’ indetta a ”difesa del diritto di sciopero e contro le
privatizzazioni e liberalizzazioni del settore”. Trenitalia fa
sapere che le ‘Frecce’ circoleranno regolarmente. Alitalia ha
attivato un piano straordinario, essendo stata costretta a
cancellare diversi voli nazionali e internazionali. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.