Sindaco di Eboli lancia appello a collaborazione istituzionale per studenti e famiglie

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’unica strada possibile per evitare inutili e deleterie battaglie di campanile e garantire a studenti e famiglie un’offerta scolastica di primo livello è la collaborazione istituzionale e la rete territoriale. E’ la strada indicata dal sindaco di Eboli, Massimo Cariello, che da tempo sottolinea la necessità che le istituzioni si parlino e viaggino attraverso solide intese in favore delle comunità. «Non vedo altre strade per evitare che in futuro si ripetano casi come quello dell’indirizzo classico autorizzato a pochi chilometri dal liceo classico di Eboli, senza attendere le determinazioni dei giudici e contraddicendo quanto era stato deciso in sede istituzionale territoriale pochi mesi prima». Il sindaco di Eboli si riferisce alla decisione dell’Ufficio Regionale Scolastico che nel gennaio di due anni fa aveva autorizzato l’indirizzo classico presso una scuola di Battipaglia, mentre poco più di un mese prima, alla fine di novembre, una riunione provinciale per il riassetto scolastico aveva escluso tale decisione. Livelli regionali e provinciali avevano bypassato le istituzioni locali, creando di fatto una frattura sul territorio. «Mi spiace che in quel momento non ero presente in Provincia, come invece accaduto nel dieci anni precedenti, quando mi ero con successo opposto a qualsiasi ipotesi di modificazione delle rete scolastica che non andasse nella direzione di favorire l’offerta formativa, ma seguisse solo piccoli interessi locali. Una volta che il territorio è rimasto sguarnito, qualcuno ha pensato bene di approfittare.

Mi chiedo dov’era chi gestiva la Provincia all’epoca e quali mosse abbiano messo in campo anche coloro che oggi parlano a vanvera a cominciare dagli esponenti del Pd che non hanno mosso un dito, anzi». Rispetto poi a qualche sollecitazione di chiedere interventi agli schieramenti, Cariello è categorico: «Eboli è amministrata da una coalizione moderata, che non chiede favori ai partiti, ma sollecita una visione complessiva alla politica, attraverso intese istituzionali che abbiano la capacità di programmare il futuro del territorio e la gestione dell’esistente. Rimane il rammarico per una fuga in avanti della Provincia di qualche anno fa e dei livelli regionali che, pur di garantire qualche inutile privilegio, hanno finito per frantumare la solidità di un sistema scolastico come quello della Piana del Sele che garantisce un’offerta di primo livello da anni».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.