Salerno come Amsterdam: sui siti tante le case ”rosse”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Quello di venerdi a Salerno è l’ennesimo blitz delle forze dell’ordine per smantellare il giro di prostituzione che ormai dalla strada si è trasferito negli appartamenti. La casa a luci rosse scoperta sul Lungomare tra Pastena e Mercatello è solo una delle tante abitazioni adibite a meritricio. Un via vai continuo di uomini a tutte le ore del giorno e della notte, quello che ha insospettito i carabinieri che attraverso appostamenti hanno scoperto cosa accadeva nella casa-alcova.

Tra preservativi, sex toys e perizoma di seta gli uomini consumavano i loro amplessi e poi pagavano le escort in base alle prestazioni, dai 50 ai 200 euro per richieste più particolari. Avvenenti straniere che adesso dovranno dire se l’incasso delle loro prestazioni sessuali era destinato a loro o sono vittime di uno sfruttatore. Ma come detto quell’appartamento non è l’unico. La scorsa primavera furono i negozi di giovani massaggiatrici cinesi che si spacciavano per centro relax ma che si dedicavano solo ed esclusivamente a determinati parti del corpo le loro attenzioni.

Ed ora le case, dove non ci sono solo straniere ma spesso anche italiane, semplici casalinghe che per reggere un tenore di vita sopra i generi adibisce la propria abitazione a luoghi di incontro erotici. E la provincia di Salerno come lo stesso capoluogo negli ultimi anni ha visto aumentare esponenzialmente il numero di ”signorine” che ricevono nelle abitazioni o addirittura in bed-breakfast. Basta spulciare nei siti di incontri erotici per notare le centinaia di messaggi affissi in bacheca. Tanti a Scafati e Battipaglia, ma anche la Valle dell’Irno con Lancusi e Fisciano capofila per terminare a Salerno che da nord a sud propone una vasta scelta.

E in tanti si pongono un interrogativo ormai comune: e se si facesse come in Olanda? Con quartieri a luci rosse, dove le prostitute operano le proprie prestazioni regolamentate e pagando le tasse come delle vere professioniste? Il tutto sarebbe di certo controllato e il fenomeno sfruttamento andrebbe debellato e inoltre forse il Pil italiano avrebbe un suo tornaconto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.