I fatti del giorno: mercoledì 18 ottobre 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
ATTACCO PD A VISCO, IN MOZIONE CHIESTA FIGURA PIU’ IDONEA
TENSIONE CON GOVERNO. QUIRINALE, SALVAGUARDARE BANKITALIA

Attacco del Pd contro Ignazio Visco, governatore della Banca
d’Italia che il 31 ottobre conclude il suo mandato alla guida di
palazzo Koch. I Dem presentano una mozione alla Camera in cui si
chiede al governo di impegnarsi nel trovare “una figura idonea
per una nuova fiducia” osservando che “l’efficacia dell’azione
di vigilanza della Banca d’Italia e’ stata, in questi ultimi
anni, messa in dubbio dall’emergere di ripetute e rilevanti
situazioni di crisi o di dissesto di banche’, che ”avrebbero
potuto essere mitigate nei loro effetti da una più incisiva e
tempestiva attività di prevenzione e gestione”. Tensione con
Palazzo Chigi e lunga mediazione per modificare il testo e
consentire al governo di dare parere favorevole prima del voto,
concluso poi con 213 si’ e 97 no. L’episodio fa intervenire il
Quirinale. Fonti parlamentari, sintetizzando il pensiero di
Mattarella, ricordano che “le decisioni su Bankitalia devono
essere ispirate ad esclusivi criteri di salvaguardia
dell’autonomia e dell’indipendenza dell’Istituto”.
—.

CURDI FILO-USA LIBERANO RAQQA, EX CAPITALE ISIS IN SIRIA
ALTRA PERDITA CALIFFATO DOPO MOSUL, 270.000 CIVILI IN FUGA

Le forze curde filo-Usa hanno conquistato Raqqa, l’ex ‘capitale’
dello Stato islamico in Siria, infliggendo un colpo quasi letale
all’ormai agonizzante ‘Califfato’. La caduta di Raqqa fa seguito
ad una serie di sconfitte gravissime per l’Isis sia in Siria sia
in Iraq. In quest’ultimo Paese lo Stato islamico aveva perduto
nel luglio scorso Mosul, considerata la sua ‘capitale’ irachena,
e poi le roccaforti di Tal Afar e Hawija. Le forze
anti-jihadiste dovranno ora ripulire le macerie di una citta’
distrutta all’80 per cento dalle mine inesplose e dalle
eventuali ‘cellule dormienti’. L’organizzazione umanitaria Save
the Children ha sottolineato inoltre che 270.000 civili fuggiti
da Raqqa hanno disperato bisogno di aiuto.
—.

SINDACA TORINO APPENDINO INDAGATA, FIDUCIA IN MAGISTRATI
ASCOLTATA DOPO AVVISO GARANZIA PER DEBITO FUORI DA BILANCIO

“Confermando la piena fiducia nel lavoro dei magistrati, auspico
che tutto si concluda quanto prima e che i cittadini possano
avere piena chiarezza della vicenda”. Lo ha scritto su Facebook
la sindaca di Torino, Chiara Appendino, dopo l’interrogatorio di
ieri pomeriggio con i magistrati dell’inchiesta Ream, che la
vede indagata insieme con l’assessore al Bilancio Sergio Rolando
e col capo di Gabinetto Paolo Giordana. La sindaca di Torino ha
ricevuto un avviso di garanzia per quello che, finora, sembra
avere i connotati di un pasticcio combinato al momento di
rassettare i conti del Comune: un debito di cinque milioni di
euro non iscritto a bilancio.
—.

MINISTRO CALENDA, INACCETTABILE VICENDA BOLLETTE 28 GIORNI
RESPONSABILE SVILUPPO ECONOMICO, SOLUZIONE PRIMA POSSIBILE

“Inaccettabile”, cosi’ il ministro dello Sviluppo Economico,
Carlo Calenda, definisce la vicenda ‘bollette corte’, con
scadenza a 28 giorni anziche’ 30, adottate a catena dagli
operatori di telefonia e pay tv. Di uno stop non ci sarebbe
traccia nella versione della legge di Bilancio appena varata dal
Consiglio dei ministri. Alla domanda se e’ in preparazione un
emendamento in materia Calenda replica che occorre trovare una
soluzione ”il piu’ rapidamente possibile”.
—.

FIGLIO GIORNALISTA UCCISA, MALTA E’ UN PAESE MAFIOSO
GOVERNATO DA DELINQUENTI E CORROTTI, CLOWN COME PREMIER

Malta ”e’ un Paese mafioso”, governato da “delinquenti” e
corrotti, con un “clown” come premier: e’ un atto d’accusa
durissimo, un urlo di rabbia quello lanciato dal figlio della
giornalista investigativa maltese Daphne Caruana Galizia, il
giorno dopo aver assistito alla morte della madre per una bomba
piazzata sulla sua auto e aver visto “i brandelli del suo corpo
smembrato”. Daphne, 53 anni, aveva portato alla luce i
cosiddetti ‘Maltafiles’, ramo maltese dello scandalo sui
paradisi fiscali ‘Panama Papers’ del 2016. Le rivelazioni
coinvolsero la moglie del premier, accusata di essere
proprietaria di una societa’ offshore panamense e di presunti
legami finanziari con il regime azero.
—.

NAPOLI PERDE 2-1 SFIDA CHAMPIONS CON CITY, OGGI JUVE E ROMA
SVEZIA AVVERSARIA ITALIA IN SPAREGGIO PER RUSSIA 2018

Il Napoli perde la sfida di Champions League con il City a
Manchester per 2-1 ma esce a testa alta. Nella prima mezz’ora
della partita si vede solo il City, che si porta sul 2-0. La
restante ora di gioco e’ tutta di marca partenopea, con gli
uomini di Sarri che sprecano un rigore con Mertens nella fase
finale del primo tempo e che riducono le distanze nella ripresa,
sempre con un calcio dagli 11 metri, trasformato da Diawara.
Ancora Champions stasera, con la Juventus a Lisbona contro lo
Sporting e la Roma a Londra contro il Chelsea di Antonio Conte.
Sara’ la Svezia l’avversaria dell’Italia nello spareggio per un
posto ai Mondiali di Russia 2018. Gli svedesi, privi di
Ibrahimovic che ha ormai rinunciato alla Nazionale, ospiteranno
gli azzurri il 10 novembre. Ritorno il 13 novembre a
Milano. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.