Luci d’artista, esposto all’Anac. Atti inviati a Garante Concorrenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
La questione Luci d’artista arriva sulla scrivania del presidente dell’Anac e di quello dell’Autorità Garante della Concorrenza e del mercato. A presentare l’esposto è stato il capogruppo di Forza Italia al Comune di Salerno Roberto Celano che ieri mattina ha tenuto una conferenza stampa per spiegare le ragioni della sua iniziativa. 

Nel contempo Celano ha richiesta alla Blachere Illumination di rinunciare alla sospensiva, passando direttamente alla discussione del merito, al fine di «non danneggiare la città di Salerno».

Roberto Celano prende di mira la gara d’appalto per le Luci d’Artista, la cui aggiudicazione alla Iren – socia della Salerno Energia Holding – è stata impugnata dalla seconda classificata, ovvero la francese Blachere Illumination che, il prossimo 24 ottobre, portetà tutti dinanzi al Tar di Salerno, per chiedere che venga sospesa l’efficacia dell’aggiudicazione. Una gara tardiva e soprattutto priva di trasparenza, secondo Celano, così come tutto ciò che, dalla prima edizione ad oggi, ha gravitato intorno al “fenomeno” Luci d’Artista.

«Ho scritto a Raffaele Cantone e a Giovanni Pitruzzella – ha detto il capogruppo forzista in Consiglio comunale a Le Cronache – perché ritengo che le contestazioni dell’azienda francese siano fondate. Al tempo stesso, però, mi appello alla Blachere Illumination affinché rinunci alla sospensiva, dal momento che si tratta di un bando triennale, chiedendo la fissazione della pronuncia di merito. Così facendo non si danneggia la città».

Sulla questione Luci d’Artista, Salzano ha sostenuto di «non essere contro ma qui abbiamo a che fare con un’amministrazione pasticciona. Salerno, quest’anno, rischia di entrare in un tunnel che potrebbe essere senza uscita. Se dovesse, infatti, arrivare una condanna per come è stata gestita la gara d’appalto, a pagare sarebbero i cittadini». «Per il nostro partito – ha chiosato il responsabile provinciale Formazione di Forza Italia, Vittorio Acocella – quello della concorrenza è un principio fondante. A Salerno, e la questione del bando per le Luci d’Artista lo dimostra – questo principio è in forte deficit».

Foto Comune.Salerno (Pica)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. I cittadini???? col caxxo….stavolta chi ha dato cmq mandato a montare le luci, nonostante il ricorso al TAR, pagherà di tasca propria, questa volta chi sbaglia paga!!!!

  2. Ca forse c scetamm a stu suonn!!! L’ordine a montare le luci è palesemente arrivato dall’ essere che si crede al di sopra dei giudici, delle leggi e perchè no anche del padreterno!!! Voi credete che l’ inesistente sindaco di salerno abbia potere decisionale? Aeeee a cummannà è semp l’essere immondo che ha messo salerno in mano ai napoletani… Pagasse lui e tutta la sua schiera di tirapiedi… e sopratutto alle prossime elezioni mannamml a cas!!!! (non censurate)

  3. Sogna, sogna! Anzi, non solo pagheremo i danni causati da questa giunta (ormai è certo che avverrà, a meno che i francesi non ritirino il ricorso), ma alle prossime elezioni i cittadini salernitani da brave pecore avranno dimenticato tutto e voteranno sempre gli stessi, per poi lamentarsi della TARSU, della mancata disinfestazione, del traffico, ecc ecc

    Mario

  4. Hai ragione…non si poteva fare. Oltre la legge…..
    Soprattutto, perchè, sembra, ci sia un fondato conflitto di interesse.

  5. Hai ragione…non si poteva fare. Oltre la legge…..
    Soprattutto, perchè, sembra, ci sia un fondato conflitto di interesse.

  6. Infatti ci penserà la Corte dei Conti in caso di soccombenza a giudizio definitivo a condannare gli amministratori e i tecnici pasticcioni del Comune di Salerno

  7. Questo potrebbe accadere, ma parliamo di giudizi che arriverebbero dopo anni, intanto il comune da qualche parte i soldi dovrà pur prenderli. Poi starà alla nuova giunta risarcire i cittadini e far causa alla vecchia amministrazione…ma a parte la macchinosità della cosa se la giunta è della stessa parte politica non lo faranno mai.

    ERGO: mettete da parte la tredicesima, che quest’anno ci pagherete la TARSU

    Mario

  8. Tanto alla fine come sempre non cambierà mai nulla… rassegnatevi vedasi centro di compostaggio ecc. ecc. si può fare un elenco, Cantone si è limitato ad un semplice richiamo, tanto se c’è da pagare pagano i fessi “i cittadini”… rassegnatevi continueranno a fare i loro porci comodi è nessuno interverrà…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.