Renzi a Paestum con De Luca elogia il suo operato: “E’ uno tosto”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Matteo Renzi fa tappa a Capaccio Paestum. L’ex Premier, oggi leader del Partito Democratico, è arrivato in presso la Stazione Ferroviaria della cittadina dei Templi per una tappa del tour “Destinazione Italia” organizzato dal PD.  Con lui c’era anche il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Ad accoglierli il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo. Obiettivo dell’iniziativa è quello di “incontrare e ascoltare persone vere, lontane dal chiacchiericcio di tutti i giorni del Palazzo”. Oltre cento tappe in tutta Italia per raccogliere idee in vista della campagna elettorale della prossima primavera. Un appuntamento “per prendere appunti, discutere, imparare, condividere e proporre. In una parola per fare politica”.

Renzi ha parlato con i giornalisti presenti a 360 gradi, dalla legge elettorale alla crisi economica che si combatte a “cazzotti”. “La legge elettorale, se sarà approvata, consentirà un rapporto come quello che hanno i sindaci con la gente. Perché non si scappa più dai collegi: ti eleggono nel collegio e devi metterci la faccia, devi andare personalmente tra la gente a prendere i voti ed è una cosa positiva”. Dice il Matteo Renzi che aggiunge: “Il Pd vuol fare nei prossimi mesi un lavoro tra la gente, con la gente, sui contenuti. Ma quanto fatto finora non nasce da un miracolo ma da una visione”. 

IL RAPPORTO CON VINCENZO DE LUCA

“Con Vincenzo abbiamo lavorato spesso insieme al netto di qualche sua polemica pittoresca. Sta facendo un lavoro straordinario da quando è alla Regione. Lui è uno tosto, serio, grande lavoratore. Penso a quello che sta facendo per la Terra dei Fuochi, per le infrastrutture, per il rilancio delle imprese”. Poi l’ex premier racconta un retroscena singolare delle visite del Governatore a Roma: «Ogni volta che De Luca veniva a Palazzo Chigi per chiedermi qualcosa portava le mozzarelle. E quando portava le mozzarelle tremavo» ironizza Renzi riferendosi alle richieste di finanziamenti per la Campania che gli arrivavano dal presidente della Regione.

A BORDO DEL TRENO ANCHE PIERO DE LUCA

Piero De Luca, membro della segreteria regionale e dell’assemblea nazionale del PD, a bordo del treno “Destinazione Italia” con Matteo Renzi.
Il convoglio, con il Segretario Nazionale del PD accompagnato da Francesco Bonifazi, Tesoriere, e Andrea Rossi, Responsabile Organizzazione, ha fatto tappa a Capaccio Paestum dove ad accoglierlo c’erano tanti sostenitori, nonché i vertici provinciali e regionali del partito e numerosi amministratori locali.
Sono oltre cento le tappe del treno con cui si è avviata una profonda campagna di ascolto del territorio e dei cittadini volta a raccogliere spunti di riflessione e idee in vista della campagna elettorale della prossima primavera.
Piero De Luca, ospite del treno, si è soffermato a lungo con il Segretario, approfondendo numerose tematiche di attualità di carattere nazionale ed europeo, e discutendo della situazione politica del partito regionale e della provincia di Salerno.

SBLOCCATO CRISI A CAZZOTTI, NON FERMIAMOCI ORA.

“Oggi abbiamo dati Istat incredibili, che sono dati per il futuro. Il Pil dei prossimi due anni sarà molto maggiore rispetto a quello che si immaginava. Si sono trovate situazioni bloccate e si è iniziato con qualche gomitata, con qualche cazzotto, a farle funzionare”. “Ma ancora non basta – aggiunge – perché abbiamo il dramma della disoccupazione giovanile ma anche di quella dei cinquantenni. Non fermiamoci ora: la strategia di questi anni ha prodotto risultati ma c’è ancora troppa distanza tra una parte del Nord e una parte del Sud”. “Abbiamo trovato in questo viaggio – sottolinea il leader Dem – tante persone che hanno voglia di dare una mano con una esperienza condivisa di popolo”.

NO A SUPERFICIALITÀ M5S E GOVERNI VECCHIA MANIERA 

“Investire su Paestum è investire sul futuro. Investire sull’archeologia per investire sul futuro sembra una contraddizione in termini ma è la forza del Pd, contro la superficialità di chi crede alle scie chimiche e vuole vietare i vaccini e di chi immagina di continuare con il solito governo vecchia maniera. Conosciamo i problemi del Sud, ma l’Italia deve essere questo: un misto di bellezza e investimenti” Questo il pensiero di Renzi  estrapolato da un passaggio del suo intervento a Paestum.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Ad Agropoli s’incitava ad offrire le “fritture di pesce” per ingraziarsi i voti e ora scopriamo che quando si và a Roma si portavano le “mozzarelle” per ottenere finanziamenti o altro….il metodo è sempre lo stesso del povero Renzo e i capponi di manzoniana memoria….nell’era della tecnologia avanzata i vecchi metodi funzionano sempre!

  2. Ragazzi, mi raccomando…. non c’e’ neanche bisogno di stanarli o di cercare di capire astruse congetture…..
    Cassiamo sto’ buffone e liberiamoci di tutta sta’ deriva mediovale di famiglia, capace solo di farsi gli affari propri sulle spalle e sulle sacche di noi tutti.

  3. Max fossero finaziamenti per la collettivita’, sono finanziamenti per far piene le tasche degli amici/degli amici/degli amici. Capi’?

  4. Quell’altra cosa sarebbero i cinque stelle? Io non vado alle urne da anni e con me tutta la mia famiglia. Mi sa che per votare contro Grillo stavolta vendo l’anima a Renzi…

  5. x marcos 2
    poverino, come sei ridotto male. Mi sembra quello che per far dispetto alla moglie si taglia gli attributi.
    Il tuo voto non sappiamo che farcene perchè il mondo sta cambiando e ci vuole partecipazione per evitare che nascano i futuri Renzi/De Luca e family. Siccome tu non ci arrivi proprio, continua la tua inutile vita di servo sciocco di cotanto padrone

  6. Caro Renzi la tua era è finita. Alle prossime elezione perderai alla grande, e tu lo sai… Ritirati, dai spazio alle vecchie volpi, sei ancora un novellino…

  7. Ma a Salerno ci sono solo prezzolati di De Luca e pochi onesti cittadini che campano con le proprie forze e meriti. quindi non potranno mai essere cacciati considerato che si basano su un sistema mafioso di scambio di voti in cambio di un posto di lavoro anzi di fatica perché alcuni non sono nemmeno qualificabili come lavori

  8. De Luca e’ un grande ma questo supporto dal bamboccio poco telegenico lo danneggia, il suo elettorato non e’ un elettorato PD per la gran parte.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.