«Salernitana, sconfitte senza logica», la lettera di un tifoso granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Questa volta no, non attendo con ansia la partita contro il Perugia. Per me le trasferte di Padova e Brescia sono state colpi troppo duri da digerire.

Sono convinto che non si sia trattato di semplici sconfitte, ma di partite condotte ad arte dai protagonisti. Ho visto una squadra, quella della Salernitana, scendere in campo, con un atteggiamento troppo diverso rispetto alle altre occasioni.

In queste due gare ho osservato una compagine spenta, fiacca, senza quel mordente che l’aveva caratterizzata in altre circostanze. In calce a queste due batoste dunque, la piazza salernitana ha dovuto mettere da parte i propri sogni di gloria, la possibilità di emanciparsi, la speranza di credere nell’obbiettivo prestigioso della serie A.

L’atteggiamento dei calciatori della Salernitana non ha nessuna spiegazione logica, sono scesi in campo già sconfitti prima di lottare per raggiungere risultati più decorosi. Questi uomini si sono arresi prima di combattere, di sudare la maglia, di dare l’anima.

La situazione dunque è paradossale, la posizione in classifica antecedente a queste due sconfitte era talmente superlativa, da offrire di per se, a questi ragazzi, una motivazione naturale più che valida, per vendere cara la pelle in entrambe le sfide.

Ma non lo hanno fatto, non si sono prodigati per ottenere i sei punti in palio. Sulla carta la Salernitana aveva a disposizione una rosa  superiore a quella degli ultimi due avversari incontrati. Tuttavia, una forza sconosciuta, segreta, ha impedito a questi calciatori di giocare, permettendo agli increduli antagonisti di passeggiare tranquillamente, regalando loro due vittorie insperate.

Il tecnico Alberto Bollini, attraverso la sua proverbiale dialettica, ha voluto argomentare le due sconfitte, parlando di un normale calo fisiologico dopo una serie interminabile di risultati positivi,  ha tirato in ballo le assenze e le defezioni soprattutto nel reparto difensivo. Per me sono tutte fandonie.

Non credo che la vera spiegazione  sia riconducibile a questo. Sono convinto invece che il calcio non è più quello di una volta, si è perso il romanticismo, la sacralità legata a questo nobile sport. Tornando alla questione granata, per me, la colpa di questi due passi falsi, è sicuramente legata alla società granata condotta dalla persona di Claudio Lotito.

Questi, ha già una squadra in serie A che si chiama S.S. Lazio,  date le attuale normative in vigore, non può averne un’altra. Pertanto questi calciatori, a mio modo di vedere, sono stati vittime di qualche strano lavaggio di cervello, gli è stato impedito di scendere in campo per vincere.

Con due successi, la situazione di classifica, a quel punto, sarebbe stata troppo rischiosa per chi evidentemente a Salerno ha interessi molto più variegati ed importanti, per chi utilizza la Salernitana come succursale e serbatoio della amata Lazio.

A questi ragazzi dunque è stata tolta la possibilità di raggiungere un obbiettivo prestigioso, di dare tutto, di onorare la gloriosa maglia della Salernitana. Claudio Lotito ha stabilito la dimensione definitiva per la Lazio e per la Salernitana e da queste posizioni, finchè quest’ultimo sarà in vita, queste due compagini non potranno mai più  scendere o salire.

Noi che siamo innamorati di questa squadra dobbiamo abituarci all’idea, evitare di illuderci, assolutamente non dobbiamo più sognare.  Sono convinto che la posizione attuale di classifica permarrà fino a maggio, forse la Salernitana parteciperà ai play-off ma poi ad arte li perderà. La serie B è la categoria che Lotito ha scelto per la nostra città, la serie A invece è un esclusiva della Lazio.

All’Arechi, ora, scenderà in campo il Perugia, ma non ho tanta voglia di andare allo stadio. Faccio l’abbonamento da 20 anni, credendo sempre nel sogno di poter raggiungere la serie A, magari l’Europa, nella profonda convinzione di appartenere a una piazza straordinaria, seconda a nessuno per passione ed attaccamento ai propri colori e alle proprie radici. Probabilmente sarò comunque presente, al mio solito posto, ma lo farò a mala voglia, perchè mi è stato proibito credere in qualcosa.

Spero di  assistere  ad una partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre, ad un incontro leale giocato senza accordi precedenti. Claudio Lotito quest’anno, senza volerlo, ha allestito davvero un’ottima squadra, peccato che  poi le abbia tarpato le ali.

Fino a quindici giorni fa credevo in questi ragazzi, ma ora non credo più a nulla. Sono profondamente deluso da questa situazione, mi assumo ogni responsabilità di quanto detto.

Lettera dello scrittore Elvio Forte autore di “Salernitana: questa passione ha quasi un secolo”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Ma secondo voi veramente si sono fatti male tutti i difensori di punto in bianco? Secondo voi Fabiani veramente non trovava niente di meglio in due giorni per mettere una pezza, se non il solito babbá dopo tre settimane e la bellezza di 6 gol presi da polli e 6 punti persi? C’è un regolamento, Lotito non può rischiare che si inizino a fare troppi risultati, altrimenti c’è il rischio che salti il cortile per la sua squadra e i servi della gleba non si sottomettano più. Tanto a Salerno fin quando ci sono i quattro “marchettari della categoria” ossia quelli che sputano veleno su tutti quelli che da tre anni chiedono lumi sul futuro, la società può fare quello che vuole godendo di impunità assoluta.

  2. sono pienamente d accordo conil contenuto di questa lettera E’ lo stesso mio stato d’animo Sembra tutta una farsa Ci prendono in giro
    Ma adesso basta non ho piu fiducia, che senso ha andare allo stadio se la passione svanisce
    Non andiamo !!!!!

  3. Credo che il buon Elvio Forte abbia ragione su tutta la linea. Ma la nota più dolente di tutta questa storia, secondo me, non è rappresentato dall’attuale proprietà, ma l’assurda assenza e silenzio di tutta la classe imprenditoriale salernitana poco o per niente propensa ad investire alcunché per la nostra amata Salernitana

  4. Continuate a lamentarvi del nulla!!!
    Continuate a insegnare tattiche e coperture difensive!!!
    Continuate a gestire aziende e società!!!
    Continuate a parlare di leggi da magistrati o avvocati!!!
    SIETE GLI STESSI CHE, PRIMA DELLA TRASFERTA DI CITTADELLA, LODAVANO LOTITO,MEZZAROMA,FABIANI,BOLLINI ECC.ECC. E URLAVANO ALLA SERIE A.
    Meritate Budoni…Selargius…Sora e il derby con la nocerina!!!
    CONTINUATE A STARE A CASA CHE STIAMO PIÙ LARGHI!!!

  5. la partita contro il perugia sarà la vera cartina tornasole: se faremo una nuova prestazione scialba o un pareggio risicato, vorrà dire che davvero questi si studiano i risultati a tavolino. se dovessimo vincere, vorrebbe dire che la squadra c’è ancora (come credo sia). ma non è certo una garanzia di continuità, anzi. può servire anche a gettare l’ennesimo fumo negli occhi alla tifoseria…

  6. Condivido a pieno la lettera, se qualcuno ricorda lo scrissi già tempo fa qui sopra, da abbonato credo che quando la squadra si porta nelle zone alte della classifica viene subito tirato il freno a mano dalla società per evitare che la piazza ci creda e “pretenda” la serie A, è successo anche l’anno scorso.

  7. Lo abbiamo scritto detto e pensato tutti, e attenzione a chi dice che sono supposizioni e non abbiamo prove sulla gestione ad hoc di Lotito perchè lo smonto in 5 minuti. Tutto è fatto ad arte per farci rimanere dove siamo. Punto. Altrimenti Lotito venda la società, vuole soldi ? Allora basta lettere, articoli e parole e facciamo un azionariato popolare. Uno sportivo vero preferisce una serie C dignitosa e propria piuttosto che una serie B farlocca, artefatta e già decisa.

  8. Che assurdità pubblicate !!!!
    Visto che ci siamo per favore publicate anche che l’asino vola!

  9. Cominciamo con Menichini….esonerato (e lo devi pagare) dopo aver vinto un campionato, paghi un buonissimo allenatore per farlo stare a casa e ne paghi un secondo, Torrente, uno dei peggiori che si sia mai visto. Spiegazioni ? Mai pervenute.
    Intercettazioni in cui ci si “augurava” che Carpi e Frosinone non andassero mai in A e mai preso provvedimenti.
    Acquistati giocatori bolliti per la Salernitana mentre i giovani fanno esperienza qua e poi ritornano alla casa madre, cosi facciamo crescere solo il vivaio della Lazio e quello della Salernitana qualcuno lo ha visto ?
    Ci tocca vedere stipendiati Lazio (vedi Bollini) a fare pseudo allenatori senza nessuna capacità ma appartengono alla casa madre, ci tocca vedere i vari Zampa, Oikonomidis ecc solo perche giocano nella Lazio e non sanno dove mandarli…. donanda.. perchè Strakosha non è rimasto a fare il portiere a Salerno ? Perchè siamo una succursale e tra un po toccherà a Minala, poi a Rossi e avanti così…
    Vogliamo chiedere a Somma perchè se ne è andato dopo due settimane da allenatore ???
    Vogliamo chiedere a Fabiani come è stata condotta la campagna acquisti ?
    Vogliamo chiedere a Lotito che interesse sportivo ha avuto nell’acquisto della Salernitana ?
    Vogliamo chiedere a Bollini cosa vuol dire “dettami societari” se Zito non gioca…? O perche il giocatore piu in forma del momento (Sprocati a Parma, Ricci a Brescia ecc. ecc.) viene messo in panchina ?
    Sia chiaro, è solo il mio pensiero e rispetto quello degli altri, ma una cosa è certa, se la Salernitana andasse in A Lotito non potrebbe piu’ tenerla, e a casa mia uno più uno fa due. Da sempre.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.