Calcio: Sarri, squadra e tifosi maturi, niente vertigini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“La squadra è matura e ha certezze. Per questo soffre e riesce a vincere.

Anche il publico è maturo per questo non soffriamo di vertigini”.

Maurizio Sarri si gode la vetta della classifica dopo il 4-1 alla Lazio e la 71ma vittoria alla sua 100ma panchina in A con gli azzurri. Una vittoria celebrata anche dal presidente azzurro De Laurentiis che ha twittato al 90′: “Che partita meravigliosa”.

L’analisi di Sarri è però lucida: “Se giochiamo – dice – come nel secondo tempo possiamo battere chiunque. Ma se giochiamo come nel primo tempo andiamo in difficoltà. Abbiamo fatto un primo tempo con più nervosismo del solito e non giocando il nostro calcio.

Nella ripresa l’abbiamo riportata sul palleggio, la nostra natura e abbiamo fatto meglio. A un certo punto abbiamo tenuto palla per quattro minuti, l’ho notato perché doveva entrare Rog e aspettavamo. Abbiamo fatto un mese in cui ci siamo allenati con maggiore intensità e ora cominciamo a raccogliere i frutti”.

E Sarri ha anche un’altra spiegazione per la partenza falsa: “Il calo del primo tempo – dice – è legato al nervosismo scaturito dall’infortunio di Ghoulam, che ci ha particolarmente scosso dal punto di vista emotivo”.

Ultimo passaggio sull’espulsione: “Ero arrabbiato – spiega Sarri – perché ho detto che quello non era un fallo da giallo ma un rosso, testuali parole, e vorrei capire cosa scriveranno nel referto e che motivazioni daranno al mio allontanamento”.

A Simone Inzaghi non resta invece che rimpiangere la Lazio del primo tempo e ammettere il doppio ko contro il Napoli, un 8-2 tra andata e ritorno: “Dispiace – spiega il tenico della Lazio – perché dopo il primo tempo non c’erano avvisaglie di un simile ko. Ma dopo aver subito il gol Callejon non abbiamo avuto reazione e abbiamo giocato un secondo tempo inaccettabile.

Dopo un secondo tempo così da Napoli non torni coi punti”. Inzaghi ha qualche rammarico per il finale del primo tempo: “Potevamo chiuderlo in vantaggio – dice – con Parolo che è stato sbilanciato da Koulibaly e Immobile che è stato fermato per un fuorigioco che non c’era”.

Ora la Lazio rischia il sorpasso da Roma e Inter: “Giocheranno domani – dice Inzaghi – e vedremo, quello che ora mi preme di più è cercare di capire questo secondo tempo. Negli ultimi due anni abbiamo sbagliato qualche frazione di gioco ma mai un tempo intero, e non ce lo possiamo permettere”.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.