Salernitana: possibili accorgimenti per fare risultato in Toscana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Imbattuta da 270 minuti, la Salernitana proverà a mantenere ancora inviolata la porta di Radunovic. Sarebbe, questa, la base per cercare di allungare pure la striscia positiva. L’esame dal quale sono attesi però i granata sembra a dir poco proibitivo. La squadra di Colantuono, infatti, giovedì sera farà visita alla capolista Empoli che con 66 gol vanta anche il miglior attacco della categoria. Non solo. La squadra di mister Andreazzoli riesce ad esprimere il proprio potenziale offensivo al meglio nelle gare casalinghe: al Castellani, infatti, i toscani hanno segnato la bellezza di 39 reti nelle 16 gare disputate (2.4 di media).

L’ultima volta che i toscani sono rimasti all’asciutto risale alla 6^ di campionato, quando il Cittadella si impose per 1-0, ma in panchina all’epoca c’era ancora Vivarini. Con Andreazzoli, invece, l’Empoli ha sempre segnato almeno un gol nelle gare interne. La Salernitana è avvisata. Per reggere il confronto con la corazzata toscana, la Salernitana cercherà di proseguire sulla strada della continuità. Il 4-3-3 varato da Colantuono ad Ascoli nel corso del mese di marzo ha permesso alla squadra granata di trovare equilibrio in mezzo al campo e, soprattutto, di offrire copertura al pacchetto arretrato.

Limitare gli ex Donnarumma e Caputo (che hanno assicurato 38 gol in due) non sarà affatto semplice, ma la partita probabilmente si giocherà a centrocampo. Se Minala, Ricci e Kiyine riusciranno ad impedire ai dirimpettai di rifornire le punte e di inserirsi senza palla in zona gol indisturbati, il compito dei toscani potrebbe rivelarsi più complicato. Allo stesso tempo, gli esterni d’attacco dovranno cercare di tenere impegnati i terzini avversari, visto che Di Lorenzo a destra ma soprattutto Pasqual a sinistra spingono tanto e consentono ai toscani di creare la superiorità numerica nella metà campo avversaria.

Per questo, anche alla luce dei problemi fisici di Pucino (che rimarrà fermo ai box per un po’) e Di Roberto (in dubbio dopo la botta al ginocchio rimediata contro il Novara), non è escluso che mister Colantuono possa confermare, sulla carta, lo spartito tattico delle ultime gare, inserendo però qualche elemento in grado di dare una mano in più in fase difensiva (uno tra Zito e Vitale potrebbe giocare nel tridente offensivo, con Sprocati a destra; mentre Popescu e Vitale sono in ballottaggio per il posto di terzino a sinistra). Migliorano le condizioni di Schiavi, ma Monaco dovrebbe essere ancora preferito al metelliano.

Foto US Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.