Baronissi: Sale Slot e scommesse, Consiglio Comunale approva regolamento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il Consiglio Comunale di Baronissi ha approvato il nuovo regolamento che disciplina l’apertura delle sale slot, centri scommessi, sale giochi e bingo. Tra le misure più significative, lo stop all’apertura di agenzie, sale slot e all’adozione di nuove ‘macchinette’ nel raggio di 300 metri lineari da scuole e sedi universitarie e di 100 metri lineari dalle chiese.

L’apertura delle nuove sale dovrà essere sempre subordinata all’autorizzazione comunale. Saranno inoltre rafforzati i controlli della Polizia Municipale per verificare l’ingresso nelle sale di minori e limitato l’orario di apertura.

“La legge ha tolto, di fatto, ogni potere discrezionale ai Comuni – spiega il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante – ma interveniamo con un regolamento che disciplina l’apertura delle nuove sale che adesso dovranno essere poste a debita distanza da scuole, parrocchie, centri di aggregazione.

In un contesto già socialmente critico, queste strutture avviano tante persone all’odioso fenomeno della ludopatia. Baronissi, con la decisione adottata in Consiglio comunale, ha stabilito di collocarsi al fianco dei giovani e dei più deboli. E’ un provvedimento di civiltà”.

Il regolamento arriva dopo un lungo percorso amministrativo volto a contrastare l’insorgere di fenomeni legati al gioco d’azzardo, tenendo conto che fra i fruitori vi sono spesso giovani ed anziani a rischio dipendenza patologica”. I titolari delle sale gioco o sale VLT saranno obbligati ad esporre i cartelli di informazione sui rischi correlati al gioco e i cartelli indicanti gli orari di esercizio.

“L’obiettivo era arrivare a un regolamento che disciplinasse queste attività sul territorio cittadino – precisa il presidente della Commissione Regolamenti, Antonio Rocco – a livello comunale possiamo solo limitare ciò che il quadro nazionale prevede, tuttavia siamo determinati a usare tutti gli strumenti di nostra competenza per arginare il fenomeno delle ludopatie, attraverso prescrizioni e limitazioni che riteniamo comunque efficaci come ad esempio il divieto di aprire nuove sale slot o collocare qualsiasi ulteriore apparecchio entro 300 metri dai luoghi sensibili come scuole e centri di aggregazione giovanile”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.