Meteo, Italia divisa in due: temporali al Nord e caldo intenso al Sud

Stampa
L’anticiclone africano è riuscito a farsi strada nel Mediterraneo sino ad approdare sull’Italia dopo una lunga assenza, riportando così il caldo che da tempo mancava soprattutto al centro-sud. Le temperature sono salite anche oltre i 30/32°C ma nulla di eccezionale, nulla di lontanamente paragonabile alle prolungate ed estenuanti ondate di caldo dello scorso anno.

Anzi, a dirla tutta pare evidente come l’anticiclone stia già raggiungendo la sua “fase cruciale”, ovvero quella più calda prima di un inesorabile indebolimento! Infatti proprio tra oggi e domani saranno registrate le temperature più alte sull’Italia, localmente fino a 37°C, dopodichè l’intera struttura anticiclonica potrebbe subire nuovi pesanti attacchi dai quadranti settentrionali che riporterebbero un po’ di vento, un calo termico e anche temporali.

I primi segni di cedimento li osserveremo oggi, 3 luglio 2018,al nord grazie all’ingresso di correnti più fresche alle medio-alte quote che entreranno in contrasto con la calura dei bassi strati. Dunque attenzione oggi, tra pomeriggio e sera, ai possibili forti temporali che potranno interessare Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Qualche temporale potrà formarsi anche in Emilia Romagna.

La zona più a rischio temporali (anche persistenti e carichi di grandine) saranno le aree collinari tra Lombardia, Trentino e Veneto e soprattutto la zona del Garda, dove i fenomeni potrebbero perdurare anche nelle ore notturne! Dunque prestare attenzione agli improvvisi fenomeni temporaleschi.

Discorso totalmente opposto per il centro-sud dove splenderà diffusamente il Sole e la colonnina di mercurio potrà salire diffusamente oltre i 29/30°C con picchi di 36/37°C su Sardegna e Puglia.

Torino, temporale allaga un sottopasso: operaio muore annegato

Un operaio di 51 anni, Guido Zabena, è morto annegato nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo, in provincia di Torino. L’uomo, che stava tornando a casa dopo il lavoro, era rimasto bloccato con la propria auto mentre si stava abbattendo un violento temporale. Il sottopassaggio si è rapidamente allagato, senza dare la possibilità all’uomo di uscire dal veicolo. Indagano i carabinieri.

La tragedia si è verificata intorno alle due. Zabena era riuscito a chiamare i soccorsi, ma il loro intervento si è rivelato inutile. Nell’imboccare il sottopasso, l’uomo non si sarebbe accorto dell’effettiva altezza dell’acqua, finendo bloccato nel punto più basso senza possibilità di tornare indietro o aprire le portiere. La vettura ha poi cominciato ad imbarcare acqua, non lasciando scampo all’operaio.

Come riporta il Quotidiano del Canavese, tre passanti hanno tentato di raggiungere l’auto a nuoto, ma non ce l’hanno fatta. La salma della vittima è stata portata all’ospedale di Cuorgnè a disposizione della Procura di Ivrea.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.