Delocalizzare il porto di Salerno, continuano le iniziative de La Nostra Libertà

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Un Nuovo Porto verso la Piana del Sele: è questo il tema del confronto-dibattito, organizzato dall’associazione La Nostra Libertà, mercoledì 11 Luglio a Salerno presso la sede di Via Lucio Pettine 69, a partire dalle 17:00. All’incontro prenderanno parte il sindaco di Eboli Massimo Cariello, l’imprenditore del settore Edlizio Roberto Scermino. A moderare Mario Cirillo, direttore del sito Agendapolitica.it. Le conclusioni sono affidate all’avvocato Antonio Cammaro ta, Presidente della Commissione Trasparenza del Comune di Salerno e promotore della proposta di delocalizzare il Porto di Salerno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Si è sempre in attesa di conoscere se è stata fatta una valutazione attendibile di quale sarà l’onere complessivo da sostenere per questa operazione e in quale settore si troveranno i contribuenti che ne renderanno possibile la realizzazione.

  2. I soldi necessari da dove uscirebbero?

    Senza questo piccolo dettaglio e’ solo un inutile emissione di aria calda.

  3. UN PLAUSO A QUESTA INIZIATIVA.
    ESORTO L’AVV. CAMMAROTA A NON DEMORDERE ANCHE SE I RISULTATI NON SI VEDRANNO SUBITO , MA E’ UNA SCELTA INDISPENSABILE PER IL FUTURO DI SALERNO.
    SCALO MERCI A SUD DI SALERNO , TRAFFICO CROCERISTICO E COLLEGAMENTO PASSEGGERI NELL’ATTUALE PORTO DI VIA LIGEA.
    AVANTI COSI’.

  4. Non si riesce a completare un’opera esistente da decenni (l’aeroporto) figuriamoci a voler realizzare con spese enormi un nuovo porto, Utopisti! E poi per far che? inquinare anche le spiagge del litorale a sud di Salerno? Meglio piccolo porto, ma funzionale, anche se traffico intenso da e per.

  5. Penso che la maggior parte delle persone con un minimo di sale in zucca siano completamente d’accordo con la lodevole iniziativa per delocalizzare l’attuale porto commerciale di Salerno che forse fino agli anni ’70 andava bene così, ma ora con la crescita della città e del traffico veicolare è incompatibile per l’eccessiva massa di traffico commerciale ad esso destinato tra l’altro creando gravi danni ambientali e d’inquinamento eccessivo. I soldi per realizzare tale imponente opera se si vuole si trovano……………….L’importante è sensibilizzare le persone su tale argomento perchè se ci s’intestardisce a mantenere le cose così come stanno il porto di Salerno già ora inglobato in un’unica autorità portuale del Mar Tirreno perderà sempre di più le sue peculiarità ed eccellenze, basti pensare che già ora si trovano tante difficoltà per un semplice dragaggio dei fondali e l’abbandono di quel gioiello architettonico che è la Stazione Marittima, un autentico delitto a cielo aperto! Meditate gente, meditate…………..

  6. A Max farei considerare che, se l’attuale ubicazione del porto determina “un traffico veicolare incompatibile per l’eccessiva massa di traffico commerciale ad esso destinato tra l’altro creando gravi danni ambientali e d’inquinamento eccessivo”, è mai possibile che qualcuno possa accettare una operazione egoistica che trasferisce ad altri i danni di cui sopra? Senza contare l’impatto devastante che si avrebbe su un lungo tratto di litorale costiero, che si aspira a far diventare un polo di attrazione turistica.
    Anche su queste cose si deve meditare!!

  7. A Salerno il porto poteva sorgere dove si trova l’attuale marina d’arechi cosa che non è stata fatta…delocalizzare il porto ad eboli o a battipaglia significa svilire il nome e la città di Salerno. Già l’aeroporto di Pontecagnano è qualcosa al limite e non funzionante…figuriamoci un porto fuori la città, a Napoli o a Bari hanno il porto in provincia? Non mi sembra. Il problema semmai è risolvere il problema del traffico che forse con l’apertura delle gallerie potrebbe aiutare…o predisporre una linea ferroviaria merci diretta allo scalo attuale, che non sarebbe utopia.

  8. Esposito perché censura i commenti favorevoli al porto e che attaccano Cammarota ed il sommo Dante Santoro a pensar male gatto ci cova

  9. Sulla location del nuovo porto commerciale sono favorevole a crearlo nel territorio di Salerno poco distante dal Marina d’Arechi, lì andrebbe benissimo e usufruirebbe delle linee autostradali vicine…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.