Rifiuti: a Cava de’Tirreni se non si differenzia a rischio la tenuta dei costi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Le continue emergenze che si stanno verificando nelle ultime settimane a causa di incendi nelle piattaforme di conferimento dei rifiuti differenziati e il perdurare dell’inosservanza da parte di tanti cittadini delle piccole regole per una efficace raccolta differenziata stanno mettendo a serio rischio la tenuta dei costi da parte delle Amministrazioni comunali.

Nonostante gli appelli del Sindaco Servalli, dell’Assessore all’ambiente, Nunzio Senatore, dell’Amministratore unico della Metellia, Giovanni Muoio e l’emissione dell’Ordinanza sindacale n°261 del 10 luglio scorso, che vieta di deporre il sacco nero dell’indifferenziata fino a domani venerdì 13 luglio, per l’impossibilità di conferire alla piattaforma TMB di Battipaglia, interessata da un incendio,  in molte parti della città si registrano depositi di buste nere contenente rifiuto non differenziato, soprattutto da parte di utenze commerciali come i locali pubblici di ristorazione.

Se si considera che il costo per lo sversamento di una tonnellata di secco in discarica è lievitato a ben 220 euro e se a ciò si aggiungono i mancati ritiri da parte della piattaforma dove viene consegnato l’umido, per le elevate percentuali di inquinamento che, solamente negli ultimi tre giorni, ammontano a circa 200 quintali, si comprende che la situazione è particolarmente seria.

“C’è un unico modo per fronteggiare questa ennesima crisi – afferma il Sindaco Servalli – la collaborazione dei cittadini. L’amministrazione mette in campo tutto quello che è necessario, mezzi, uomini, risorse, gli uffici ambiente del Comune e la Metellia, sono impegnati a trovare continue soluzioni al venir meno degli impianti regionali, ma se ci ritroviamo nei contenitori dell’umico addirittura pezzi di amianto, plastica, buste nere ed altro e buste di spazzatura buttate in strada in spregio alle poche e semplici regole per la raccolta differenziata, possiamo far ben poco per contenere i costi e rischiamo di vanificare ogni buona pratica che ci ha portato ad ridurre l’ultima bolletta Tari dell’ 8 per cento”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Cittadini di Cava dobbiamo sapere che ci chiedono collaborazione … adesso che vi è l’emergenza rifiuti … poi quando vi è la possibilità di poter impiegare un paesano con una legittima mobilità … l’ottimo Servalli non dice nulla!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.