Salerno: lungomare in mano a cartomanti e venditori abusivi, la denuncia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
19
Stampa
«Vedere un lungomare in mano agli ambulanti mi fa veramente male. Alle ore 22,47, del 19/08, cartomanti, venditori di palloncini, stranieri che vendono merce abusiva di ogni tipo, degrado totale». A dirlo una lettrice di Salernonotizie che ha inviato una email alla nostra redazione per denunciare la situazione che si registra sul Lungomare di Salerno.

Nonostante i controlli continuano a verificarsi situazioni spiacevoli sul luogo simbolo delle passeggiate dei salernitani. Lungomare che in alcuni frangenti sembra essere trasformato in un vero e poroprio suk

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

19 COMMENTI

  1. c’è vita, movimento , colore. Tutte ste manfrine sugli ambulanti…a me non danno fastidio. Se voglio compro, sennò no.

  2. tutto questo è permesso dalle istituzioni più alte, ormai neanche la procura o la polizia giudiziaria lavora in questa nazione, sono tutti assenti(ingiustificati)almeno portassero una giustificazione al loro assenteismo, invece hanno scelto la via dell’immobilismo e del silenzio come sanno fare solo i vigliacchi e i vili d’animo…..l’accoglienza e la tolleranza sono una cosa, ma le regole valgono per tutti.

  3. Sono d’accordo con il commentatore precedente. Il degrado sta nella sporcizia, nella puzza di bagni all’ altezza del bar Nettuno, in quei cespugli “fioriti” senza un minimo di cura all’ altezza dell’ imbarcadero.

  4. X a me piace. Peccato che occupano suolo pubblico a sbafo. Non fatturano. E nessuno li ha autorizzati. Ps la legge e uguale x tutti.

  5. I controlli fino alle 20.30 poi c’è l’ ivasione. Oramai lo sanno tutti. È una barzelletta.

  6. I controlli non sono più serrati. Nella settimana di ferragosto c’era di tutto.
    Zucchero filato, in quei pochi metri rimasti di P.za Cavour;venditori di spighe di grano; rom vestiti da civili che leggono le carte e adescano giovani persone da spolpare ( più delle volte sono assistite da uomini che siedono sulle panchine di fronte e avvisano “le maghe ” quando sono in arrivo le pattuglie provvedendo a rimuovere il tavolo ) ambulanti di tutte le nazioni.
    E’ finito l’assedio dello Stato e il lungomare è divenuto nuovamente terra di nessuno.

  7. Non gli vogliamo, la loro merce attira gente che non ci piace! quindi che vadano via gli ambulanti e gli acquirenti. In una città che si rispetti e vuole fare un certo tipo di turismo. E’ meglio che non si presentano. Basta andare gia verso CAVA, e dico CAVA, che non ci sono questi ambulanti fastidiosi.

  8. mi puoi dire in Italia un lungomare cittadino più pieno di paccottaglie?
    Non c’è mai fine al peggio, anche nella capitale del falso, il lungomare(Napoli, lungomare Caracciolo) è privo di venditori ambulanti.
    Esistono persone senza cervello, pur di difendere le proprie idee li autorizzerebbero a defecare su suolo pubblico per mancanza di bagni pubblici.
    Siamo alla frutta, il loro pensiero è puro autolesionismo ideologico, oramai sono una riserva indiana in via di estinzione, mi auspico che ritorni una sinistra illuminata(Pinocchio e uguale ai centri sociali, vuoi per interessi vuoi per ottusaggine ideologica fanno finta di non vedere la Realtà) che si riprenda le vere lotte dei poveri e dei deboli, e non legittimazione di situazioni illegali.

  9. …se nessuno comprasse! Ma perché non ce la prendiamo un pochino anche con noi o con i nostri figli che comprani questa merce contraffatta?

  10. Perché le varie associazioni commercianti e consumatori, per protesta non occupano i 3 metri di lungomare in modo da rendere impossibile il passaggio?
    Sarebbe una protesta legittima e forse qualcuno capirebbe che “a me non piace”.

  11. Se non c’è commercio non è certo colpa degli ambulanti ma dei mega super miliardari store online che hanno distrutto discografia, videonoleggio, e tra poco anche il cibo…

  12. Siamo lontani ad essere una capitali del turismo in questa maniera….piu’ ordine e tasse x tutti ! Che si affittino un locale pagano l’affitto ( lo comprano ) pagano le tasse comunali,statali,fare scontrini, pagare la corrente non vendere merce contraffatta e possono stare in città quanto vogliono non è difficile o no ?

  13. E vogliono nominare nuovo Comandante della Pulizia Urbana il questore che avevamo, andato in pensione che non ci capiva niente

  14. basta spostarsi sull’altro viale per trovare in vendita platealmente ogni tipo di droga con personaggi inquietanti. non credo sia normale

  15. viene scritto un articolo al mese di questo genere, e nessuno fa niente!!! Mi rivolgo a chi scrive “a me non danno fastidio” , prima cosa si arricchiscono le attività criminali che gesticono la vendita sul lungomare, si vendono capi contraffatti a discapito dei commercianti salernitani che vendono legalmente i loro prodotti e terzo occupano un luogo di passaggio

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.