Salernitana, battere lo Spezia per dimenticare Venezia. Poi 2 soste

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Vincere per la Salernitana è fondamentale dopo il ko di Venezia e la lunga sosta che attende i granata un minuto dopo la sfida con la conclusione della sfida con lo Spezia. Davanti ad almeno 9 mila spettatori la Salernitana dovrà avere ragione di una squadra che non conosce mezze misure: o vince o perde.

Alla Salernitana servono i tre punti perchè i granata, tra sosta del campionato e stop imposto dal calendario a 19 squadre, torneranno in campo soltanto il primo dicembre. Un lungo letargo dove possono cambiare molte cose. Ecco perchè serve una vittoria.

Granata con gli uomini contati a centrocampo. L’ultimo ad alzare bandiera bianca è stato Odjer per il riacutizzarsi di un’infiammazione alla gamba sinistra. L’assenza del ghanese, assieme a quelle di di Akpa Akpro e Di Gennaro costringe Colantuono a rivedere piani e progetti anche perchè chi andrà in campo non è al massimo della condizione.

Salernitana con il 3-5-2. Davanti a Micai, che vuol riscattarsi e cancellare il gol subito a Venezia Mantovani, Migliorini e Gigliotti. Schiavi da forfait all’ultimo istante. Sulla corsia di destra ritorna Tiago Casasola. L’argentino scalza Djavan Anderson in quella posizione, dopo essere stato prestato al pacchetto arretrato nelle ultime due apparizioni. Dalla parte opposta, Vitale ha vinto ancora una volta il ballottaggio con Pucino. Di Tacchio, Castiglia e Mazzarani agiranno in mezzo. Novità anche in attacco. Lamin Jallow, infatti, ha superato la concorrenza di Milan Djuric per affiancare Riccardo Bocalon nel tandem offensivo.

Lo Spezia di Marino risponde con il 4-3-3 sfruttando il recupero in extremis di Okereke che parte titolare in avanti nel tridente con Pierini e Galabinov . A centrocampo, la cabina di regia sarà affidata all’ex Matteo Ricci , Bartolomei e Crimi agiranno ai suoi lati. In difesa a protezione di Lamanna ci saranno De Col e Augello sulle fasce, la coppia Terzi-Capradossi al centro. Arbitra Federico Dionisi di L’Aquila

LE FORMAZIONI UFFICIALI

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Migliorini, Gigliotti; Casasola, Mazzarani, Di Tacchio, Castiglia, Vitale; Bocalon, Jallow. A disp. Vannucchi, Lazzari, D.Anderson, Pucino, Odjer, Palumbo, Bellomo, Djuric, A.Anderson, Orlando, Vuletich. All: Stefano Colantuono.

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; De Col, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei, Ricci, Crimi; Pierini, Galabinov, Okereke. A disp. Manfredini, Barone, Crivello, Giani, Bachini, Vignali, Mora, Maggiore, De Francesco, Bastoni, Bidaoui, Gudjohnsen. All: Pasquale Marino.

ARBITRO: Sig. Federico Dionisi di L’Aquila (Pagliardini/Sechi) IV uomo: Garofalo.

 

AGGIORNAMENTI USSALERNITANA1919.IT

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.