Colantuono paga per tutti, ma ora sono finiti gli alibi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

Stefano Colantuono non è più l’allenatore della Salernitana. Si è dimesso questa mattina, di buon’ora quando ha comunicato al dg Fabiani che gettava la spugna. Colantuono lascia nonostante il lungo e pesante contratto che lo blindava fino al 2020. Paga per tutti o per meglio dire ha deciso di pagare per tutti mettendo se stesso davanti agli altri persino a quei calciatori che in campo e fuori gli avevano voltato le spalle.

Tre partite, le ultime tre hanno decretato la fine anticipata del suo rapporto con Salerno e la Salernitana. Dalla gara con lo Spezia del 10 novembre vinta a fatica contro un avversario ridotto in 10 uomini per oltre un tempo al ko con il Carpi.

Nove gol incassati nelle ultime tre partite per una difesa che, almeno stando alle prime giornate, rappresentava il piatto forte del mister di Anzio. Finisce a dicembre l’era Colantuono nello stesso mese in cui aveva avuto inizio a Chiavari quando subentrò a Bollini. Proprio contro l’Entella il primo di appena due vittorie in trasferta. L’ultimo colpo esterno risale al marzo scorso 3 a 1 ad Ascoli.

Poi un andamento lento, troppo lento anche con una squadra nuova di zecca, costruita su sue indicazioni e con tutto il tempo per forgiarla in ritiro. Aveva avuto carta bianca Colantuono dalla società ed aveva avuto non una ma due squadre con una panchina all’altezza della squadra titolare. A far traballare il mister la mancanza di un gioco, di una identità tattica precisa, di una manovra offensiva degna di tal nome.

Critiche annacquate dai risultati casalinghi come le vittore ai danni di Verona, Perugia, Livorno, Spezia e Padova ed i pari con Palermo e Ascoli prima della sconfitta pesante di Brescia. Colantuono sapeva che attorno a lui si era formato il deserto anche perché i musi lunghi erano tanti, troppi e i risultati negativi non lo hanno aiutato. Colantuono va via immolandosi sull’altare granata dando una dimostrazione di grande valore.

Non ha aspettato l’esonero che sarebbe arrivato all’ennesimo stop. Ha rinunciato a tutto ed è andato via. Quasi a dire: se sono io il problema pago io per tutti e senza buonuscita. Un gesto che adesso mette tutti ma proprio tutti davanti alle loro responsabilità. Colantuono si è dimesso è andato via e si è portato dietro tutti gli alibi. E’ adesso?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.