Costringe dipendenti a servire cibi avariati: nei guai imprenditore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa

Un noto imprenditore della grande distribuzione è stato arrestato per estorsioni aggravate nei confronti dei propri dipendenti. Sequestrati beni per oltre 1milione 700mila euro.

Le indagini della Guardia di Finanza e dei Carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore, coordinate dal sostituto Angelo Rubano della Procura nocerina, hanno appurato un quadro disarmante.

L’amministratore unico di una società che gestisce molti supermarket nell’agro nocerino sarnese, con vessazioni, minacce di ritorsioni e di licenziamento, creava un clima di intimidazione e costrizione ai danni dei propri dipendenti.

In particolare, molti lavoratori erano costretti ad accettare condizioni illegittime rispetto al loro contratto; una retribuzione inferiore rispetto al lavoro prestato; a rinunciare a permessi e riposi; nonché a sottoscrivere quietanze liberatorie con le quali dichiaravano di rinunciare ai crediti di lavoro maturati e non corrisposti.

Il clima di prevaricazione arrivava fino a costringere i dipendenti a servire pietanze da asporto preparate con cibi scaduti. Ma anche carne annerita e maleodorante corretta con additivi, pasta con blatte, frutta ed ortaggi marci. Il profitto ricavato con le condotte illecite ammonta a circa 1.700.000 euro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. ma perchè non mettete i nomi? Dobbiamo sapere chi attenta alla nostra vita? Perchè con il silenzio siete complici

  2. Il nome del tizio o del supermercato…..così eviteremo di acquistare da questo “signore”

  3. Poveri bambini che lhanno mangiata.
    Un povero disgraziato che e costretto a far sacrifici x poter comprare un alimento e portarlo ai propri figli e magari il familiare nn lo mangia x darlo a loro, e che vieni a scoprire………era avariato…..che delusione.

  4. arrestatelo cazzo, date i nomi, indirizzi e fotografie, meritano il linciaggio ( anche solo mediatico ma nu par paccher pure perchè no???) sti barbari

  5. Andrebbero controllati tutti meglio, è ovvio che con la crisi qualcuno tenda a fare il furbo per motivi di natura strettamente economica

  6. Magari qualcuno riconosce l’etichetta! Ho notato che alcuni supermercati nella mia zona, a sud di Salerno, la mattina prelevano dal bancone la carne confezionata nelle vaschette ed etichettata il giorno prima ( confermato dalla dicitura “Preconfezionato il 21/01/2019”), rimuovono la pellicola con l’etichetta, ri-confezionano la stessa carne ma con la data del giorno odierno ( confermato dalla dicitura “Preconfezionato il 22/01/2019”).

  7. Azz, se anonimo dovesse avere ragione è il mio supermercato di riferimento a Salerno. Spero quelli di Salerno non abbiano a che fare con questo tizio.

  8. il sole quello di via mobilio non ha nulla a che fare con questo imprenditore che invece possiede il sole sul corso di salerno!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.