Salernitana, nove anni senza il Siberiano. Salerno lo ricorda

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
12 aprile 2010, 12 aprile 2019: nove anni senza Carmine Rinaldi, otto anni senza il Siberiano.

Oggi è un giorno importante per la tifoseria della Salernitana e per tutto il mondo ultras.

Carmine Rinaldi alias “Il Siberiano”  venne stroncato a soli 46 anni da un infarto. Sembra ieri, eppure sono passati nove lunghi anni da quella fredda mattinata di inizio primavera che segnò in maniera irreversibile la tifoseria granata.

Ogni settimana, da quel maledetto giorno, gli ultras granata dedicano cori e striscioni al Siberiano durante le partite della Salernitana, sia in casa che in trasferta. Ed anche le tifoserie avversarie, spesso acerrime rivali di quella salernitana, riservano un tributo a Carmine.

IL RICORDO DELLA GSF. Questa è una storia semplice, eppure non è facile raccontarla, come in una favola c’è dolore, e come una favola, è piena di meraviglia e felicità.
“Siberiano è il capo degli Ultras”.

Urlato a squarciagola, in una Salerno in rispettoso silenzio, con il cuore in lacrime sotto una pioggia incessante in quel maledetto giorno di Aprile.
Piangeva anche il cielo.
È la vita e puó ferirti in qualsiasi momento.

Eppure sembravi così forte.
Dio chiama a sè sempre i migliori, perchè ha bisogno di combattenti valorosi.
Scuri in viso, sulle gradinate della tua casa, il Vestuti, i tuoi amici di tante battaglie, e tanti giovani che per ragioni d’età non hanno potuto viverti e conoscerti.

Un padre, con una lacrima a solcare il viso, il dolore che picchia forte, a spiegare al figlio il significato di quell’ultimo saluto, omaggio più degno che un uomo vero possa mai ricevere.
Che le sue gesta vivranno sempre nei nostri cuori, più forte di qualsiasi abbraccio, piú forte di qualsiasi parola.
Tutti insieme a rendere onore al più grande Ultras che Salerno abbia mai avuto.
Carmine Rinaldi…per tutti il Siberiano.

Ora è la nostalgia a dipingere i nostri ricordi piú belli.
Nove anni che ci hai lasciato, e quello che vorrei dirti resta impigliato tra le dita e la penna.
Le cose non sono piu quelle di una volta, tu emblema di un calcio che non c’è più, per molti solo un pallone che rotola su un prato, ma per noi lo sai la Salernitana è sempre stata una ragione di vita.

La pagina più bella del tifo granata, la tua.
Tu leader della tua gente.
Con la sua mano grande come il cielo che ti indica la strada, per toglierti ogni paura.

Il passo deciso di chi sa dove sta andando e perchè.
Perchè l’autorità non si compra e non si eredita, ma proviene dalle qualità dell’animo,rese manifeste dall’aspetto e dalle maniere, dal senso di sicurezza che ci infondevi.
Ci hai insegnato cosa significasse vivere ULTRAS.
VIVERE ULTRAS PER AMARE SALERNO.

L’amore incondizionato per la Salernitana sempre a sostegno della tua città, a difesa della casacca granata, quello sano a prescindere da interessi personali e stupidi protagonismi.
“Quella è nostra, è la nostra vita la SALERNITANA”
Pagine indelebili.

Come quando difendesti lo striscione GSF, si tu da solo.
Sarebbero potuti essere anche in 100, quello striscione non sarebbe mai stato tolto dalle tue mani.
Ci hai insegnato che anche se la paura fa tremare…di non smettere mai di lottare.

Sulla pelle mi percorre sempre un brivido ad ogni “Siberiano con noi”.
In questi anni si è perso il conto dei ricordi omaggiati da ultras avversari, amici e nemici di tifo.
Ha un significato immenso per noi quando al nominare la città di Salerno viene affiancato il nome del Siberiano.

A testimonianza che tramite la gloria in vita si raggiunge l’immortalità.
Il nostro amore si avvicina ormai al secolo, ogni stazione, ad ogni casello, in ogni stadio, faremmo meno fatica con te ancora al nostro fianco.
Carmine spero ci rincontremo dopo la morte.

E sarà tutto come una volta.
Dove andremo in trasferta?
Quale striscione porteremo?
“La gente vuol sapere chi noi siamo”.
“Torneremo nella nord con le spranghe a caricar”.
Girarmi tra questa folla distratta, e ritrovarti, con i tuoi occhi azzurri e la tua stazza imponente.

E tutto sarà come prima…come se quel tamburo rullasse ancora.
Si vive con la speranza di essere un ricordo e tu Carmine per noi lo sarai sempre.
Quello più bello.

SIBERIANO ETERNO

12/04/2010

La G.S.F.

VIDEO PUBBLICATO DA PAGINA FACEBOOK TUTTO SULLA SALERNITANA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Carmine questi cosiddetti ultras penso ti abbiano fatto rivoltare nella tomba. Sempre nel mio ricordo

  2. Sarebbe qiasi il caso che i sedicenti rappresentanti ultras cambiassero firma ai comunicati evitando di nominare il grande capo che non c.e. piu’

    Quaquaraqua’

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.