I comizi a Salerno 1968 – 1985 (di Adolfo Gravagnuolo)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Le piazze dei comizi degli anni ’60 ’70 ’80 a Salerno erano due , raramente una terza: Piazza Portanova, Piazza Amendola e raramente Piazza Concordia .

Dopo la seconda guerra mondiale, ritorna la politica di contrapposizione in piazza e
per decenni, partiti tradizionali hanno dato vita ad appuntamenti di piazza storici , ecco i partiti protagonisti dal 1968 al 1989 : DC. PCI PSI PSDI PRI
PLI , PDIUM , MSI .

Piazza Portanova e’ stata famosa per i grandi di Salerno del PCI e per gli intellettuali di sinistra , storico il comizio del 1968 con Edoardo Sanguineti, Alfonso Gatto e lo stato maggiore del PCI salernitano .

Sempre piazza Portanova per Covelli PDIUM nel 68 e Malagodi PLI 1972

Piazza Amendola ,gremitissima, per una domenica mattina del Giugno del 1976 per Zaccagnini DC per evitare un famoso possibile sorpasso del PCI. Appassionato intervento dell’onorevole Chirico prima di Zaccagnini.

Seguitissimo, dai salernitani,l’ avvocato Dino Gassani MSI

L’ onorevole Angrisani PSDI famoso per i suoi comizi sempre pepatissimi e accompagnato sul palco da animali da cortile.

Non poteva mancare Craxi in piazza Amendola negli anni ‘ 80 presentato da Stella Libertino.

Alfonso Menna preferiva la piazza del Comune, piazza Amendola .

Piazza della Concordia enorme , e’ stata per un decennio di Almirante MSI
e famoso fu il suo debutto del 1972 ” Da due ore ho terminato la campagna elettorale a Napoli in piazza Plebiscito e ora la chiudo a Salerno in piazza Concordia a Salerno . Questo e’ un plebiscito di concordia anticomunista “.

Il PCI non potendo permettere una esclusiva di piazza Concordia di Almirante, fece venire nella grande piazza Berlinguer prima che morisse e ricordiamo le parole di chiusura del comizio rivolte agli operai ” Ora tornate a casa e domani tornate a lavorare con impegno e amore nelle vostre fabbriche onorando il Vostro lavoro “.

Ecco i comizi di una volta , sanguigni e ricchi di una poesia geografica sociale ,tra bandiere tricolori o rosse , tra ampi altoparlanti di Notini o Ibisco ,tra fiaccole e slogan e quelle bellissime musiche dell ‘ Internazionale o di soli che sorgevano a Roma e il popolo quel bellissimo popolo non televisivo che era l’ assoluto protagonista con la Sua presenza.

Adolfo Gravagnuolo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.