Andrea, gravemente malato, deve essere curato. Lo ordina il giudice

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
E’ una storia che sta riempiendo le pagine di giornali e commuovendo l’opinione pubblica quella di Andrea (nome di fantasia), il giovane affetto da una grave distrofia muscolare a cui la ASL SA ha sospeso le cure creando, come dicono i medici, pesanti rischi per la sua salute. La famiglia si è rivolta al giudice e ieri è arrivata la prima decisione: le cure non possono essere interrotte.

L’ordine dato dal giudice di Nocera, dottoressa Caporale, è chiaro: la ASL e il Responsabile
Riabilitazione del Distretto 60 devono autorizzare la terapia riabilitativa per Andrea presso il
Centro in cui era in cura. Non solo, devono farlo esattamente dal giorno in cui era stata sospesa. E fissa la comparizione tra le parti per la metà di novembre.

“Accogliendo il ricorso – commenta l’avvocato Vuolo che rappresenta la famiglia di Andrea – il giudice afferma un principio fondamentale, quello della continuità terapeutica. E’ un principio ovvio sul piano umano, ma a cui il giudice dà un valore giuridico determinante”. “Per Andrea e la sua famiglia – continua l’avvocato

– significa passare dalla disperazione alla speranza. È un primo grande passo per tutti perché afferma che un paziente, in questo caso un minore, non può vedersi condannato alla malattia per ragioni amministrative. È un grande principio di civiltà”. “Vedremo – conclude Vuolo – come si svilupperà la vicenda, intanto però Andrea può riprendere a curarsi, e questa è una vittoria di tutti.

Anche se resto convinto che la salute di una persona dovrebbe essere garantita dai medici e non dall’autorità giudiziaria”. Per la famiglia di Andrea quella di oggi è, finalmente, una bella giornata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.