Ha investito uomo in Litoranea: indagato 54enne di Pontecagnano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
E’ indagato per omicidio stradale l’automobilista cinquantaquattrenne di Pontecagnano che, giovedì sera, a bordo di una Nissan Micra ha travolto e ucciso Adeladiff Mabrouk, un cittadino marocchino di 49 anni.

L’incidente è avvenuto intorno alle 19 in litoranea, all’altezza di Campolongo – zona, poco illuminata e assolutamente non sicura – probabilmente per la scarsa visibilità.

L’uomo, mentre era alla guida dell’auto, non si sarebbe reso conto della presenza dello straniero in sella alla sua bicicletta che, probabilmente, era priva del fanalino e dunque poco visibile lungo la strada. Ma, questa circostanza, è tuttora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Eboli (accorsi sul posto insieme ai sanitari del 118, chiamati dal guidatore che si era immediatamente fermato dopo l’impatto) che, su disposizione della Procura di Salerno, hanno sequestrato la vettura e la bici.

Il magistrato di turno, inoltre, ha anche disposto il sequestro della salma della vittima per effettuare l’esame autoptico.

Meno di un mese fa nello stesso tratto di strada perse la vita, in circostanze analoghe, una trentacinquenne.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Basta passare qualche volta di sera su quella strada in quella zona per rendersi conto di quante bici circolano TUTTE regolarmente senza luci di segnalazione. Chi va piano, le vede quando è a minima distanza, ma, se la velocità e un po’ maggiore, come si fa a vedere queste bici su cui c’è anche qualcuno con abiti scuri? Provare per credere! Altro che strada pericolosa: sono pericolosi quelli che non rispettano le regole del codice della strada!

  2. Perchè non viene indagato chi doveva garantire un illuminazione adatta a quel tipo di strada ? Troppo facile cosi, al posto di quell’automobilista poteva esserci chiunque.

  3. Corrono e superano (senza ovviamente la freccia) come i pazzi, di giorno e di notte.
    La strada poi non è illuminata.
    I morti ci sono stati..a quando lampioni e controlli serrati? Vi prego

  4. chi pratica la litoranea sa benissimo che di sera e di primo mattino questi extracomunitari vanno al lavoro con le loro bici senza luci ne anteriori ne posteriori,non indossano nulla che li faccia essere visibili e ci sono molti tratti di strada senza illuminazione,quindi la colpa e’ loro per evitarli non si puo certo camminare rasente la linea mediale della strada altrimenti lo scontro lo facciamo noi,potrebbero usare la pista ciclabile anche se non in buono stato,ma non lo fanno,quindi dispoiace ma amen.

  5. giacomino, sottoscrivo completamente.. la colpa è nella quasi totalità dei casi di quelle persone che camminano a piedi o in bici senza alcuna luce e senza prestare attenzione.. purtroppo oggi va di moda creare reati, e questa storia stupida dell’omicidio stradale ha portato solo a peggiorare la situazione per gli automobilisti, diventati tutti potenziali assassini a prescindere. (per inciso, era un reato perfettamente contemplato dal codice penale, con omicidio volontario, colposo, preterintenzionale e relative attenuanti o aggravanti).
    Comunque è fuori dubbio che una persona senza luci, in mezzo alla strada in campagna, vestita di nero e nera pure di pelle è oggettivamente invisibile fino a pochi metri prima…
    Troppo facile dare sempre la colpa agli automobilisti. Ricordo che pure il pedone ha degli OBBLIGHI di legge. E non tirate in ballo la storia che c’è il morto perchè non è un motivo valido per togliere tutta la colpa al morto e darla completamente all’automobilista: va bene il rispetto per il morto, ma se io mi stendo in autostrada al buio non posso accusare l’automobilista di passaggio o “lo Stato” che non illumina…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.