Locale chiuso a Fisciano dopo inno alla camorra, Borrelli: “Esempio da seguire»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
“E’ stato chiuso il locale dove si è svolto il vergognoso concerto natalizio del neomelodico pluripregiudicato Niko Pandetta. Il sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, ha infatti fato sapere che lo show non era autorizzato. Durante la sua pessima esibizione alla Vigilia, tenuta si all’esterno di un’attività commerciale che non aveva permessi per occupare la strada, Pandetta ha fatto una dedica a “Tutti quelli che stanno al 41bis per una presta libertà e con la speranza che possano tornare dalle proprie famiglie”, con tanto di canzone struggente che racconta la vita del ‘povero’ detenuto. Una prassi ormai consueta per il neomelodico Pandetta, nipote del boss catanese ergastolano Salvatore Cappello, inneggiato nelle sue canzoni.

Il primo cittadino ha annunciato multe salatissime per i responsabili a cui saranno contestate tutte le violazioni di legge. Il locale è stato chiuso:  è così che bisogna fare. Fisciano è l’esempio da seguire”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

“Pugno durissimo contro chi inneggia la criminalità organizzata. Noi cittadini onesti e puliti – ha aggiunto Borrelli – non possiamo affatto consentire che boss, assassini e criminali vengano idolatrati. Devono marcire in galera e pagare fino all’ultimo giorno il male che hanno fatto. Nessun passo indietro contro questa gente, nessuna pietà per i camorristi. E chi favorisce questi teatrini, chi alimenta la criminalità, va condannato allo stesso modo. Lo dobbiamo ai tanti familiari delle vittime della malavita che non meritano anche questo affronto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. dovrebbero chiudere questo pseudo cantante,che di canzoni ha solo una cosa,la vergogna e lo squallore di dedicato a dei delinquenti,che schifo di personaggi W FALCONE E BORSELLINO,LORO ESEMPIO DI ONESTA’ E LOTTA ALLA MAFIA

  2. Congratulazioni al nostro Questore che ha ordinato la chiusura del locale dove si è riunita tutta quella monnezza.

  3. Come può il Paese che ha dato i natali a Monteverdi, Rossini, Verdi e Puccini partorire un tale scempio musicale e culturale? La scuola è stata depotenziata e gli insegnanti sono stati denigrati e derisi. La loro attività didattica viene messa quotidianamente in discussione da genitori che non vogliono avere problemi con i loro figli. I compiti a casa sono un fastidio per l’intera famiglia, perchè bisogna stare tutti sui social, a cazzeggiare. In questo vuoto culturale e sociale germogliano i fiori del male mostrati nel video. Tutto è orribile: la musica, i gesti, gli atteggiamenti, il modo di vestire e di parlare.

  4. Ma la chiusura dovrebbe essere definitiva e non temporanea per me i più squallidi sono i pesudoninomo, ignoranti, balordi, delinquenti gestori di questo locale, bravo Questore Ficarra.
    Spero che per questa sceneggiata nessuno, dico nessuno in futuro si fermi a prendersi un caffè.

  5. Si, ma se non si muoveva il questore l’amministrazione comunale mica ha preso le distanze o mostrato il pugno di ferro…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.