Tifoso morto nel potentino, 26 arresti: alcuni condotti anche a Fuorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Avrebbe spinto sull’acceleratore della Fiat Punto per evitare l’assalto dei tifosi della Vultur Rionero, gesto che ha causato la morte del 39enne Fabio Tucciariello.

E’ accusato di omicidio volontario e lesioni aggravate Salvatore Laspagnoletta, il tifoso 30enne del Melfi, diretto a Tolve per la trasferta calcistica della squadra gialloverde. Ad attendere la sua e altre 4 autovetture una trentina di tifosi della Vultur Rionero – 25 dei quali arrestati per violenza privata con aggravante del dolo – e condotti nelle carceri di Potenza, Matera, Taranto e Salerno – i quali avevano pianificato in dettaglio l’agguato avvenuto davanti la stazione di Vaglio Basilicata con l’ausilio di tubi di ferro, bastoni, mazze e tirapugni poi sequestrati dalla polizia.

Anziché uscire lungo la Strada Statale 658 per andare a Brienza, dove era impegnata la squadra bianconera, i vulturini avrebbero tentato l’assalto senza riuscirvi ai primi due mezzi della carovana melfitana, sulla carta storica tifoseria rivale, ma che in questo caso vedeva semplici appassionati con a bordo anche dei bambini.

Ricostruzione e altri dettagli sono emersi durante la conferenza stampa del Procuratore della Repubblica di Potenza, Francesco Curcio, il vicario, Maurizio Cardea, e il Questore, Isabella Fusiello.
“E’ stata violenza tribale, anche in considerazione delle armi sequestrate – ha sottolineato Curcio – probabilmente è stata utilizzata anche una staffetta per avvertire i tifosi del Rionero dell’arrivo dei tifosi rivali del Melfi.”

La Fusiello ha esortato le società calcistiche, entrambi militanti in Eccellenza Lucana, ad un gesto eclatante di sensibilizzazione. Escluso, almeno su sponda vulturina, l’invito a ritirare la squadra formulato anche dal Prefetto potentino, Anunnziato Vardè, a margine della convocazione straordinaria del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Vi avevano preso parte, tra gli altri, i sindaci e il governatore Vito Bardi con auspicio di “conseguenze esemplari”.

fonte trmtv.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Se non lo fanno le 2 Società, allora la Federcalcio dovrebbe intervenire d’autorità e ritirare le due squadre dai rispettivi campionati

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.