Gabetti Calcio: stadio business strategy (di Antonio Sanges) 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Gabetti “scende in campo” , e propone all’azienda calcio,  un ‘innovativo “progetto sportivo” denominato : Gabetti Calcio.

L’iniziativa  Gabetti Calcio , è finalizzata a trasformare, gli stadi italiani ed i centri sportivi di allenamento , da “semplici asset” , ad infrastrutture in grado di generare,  maggiori “ricavi da stadio, marketing e commerciali”.

Per le societa’ di calcio e per le Amministrazioni comunali, la riqualificazione dello stadio, determina un positivo impatto sul territorio, in quanto , lo stesso, oltre a migliorare l’appeal della citta’ di riferimento, diviene un “brand” di attrazione turistica e commerciale.

In Italia solo Juventus (Allianz Stadium), Udinese (Dacia Arena), , Atalanta (Gewis Stadium) ,  Sassuolo (Mapei Stadium) e Frosinone (Benito Stirpe) risultano essere, i club di calcio, che hanno attivato, investito e  realizzato stadi di proprieta’.

Che la “forza” di un club, sia legata direttamente alla proprietà dell’impianto, lo conferma l’indagine targata Footbal Money (a cura della Deloitte) , secondo cui ,  a guidare la classifica delle squadre più “ricche” al mondo  , ci sono proprio due realtà , con gli “stadi più redditizi”: Barcellona ( fatturato 840 mln euro),  Real Madrid (757,3),  Juventus ( 459,7).

Premier League e Bundesliga risultano essere allo stato, i due campionati che possono vantare il maggior numero di stadi di proprietà dei club: ben 26 squadre su 38 giocano nel loro impianto.

La società di revisione Deloitte , ha stilato inoltre  la classifica degli “stadi piu’ redditizzi  in Europa”: al primo posto c’è l’Emirates Stadium che porta nelle casse dell’Arsenal 132 milioni di euro ogni anno , sugli altri due gradini del podio si collocano  il Santiago Bernabeu (129,8 milioni) e il Camp Nou (116,9 milioni).

In tema di “presenze e ricavi da stadio”,  ReportCalcio 2019 rileva  i “parametri economici” al 30 giugno 2018 : Serie A ( affluenza tifosi allo stadio 9.062.105, ricavi da gare 301 mln euro ) , Serie B ( 3.559.249/ 19.820 mln euro ),  Lega Pro (2.372.689/18.884 mln euro).

Dal punto di vista  aziendale, gestione diretta dello stadio, maggiori premi Uefa , ricavi diritti tv, contratti commerciali e sponsorizzazioni , “determinano il divario” in termini di fatturato ,  tra i club europei, e quelli italiani.

Per l’azienda calcio italiana : “gestione diretta dello stadio”, per vincere la sfida alla “sport industry 4.0”.

Antonio Sanges dottore commercialista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.