De Luca: “Prevediamo il picco in Campania a fine prima settimana di aprile”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Come ogni venerdì il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha informato i cittadini sul resoconto dell’attività in relazione all’epidemia da Coronavirus. Il Governatore ha iniziato con alcune considerazioni, parlando di “una guerra in cui si registra l’emergere di tutto il negativo e il positivo legato alla natura umana, tra cui il mercato nero dei beni, la speculazione sui prezzi, l’accaparramento e l’assalto ad alcune forniture che dovevano arrivare nella nostra regione“.

Ci teniamo tutti alla libertà – ha esordito – ma la prima libertà da garantire è quella di vivere e tante misure severe prese hanno questo obiettivo. Questo comprime i problemi di autonomia della persona o della privacy, ma se serve ad evitare il contagio, è evidente che bisogna limitare questa libertà“.

De Luca ha posto poi l’accento sul volontariato, sull’opera del personale medico e sanitario e su chi garantisce i servizi essenziali.

Dobbiamo tenere i nervi saldi e sapere che il problema è drammatico fin quando non saremo arrivati alla conclusione del cammino – ha continuato De Luca -. Il Governo sta facendo un lavoro importante, ma io ho una sola riserva. Abbiamo adottato in Campania misure più rigorose, prima delle regioni del Nord. Credo che sarebbe stato più efficace prendere da subito queste misure, perchè forse avremmo avuto un effetto più tempestivo. 

Noi in Campania abbiamo fatto quello che abbiamo ritenuto più utile per la tutela dei nostri cittadini. So che la vita è diventata pesante, che siamo tutti sballottati. Adesso a scandire le nostre giornate ci sono solo il pranzo e la cena e a un momento iniziale di paura si sostituisce l’assuefazione. Bisogna stringere i denti ed avere fiducia. La battaglia non si vincerà a brevissimo, ma sarà vinta prima se faremo tutti i sacrifici che ci vengono richiesti“.

De Luca: “Governo fa lavoro importante, nessun conflitto”

“Il Governo sta facendo un lavoro importante, ha preso misure rigorose che condivido, sanzioni pesanti, ma sarebbe stato più efficace prenderle da subito queste misure. Avremmo impiegato meno tempo e avremmo stressato di meno i cittadini raggiungendo un effetto più tempestivo”. Così il governatore campano, che ha affermato di aver anticipato i tempi nell’aver assunto misure più severe, come chiusura parchi e stop dell’attività sportiva all’aria aperta.

De Luca ha sottolineato: “Nessun conflitto con il Governo, io parlo chiaro e ho alzato i toni per aiutare i cittadini ma in spirito di collaborazione. Noi siamo solidali con il Governo”. Il governatore fa riferimento alla lettera inviata al premier Giuseppe Conte e a diversi ministri in merito all’assenza di invio di dispositivi di sicurezza. “A me basta che mi si dicano cose chiare, mi si dica con sincerità in tempo utile ‘guarda che non ce la facciamo’ bisogna che qualcuno parli e ci informi”, ha spiegato.

“Lunedì sera eravamo arrivati ad un livello tale di criticità che mancavano le mascherine da destinare agli operatori del 118 e abbiamo parlato per questo chiaro e forte consapevoli che non è un problema della Campania ma nazionale. Lo abbiamo fatto con spirito di collaborazione ma non siamo interessati a dare i voti, non siamo legittimati a farlo, ma siamo interessati a risolvere i problemi”.

Il governatore: “In Campania due nemici, i ‘porta seccia’ e il virus”

Il governatore campano ha riferito: “Qui in Campania dobbiamo combattere due nemici. Il primo è il virus. Il secondo sono i ‘porta seccia’ (jella, ndr). Dicansi porta seccia i soggetti dotati di poteri oscuri che hanno ereditato, gente che sta male se le cose vanno bene. Avete un tale buco nero tra le vostre orecchie che non consente l’uscita del pensiero. Io ho detto che senza forniture eravamo vicino al collasso, loro hanno detto che la Campania è al collasso, non è arrivato alcun collasso”.

Il presidente campano: “Picco emergenza a inizio aprile”

Secondo De Luca, il picco dell’emergenza arriverà “alla fine della prima settimana di aprile con più di 3mila contagi”. “Ce la possiamo fare – ha poi ribadito – a condizione che ogni livello faccia la sua parte. Per quello che riguarda la Campana garantisco che ce la facciamo al netto delle forniture che devono arrivare”.

Il presidente della Regione ha poi aggiunto: “La battaglia non si vincerà a brevissimo ma sarà vinta se faremo i sacrifici che ci vengono richiesti. Nessuno di noi e men che meno chi ha responsabilità istituzionali ha una vita tranquilla. Dobbiamo stringere i denti ma credetemi che ce la faremo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Avete voglia dopo di chiedere voti, tutta la politica, e chi ci viene più a votare. Potete fare pure l’impossibile ma non ci sara più voto. Che goduria

  2. Non esiste la jella, ancora con questa storia.
    Le chiacchiere stanno a zero. Sempre a che dire sui cittadini.

  3. Infatti siamo sballottati dalla cucina al bagno , dal soggiorno alla stanza da letto . Voi fate sempre la stessa vita con una differenza vi cacate sotto di essere contagiati . Provate a stare rinchiusi anche voi politici e poi parliamo di stare calmi

  4. Stasera sono sfiduciato, sono anzi siamo da settimane i quarantena e questi (non intendo il governatore) nella conferenza ci vengono a dire che si era ottimisti ed altre cazzate. Io penso che ci stiano dicendo un mucchio di balle, che ci fanno riempire ogni giorno un modulo diverso per farci scemi e farci pensare che così si potrà debellare il virus ma così alla cieca perché non ci stanno a capire un caxxo. Io oramai sono sfiduciato e stanco e penso che da domani inizierò a uscire, tanto anche se mi fermano la multa la pagherò (la pagheremo) con quali soldi, il carcere e dove se sono saturi vi ripeto il mio pensiero questi stanno a prendere tempo ma non sanno che fare, i soldi 25 miliardi di euro al momento li hanno solo dichiarati ma al momento nessuno li ha avuti o sbaglio.
    .

  5. Ho ascoltato con attenzione tutta l’ora della diretta streaming e con onestà intellettuale devo dire che ci sono tutte le risposte agli attacchi sciacalli di pseudo/politici locali. In un momento tragico per il paese dove oggi ci sono quasi mille morti, dove tutti i grandi governatori del nord da Fontana a Zaia si lamentano dei problemi che affliggono la loro Sanità vanno stemperate e non create stupide polemiche.C’è bisogno della collaborazione da parte di tutti. Problemi di sanità negli Usa, in Francia, in Spagna, in Germani ovunque in tutto il mondo. Questa pandemia è letale quindi poche chiacchiere e aiutate chi si sta facendo il mazzo per tutti. Sono sincero io non voto De Luca ma lo sto apprezzando per l’impegno totale, la dedizione che sta facendo per noi campani. Voglio sperare che questo periodo sia in totale collaborazione per il bene di tutti noi.

  6. Sinceramente anche il re de Luca ci ha rotto le palle sempre con questa ironia fai il tuo dovere in silenzio come tanta gente in questi giorni, e nn rompere più il cazzo va fatic

  7. URGE PER IL POPOLO, ORAMAI RIMASTO SENZA SOLDI X M A N G I A R E DI UN SCHEDA DI PAGAMENTO O DI UN PACCO ALIMENTARE, ALTRIMENTI NN E PIU’ GESTIBILE.

  8. Dichiarazioni di Matteo Salvini sul coronavirus (alla faccia delle idee chiare e sul come e cosa fare, come suo solito modus operandi):

    27 febbraio 2020: “L’Italia è il Paese più bello del mondo, veniteci. […] Vorremmo vedere gli stadi pieni e non gli stadi vuoti”.

    10 marzo 2020: “Esco preoccupato. Abbiamo portato al tavolo la voce di chi chiede misure forti, certe e drastiche subito […] Chiudere tutto, adesso!”

  9. Un gigante, gli altri fanno la figura dei nani, e squittiscono e fanno rumori per credersi rilevanti.

  10. Noi non abbiamo paura di niente e di nessuno. E neanche voi che siete qui avete paura dell’emergenza Coronavirus. Ovviamente adottando tutte le misure precauzionali, in maniera responsabile. Per cui l’8 marzo continuiamo a non avere paura e andiamo a votare alle suppletive dell’Umbria“.
    (salvini)

  11. la sua ironia può essere anche motivo di terapia, visto la situazione critica anche a livello psicologico, prendiamola con positività.

  12. Anche io uscirò basta con questa pagliacciata,se usciamo tutti, cosa ci potranno mai fare… riprendiamoci la nostra vita

  13. Un’ora per dire che ha scritto una lettera ad un governo di incompetenti e aspetta risposta e la Campania aspetta lui. Questo fa il teatrino e la gente muore. A Pomigliano c’è la Fiat che potrebbe convertire delle linee per produrre ventilatori polmonari. In Emilia Romagna come in altri paesi tutto questo sta avvenendo. Perchè questo personaggio non fa anche questo tipo di richieste. Rimanere a casa limita il contagio. Sarebbe bello se si potesse risolvere tutto solo rimanendo qualche settimana a casa. Purtroppo serve altro.

  14. Esposito mi piacerebbe vedere i miei commenti. Le mie sono solo constatazioni e mi firmo nome e cognome. Grazie

  15. Sento qualcuno lamentarsi per una settimana che è in quarantena, qui al nord sono 25 giorni che siamo chiusi in casa e ci sono morti ovunque, abbiate fiducia la quarantena e tutte le disposizioni date sono quelle giuste. I governatori danno tutti ragione a De Luca ha fatto le scelte giuste, il governo purtroppo ci è arrivato dopo, ci vuole il pugno duro. Forza Salerno

  16. Perché non ci fate fare ad ogni singolo cittadino il tampone conv19? Chi di noi può sapere se siamo asintomatici, positivi o negativi, purtroppo c’è stata l’ignoranza della gente che scappava senza capire la gravità che ha esteso anche verso noi del sud. Oggi i politici pensano ancora a fare politica e non a pensare come ognuno di noi giovani o anziani che stiamo vivendo qualsiasi tipo di paura ma non solo se per il conv19, ma anche la paura di poterci morire di fame perché non avremo né veri e propri sostegni economici né più la garanzia di un lavoro, come dobbiamo viverla questa situazione?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.