Spacciavano normale detergente per disinfettante, GdF denuncia due commercianti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Sono oltre 3000 i flaconi di detergente per le mani, fraudolentemente spacciato per disinfettante, sequestrati dalla Guardia di Finanza di Salerno nel corso di recenti controlli. Presso un negozio di detersivi di Vallo Della Lucania, i militari della locale Tenenza hanno individuato l’anti-settico “tarocco”, commercializzato con etichette che vantavano proprietà igienizzanti contro virus, batteri e funghi, senza alcuna indicazione, però, della necessaria certificazione del Ministero della Salute.

Il prodotto era stato peraltro registrato come “cosmetico”, categoria merceologica alla quale non è possibile attribuire alcuna funzione biocida in genere. Dopo aver sottoposto a sequestro i primi 150 flaconi, le Fiamme Gialle vallesi sono risalite alla società produttrice, con sede nell’Agro nocerino-sarnese, presso la quale i militari della Compagnia di Nocera Inferiore ne hanno rinvenuti e cautelati ulteriori tremila (già confezionati), oltre a 30.000 etichette adesive recanti attestazioni non veritiere.

Al termine dell’attività ispettiva, i titolari delle due attività commerciali sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di “frode nell’esercizio del commercio” e rischiano ora la reclusione fino a due anni o la multa per oltre 2000 euro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. VANNO ARRESTATI… LA DENUNCIA NON BASTA…. IL REATO E’ ANCHE PROCURATA EPIDEMIA… PERCHE’ MOLTE PERSONE HANNO USATO IL PRODOTTO, SICURI CHE FUNZIONASSE, E HANNO TOCCATO PERSONE CONTAGIANDOLE… GALERAAAAAAAAAAA

  2. La frode che riguarda la salute pubblica dovrebbe essere sansionata solo con il carcere e con un minimo di 10 anni altrimenti “questi ” se ne fegano , li prendono dopo aver venduto magari un milioni di confezioni e inguaiato un milione di persone, della sansione e della pena sospesa se ne fanno un baffo!!!

  3. scrivono pure qua sopra lamentandosi che non ce la fanno….poi magari prendono sussidi….bonus…una tantum…cassa integrazione….stipendio pubblico-privato … lavorano a nero … che canzone! Poi ci meravigliamo che all’estero ci schifano…!

  4. Dopo aver inguaiati un milione di persone,io aggiungo e dopo aver anche guadagnato un milione di euro.

  5. ci doveva essere pure un DPCM che prevedesse pene esemplari per questi delinquenti.
    Come al solito la repressione è rivolta solo alle persone normali.

  6. MA CHE DENUNZIATE, ARRESTATELI SUBITO E FATELI STARE DENTRO PER 5 ANNI, DELINQUENTI TRUFFATORI, APPROFITTATORI, NON MERITATE DI VIVERE FRA GLI UMANI, ANDATE IN UNO ZOO.

  7. CONDIVIDO SULLE PENI SEVERE OLTRE CHE FARE DANNO A CHI COME ME LO VENDE CON PREZZO GIUSTO E POI SI RITROVA IN COMMERCIO AD UN PREZZO INFERIORE E SI RISCHIA DI FARE BRUTTA FIGURA CON I CLIENTI.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.