Lotito chiama in radio e si finge un tifoso della Lazio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
A sopresa Claudio Lotito si è finto tifoso chiamando Lazio Style Channel.

“Ringrazio tutti quelli che mi hanno manifestato vicinanza in questo momento. Ho ricevuto tanti auguri nel giorno del mio compleanno. Una forza in più per combattere questi colori. Vuol dire che sono entrato nei cuori della gente. Tratto la società come fosse mio figlio. E quando parlo di Lazio, intendo tutto il mondo Lazio. Cerco di fare il massimo e di riuscire ad avere il meglio.

I nostri tifosi, quando vanno in giro, devono avere l’orgoglio dell’appartenenza. Ho fatto rifare il muro di cinta del centro sportivo e davanti verrà posto un grande scudetto illuminato con scritto S.S. Lazio S.p.A. Training Center.

Ho fatto rifare il cancello, verranno esposte due ali di aquila con il becco al centro. Direte, ma perché? C’è differenza quando arriva un calciatore e si ritrova a guardare un muro in tufo, brutto, o una cosa ampollosa, importante. Penserà di essere arrivato in un club grandissimo per tradizioni, storia e attualità. Sono situazioni che servono per rendere grande la Lazio non solo per immagine, ma anche per comunicazione. Vogliamo essere primi in tutti i campi. Non voglio solo organizzare la prima squadra, ma tutto il sistema Lazio”.

Un nuovo capitolo
“Il club vanta delle cose che hanno pochissime altre società. Abbiamo realizzato tre palestre meravigliose, una per la prima squadra, una per la Primavera e una per le giovanili. Poi costruito tre magazzini con spogliatoi e diverse lavatrici di alto livello. Vi ricordate quando mi prendevano in giro per le sanificazioni? Queste lavatrici sanificheranno e consentiranno di mettere in sicurezza gli indumenti.

E ancora: ci sono tre centri fisioterapici, nove spogliatoi di altissimo livello. Gli spogliatoi della Primavera sono come quelli della stragrande maggioranza dei club di Serie A, anche di quelli blasonati. Stiamo organizzando tutta una struttura nuova e faremo il nuovo studio televisivo per l’hospitality.

La Lazio sarà dotata di radio e studi televisivi. Abbiamo uno studio medico con tutte le specializzazioni: ottica, dermatologia, tutto. Se arriva un giocatore gli facciamo ecografie di ogni tipo. Anche per la prostata. Abbiamo diviso tutte le strutture con le porte di cristallo automatiche, nell’area medica c’è scritto Lazio Lab, e c’è anche una camera operatoria.

Abbiamo fatto di tutto per mettere in sicurezza i nostri tesserati, facendo qualcosa in più per dargli ancora più orgoglio e farli sentire di essere in un club importante. La nostra storia è visibile, lungo le pareti di tutti corridoi ci sono i trofei con la storia della mia gestione e di quella precedente. Al Fersini sono esposte la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea. Tutto ciò che la Lazio ha vinto prima della mia gestione è giusto che venga rimarcato, è il nostro orgoglio, il nostro esistere che ci rende ciò che siamo dal 1900. Non vogliamo dimenticare la nostra storia anche fatta di sofferenze. Adesso il club è stabile e programma”.

Orgoglio
“Oggi non esiste più la Lazietta, quello è stato un momento storico. Adesso è grande Lazio. Siamo liberi di decidere il nostro destino e dettiamo le linee strategiche del calcio nazionale per la nostra capacità che ci viene riconosciuta, non per altri motivi. Ringrazio tutti quelli che mi danno sostegno per fare sempre più grande la nostra Lazio”.

fonte CorrieredelloSport.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. ….ti dico, “va cac tu e a lazio”…il pallone deve fallire insieme ai vostri loschi interessi!!!!

  2. IL LORO PRESIDENTE…..il nostro GESTORE!!!
    SOLO U.S.S. 1919
    SOLO PER LA MAGLIA SOLO PER SALERNO!!!

  3. Megalomane!!! Bravo, …… pensa alla lazietta e vendi la Salernitana. Tu non appartieni a Salerno e al suo popolo.

  4. egregio sig Lotito io le ho dato sempre ragione su alcune cose .. ma ad oggi le dico soltando che tu se vuoi essere elogiato a Salerno e ha purta rispetto quello che fai a lazio a noi non c pass neanche dal ca….. ma finche stai a Salerno fai l’ uomo si e verro ci vuole anche il contenuto per fare L ‘uomo bisogna vedere fin che punto sai arriva …..fai cassa per la tua lazio vendi la nostra scuadra e esci di scena che poi chi subendra ha le capacita … ho b ho c ho a noi abbiamo fatto tantissima cavetta sappiamo tutte le fogne di Italia …. un tifoso che stava morendo da ritorno da Piacenza per la sua scuadra … fai l uomo lotito ….

  5. Fino a poco tempo fa i laziali odiavano Lotito. Gli Irriducibili gli han fatto guerra fino all’ultimo giorno della loro esistenza.
    Disciolti gli stessi, Lotito a Roma non ha avuto più nemici.
    E la stessa cosa succederà a Salerno, se questo soggetto ci fa vedere un po’ di pallone ‘aggarbato’, quando sarà possibile.
    Perchè il tifoso è così, se scord ambress! Lombardi docet.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.