La storia del piccolo Francesco Pio finisce in tribunale: querela contro l’Inps

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La vicenda del piccolo Francesco Pio finisce in tribunale. Nei giorni scorsi l’avvocato Michele Sarno, legale della famiglia del bimbo trapiantato al fegato tre anni fa a causa di un’atresia alle vie biliari, grave malattia degenerativa – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – ha depositato una querela nei confronti della commissione esaminatrice che, di fatto, ha disposto la revoca della pensione di invalidità perchè per l’Inps il bambino era guarito. Sarà la magistratura a dovere accertare eventuali responsabilità da parte della commissione.  Anche il sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante aveva scritto al direttore provinciale dell’Inps, appresa la notizia, per chiedere chiarimenti riguardo la decisione di revocare l’invalidità al piccolo Francesco Pio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.