“Ho fame”. Pensionata chiama il 113 ed i poliziotti le preparano la cena

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
“Sono stanca e ho fame ma non riesco a cucinare perché ho male al braccio”, è la particolare richiesta di assistenza arrivata al centralino del 113 da parte di un anziana donna di 87 anni. I due poliziotti accorsi sul posto hanno capito la situazione e si sono messi subito all’opera. hanno apparecchiato il tavolo e le hanno preparato dei ravioli al pomodoro permettendole di consumare la cena. E’ accaduto in Toscana

La signora era rimasta sola dopo che la bandante scelta dal figlio non si era presentata per accudirla. A questo si era aggiunto il fatto che la donna, cercando di non far spendere soldi al figlio per la crisi economica in corso, lo avesse liquidato dicendo che non aveva bisogno di lui e di non spendere soldi per raggiungerla.

Dopo qualche ora la signora si è resa conto dei limiti imposti dall’età e dalla malattia. Quindi ha preso il telefono e chiesto aiuto al 113: “Sono stanca e ho fame ma non riesco a cucinare perché ho male al braccio”. L’operatore della sala operativa l’ha rassicurata: “Signora mi dica da dove chiama e non si preoccupi. Risolviamo tutto”. Parte la volante centro, di volata fino a Coverciano per l’anziana in difficoltà.

Al campanello non risponde nessuno, quindi gli agenti si sono fatti aprire il portone da un vicino per poi entrare nell’appartamento. I poliziotti, Antonio e Giuseppe, hanno trovato la signora in camera da letto. L’hanno messa comoda su una sedia e poi le hanno preparato la cena. Uno ha apparecchiato, l’altro si è messo ai fornelli. Dopo dieci minuti la cena era pronta: ravioli al pomodoro in tavola. Un piatto in servizio condito di solidarietà.

Fonte Firenzetoday.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Si ritira troppo il condimento oppure resta liquido.
    Consigli?

  2. Scusate onorevole redazione del New York Time, come mai avete censurato il mio commento?
    Era una considerazione, non era ne’ volgare né tanto meno offensivo, non ho nominato il vostro Dio de luca e nemmeno l’ONOREVOLE figlio. ……bha, sempre meno credibili e buoni solo a fare gli zerbini a de luca e famiglia. E mo censurate pure

  3. Riprovo :
    Questo articolo è palesemente preparato ad arte, tant’è vero che c’era pure il fotografo ed il giornalista pronti!
    Non vorrei essere cattivo, ma non posso dimenticare lo schifo che hanno fatto ultimamente e tutti gli abusi gratuiti fatti!
    Elicotteri per terrorizzarci, droni e maniere forti per farci sentire la loro “forza “, multe a raffica e senza senso. …
    Quindi , se questo articolo è vero, nulla altro hanno fatto che il proprio dovere, che “dovrebbe” essere quello di aiutare e proteggere i cittadini. ….non credo che tale commento meriti censura (anche perche’ non ho menzionato megaloman e figli)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.