Salerno: via libera allo Charlot e all’esibizione di Venditti. Stop Luci d’Artista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
27
Stampa
Via libera dal Comune di Salerno al Premio Charlot che  si svolgerà a Salerno dall’11 luglio al 9 agosto, con tanto di appuntamento con Antonello Venditti il 6 agosto.

Venditti sarà premiato come grande protagonista con lo Charlot d’autore e si racconterà in musica e parole. Alla serata parteciperanno anche ospiti giovani di grandi prospettive

Slitta ogni decisione su Luci d’Artista. L’evento natalizio è in stand by. Troppi i rischi per una manifestazione che richiama in città migliaia di persone con in circolazione ancora il coronavirus. Niente bando per individuare l’impresa in grado di realizzare le prossime tre edizioni per la kermesse natalizia: si pensa a una versione ridimensionata con le vecchie luminarie. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola.

Nel frattempo il Premio Charlot si farà.  A organizzare la manifestazione sarà la G.V. Eventi. Con la direzione artistica di Claudio Tortora. Tra gli eventi più attesi c’è quello del 6 agosto: il premio ad Antonello Venditti che riceverà lo Charlot d’autore e si racconterà in musica e parole. L’evento sarà in collaborazione con Radio Rai

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

27 COMMENTI

  1. che bello questo sarà il primo natale ove potrò farmi una passeggiata nella mia città

  2. Calmi interverrà il governatore e le Luci si faranno. Non ci sarà più pericolo di contagio. Vedrete !!

  3. il non avere le Luci d’Artista darà una nuova stangata ai commercianti e quant’altro… non è di certo una bella notizia questa…

  4. Inutile cambiare nome : sempre la stessa persona a commentare.

  5. Gregorio, ma no, tanto sono state già pagate con bando triennale, o mi sbaglio? chissà se ci stavano clausole in tal senso?

  6. finalmente potro’ sentire lamentarsi tutti i salernitani del fatto che saranno senza soldi e in crisi economica.
    finalmente potranno passeggiare a piedi nella loro città’ per andare alla caritas per un posto caldo… a parte ovviamente gli stipendiati che potranno ridere degli imprenditori che avranno difficolta’.. ma gli stipendiati erano con le pezze al culo prima e continueranno a esserlo dopo !! troveranno nuovi soggetti da invidiare … d’altra parte è il loro sport quotidiano

  7. finalmente senza luci…..pazienza per venditti ma finalmente senza luci…e senza processione di S.Matteo….mamma mia che goduria

  8. Con il mondo alle prese con l’epidemia,qua si pensa a luci d’artista! Ma ho capito bene? Ma voi pensate che senza lockdow le cose starebbero come adesso?Meditate gente!

  9. E’ assurdo far venire Venditti a Salerno …Io staro’ in prima fila per sputarlo in faccia!!!

  10. Io credo che chi si lamenta sempre veramente ha poco da fare e dire nella vita. Non vi sta bene nulla. Importante che le vacanze voi le potete fare a montecarlo, new york. Poi non ci deve essere nessuna manifestazione, concerti,evento perché a voi fa male la testa e avete il bridge….che esseri inutili. Secondo me vi da fastidio anche salerno letteratura perché il vocio non vi fa ascoltare uomini e donne.

  11. al signor venditti si potrebbe riservare la stessa accoglienza che fecero a Gino paoli allo stadio vestuti in una tappa del cantagiro negli anni 60 fu costretto a terminare la sua canzone di spalle al pubblico.

  12. Sono curioso di sapere quanti leghistihihihi hanno scritto i commenti su Venditti forse hanno dimenticando le parole di mangia ciliegie quando parlava del Sud e dei meridionali…

  13. per expat ti posso garantire che a livello economico durante le luci di artista si vendono solo pizzette e caffe’ per andare a fare pipi’, si portano il fangotto da casa, solo caos e affari solo per pochi del centro

  14. Capisco il beneficio nel deambulare in una città sgombra dalla folla ma ai commercianti, ristoranti, strutture alberghiere chi ci pensa?!??….a questo punto sarebbe giusto e coerente con il vostro desiderio di libera circolazione pedonale ed automobilistica prevedere una bella patrimoniale e distribuire i proventi di chi ha di più…o molto di più ( e c’è ne sono tanti) a chi ha poco o nulla ed avrà ancora di meno il prossimo dicembre…che ne dite?!??!

  15. Ah ah ah!!! Ma se sono anni che ci rifilano le vecchie luminarie, cambiandole semplicemente di posto. Hanno provato a metterne di nuove sul corso un paio di volte, col risultato di una sagra di paese…

  16. Michele: curati, sei osssessionato dai leghisti. Piuttosto, pensa a deluca quando “parlava” dei napoletani e dell’agro, e visto che ci sei pensa pure allo stesso venditti, che è il tema dell’articolo. Purtroppo voi psicolabili funzionate a comando, accendete il cervello solo quando sentite “lega” o “salvini” o “berlusconi”, dopodiché tornate a dormiere beoti mentre i democratici mangiano alle vostre spalle. ooops scusa, volevo dire beati.
    Gabriele, cominciamo dal tuo patrimonio? questa storia di chi ha di più è stantia, perchè ognuno guarda a chi a un euro in più di lui. L’evasione la fanno le multinazionali, banche, finanziarie, assicurazioni, società fittizie, e proprio tramite circuiti elettronici, bancari, legali e “sicuri”! altro che lo sporco contante..
    Piuttosto dovremmo pensare a COME è stato accumulato quel capitale, invece che a distruggerlo per principio. SE è stato accumulato legalmente, con le tasse che tutti pagano, allora non c’è alcun motivo per tassarlo ulteriormente, visto che molto spesso sono cose già tassate o costruite con denaro già pluritassato..
    Basta con questa ideologia dell’appiattire tutti verso il basso! cerchiamo piuttosto di elevare chi sta in basso!

  17. Ottima idea una patrimoniale per i soggetti a reddito fisso che oltretutto non hanno ricevuto alcun danno covid, visto che non potendo uscire a sapendere hanno anche risparmiato molto. con questa patrimoniale potrebbero godere di una città’ libera da turisti e gente impegnata a lavorare per il turismo e passeggiare liberamente con comodità’ .

  18. Non lavoro nel campo del turismo ma, gioire perchè non installano le luci d’artista, è veramente da manicomio. Una città che non ha imprese e zero industrie, si permette di criticare quel poco che viene fatto per animare un pò il commercio e le strutture per accoglienza (B&B, Case-vacanze, Alberghi ecc.). Veramente siete da rinchiudere ed ha ragione chi ha proposto una bella patrimoniale tra capo e noce del collo a tutti questi stipendiati parassiti…… ve lo meritate.

  19. 20.48, sai il vostro problema qual è? che vi siete bloccati su queste luci e le ritenete l’unica cosa esistente e possibile per salerno. Invece di minacciare o sperare per il male degli altri, perchè non pensate, anzi pensiamo, a qualunque altra iniziativa o serie di iniziative per il turismo a salerno?
    Turismo non vuol dire due lampadine per tre mesi, ma avere una città strutturata e organizzata per esso!
    Altrimenti resteremo, resterete, sempre e solo negozietti arrangiati di provincia senza alcuna visione sul mondo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.