Cioccolato bene di lusso nel 2038? Cosa accadrà tra 18 anni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
E se tra meno di vent’anni non dovesse più esserci cioccolato per tutti? Ad avanzare la tesi della possibile fine del cacao è stata la geopolitologa francese Virginie Raisson nel suo libro “2038 Atlante sui futuri del mondo”. Tra non molto, la maggior parte del mondo potrebbe essere costretta ad accontentarsi di barrette industriali fatte di zucchero e olio di palma. Lo scrive TgCom.it

Le motivazioni – Virginie Raisson, nel libro presentato durante il weekend inaugurale del Festival di “Internazionale” a Ferrara, ha avanzato alcune provocazioni in merito al destino delle spiagge, all’aumento delle disuguaglianze e al futuro del cioccolato. Il rischio di vedere svanire l’amato alimento dalle nostre tavole è sempre più concreto. I motivi principali che la Raisson avanza sono tre: l’aumento esponenziale della domanda, il cambiamento climatico e le malattie che colpiscono le piante di cacao.

Secondo i suoi studi, soltanto in Cina il consumo medio di cacao sarebbe aumentato del 75% in quattro anni, tra il 2010 e il 2014. Dieci anni fa la popolazione media si concedeva a malapena 40 grammi a testa all’anno: nel 2020, la Cina potrebbe conquistare senza troppi problemi il secondo posto tra i Paesi che consumano più cacao al mondo. Purtroppo però, questa domanda diventa sempre più difficile da soddisfare.

Il cambiamento climatico e la diffusione di malattie alle piante stanno colpendo le coltivazioni di cacao che per crescere hanno bisogno di pioggia, in diminuzione nelle aree tropicali. Al tempo stesso i produttori di cacao non sono retribuiti abbastanza e non riescono ad investire in strumenti adeguati per la racconta e l’incremento del raccolto.

La ricerca – Una possibile soluzione potrebbe arrivare dalla ricerca, che si sta già approntando semi di cacao resistenti al cambiamento climatico. “L’unico problema – conclude con un sorriso amaro l’autrice – è che per ora il cioccolato prodotto con questi semi non ha un gusto eccellente…”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.