Mobilitazione studentesca nazionale per chiedere priorità alla scuola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Stamattina le studentesse e gli studenti campani hanno protestato contro le insufficienze della Regione Campania e del governo Conte. Sotto la Regione il presidio, che procede ormai da una settimana, è partecipato non solo studenti, ma anche docenti e chiunque faccia parte della comunità scolastica.

Anche a Benevento e ad Acerra i ragazzi scendono in piazza uniti dalla volontà di tornare a scuola in presenza, ma questa volta non allo sbaraglio, non senza diritto allo studio, non senza un trasporto pubblico ed efficiente, aule spaziose e edifici a norma, non senza le assunzioni. Abbiamo esposto sotto il palazzo della Regione un mega tampone e una cartella clinica che riporta il vero virus della nostra regione: la mancanza di finanziamenti in sanità, trasporti, diritto allo studio e istruzione.

“È vero, non tutte le scuole godono di spazi sufficienti per garantire il distanziamento a lezione e nelle assemblee, ma cosa si è fatto per risolvere il problema? Vogliamo che gli spazi cittadini vengano riqualificati e dedicati alle attività scolastiche poiché la didattica a distanza non è scuola e la dad non è stata affatto un successo, come sostenuto dalla ministra Azzolina” dichiara Zidan Shehadeh dell’uds Napoli. Infatti “Molti sono le studentesse e gli studenti che non possono permettersi un device e una buona connessione, soprattutto nella nostra provincia seguire online risulta un’impresa difficoltosa e che va a pesare economicamente sulle nostre famiglie” continua Jacopo Patrone dell’uds Benevento.

La protesta non si ferma oggi, ma fin quando i governi, sia nazionale che regionale, non assumeranno di dover dare PRIORITÀ ALLA SCUOLA in presenza, gratuita e di qualità. Oggi pomeriggio sono previste altre attivazioni in regione, dalla protesta diffusa degli studenti di Pomigliano d’Arco, fino a coloro che si sono attivati da casa assentandosi dalle lezioni online e creando striscioni e cartelli di protesta.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.